Apri il menu principale

José Alfredo Castillo

calciatore boliviano
José Castillo
Nazionalità Bolivia Bolivia
Altezza 181 cm
Peso 83 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Guabirá
Carriera
Giovanili
1991-2000 Academia Tahuichi
Squadre di club1
2000-2002 Oriente Petrolero 111 (92)
2002-2003 UAG 32 (13)
2004 Bolívar 13 (8)
2004-2005 UAG 24 (5)
2006 Rosario Central 3 (0)
2006 UAG B 10 (2)
2007 Oriente Petrolero 16 (4)
2007 O'Higgins 15 (0)
2008 Bolívar 2 (1)
2008 Atlético Mineiro 20 (3)
2009 Oriente Petrolero 7 (3)
2009 South China ?? (??)
2010 Blooming 44 (26)
2011 UAG 6 (0)
2011-2012 Bolívar 16 (2)
2012-2013 Oriente Petrolero 18 (5)
2013-2014 Guabirá 41 (17)
2014-2015 Sport Boys Warnes 27 (10)
2015-2016 Oriente Petrolero 24 (5)
2016-2017 Guabirá 18 (13)
2017Sport Boys Warnes 15 (8)
2017-Guabirá 53 (31)
Nazionale
199? Bolivia Bolivia U-17  ? (?)
2001 Bolivia Bolivia U-20 3 (2)
2001-2011 Bolivia Bolivia 24 (6)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 ottobre 2018

José Alfredo Castillo Parada (Santa Cruz de la Sierra, 9 febbraio 1983) è un calciatore boliviano, attaccante del Guabirá.

BiografiaModifica

Nato da Rosmary Parada e Alfredo Castillo, ha tre sorelle: Susan Evelyn, Mery Carol e Gabriela Alejandra.[1]

Caratteristiche tecnicheModifica

Gioca come attaccante centrale. Il suo piede preferito è il destro. È abile nel finalizzare le azioni, nel controllo di palla e nel colpo di testa.[2] Víctor Antelo ne ha sottolineato la propensione ad agire all'interno dell'area di rigore.[2]

CarrieraModifica

ClubModifica

Entrò nell'Academia Tahuichi all'età di 8 anni, dopo aver sostenuto e superato un provino.[2] Divenne uno dei migliori elementi della formazione giovanile,[3] grazie al numero di reti segnate.[2] Nel febbraio del 2000 fu ceduto dall'Academia all'Oriente Petrolero.[2] Debuttò in prima squadra durante il campionato 2000, competizione in cui giocò 26 incontri, segnando 4 gol. Nel 2001 fu impiegato come titolare, e in 46 presenze segnò 42 reti: questo risultato lo fece primeggiare nella classifica del campionato boliviano, e al termine dell'anno solare risultò il miglior realizzatore al mondo nei campionati di massima serie.[4] Nel 2002 aumentò ancora il numero di reti, arrivando a 46 in 39 incontri: nonostante avesse segnato più dell'anno precedente, non fu capocannoniere, giacché Joaquín Botero, del Bolívar, segnò 49 reti, ottenendo entrambi i titoli che l'anno precedente erano stati di Castillo.[4] Il gran numero di reti segnate lo portò, nel dicembre 2002, al trasferimento in Messico, all'UAG Tecos.[5] Nel torneo centroamericano fu scelto come centravanti del 4-5-1 del tecnico, con l'argentino Patricio Camps e il brasiliano Donizete come trequartisti incaricati di servirlo.[5] Nella prima stagione scese in campo 18 volte, e marcò 8 reti; nella seconda le presenze furono 14, con 5 gol. Nel 2004 fu mandato in prestito al Bolívar, a La Paz: in 13 incontri realizzò 8 segnature, e tornò quindi all'UAG. A Guadalajara trovò sempre minor spazio, e alla fine del 2005 fu mandato, ancora in prestito, al Rosario Central, in Argentina, con un contratto fino al 31 dicembre 2006.[6] Con la formazione giallo-blu, Castillo fu impiegato in 3 occasioni in Primera División, esordendo il 1º febbraio contro il Boca Juniors a Rosario. Fu anche schierato, da titolare, in una gara di Coppa Libertadores. Tornato al Tecos dopo la breve esperienza argentina, iniziò un lungo periodo di trasferimenti in prestito: dapprima all'Oriente Petrolero, durante la Liga del Fútbol Profesional Boliviano 2007; poi all'O'Higgins, in Cile; e nel 2008 al Bolívar. Nella seconda parte del 2008 prese parte al Campeonato Brasileiro Série A 2008 con la maglia dell'Atlético Mineiro di Belo Horizonte, venendo impiegato spesso (20 presenze). Nel 2009 tornò all'Oriente per la terza volta, sempre per un breve periodo; nel 2010, invece, giocò tutto il campionato con il Blooming, e ritrovò la doppia cifra nel numero dei gol dopo otto anni. Dopo aver fatto ritorno all'UAG, è stato acquistato dal Bolívar.[7]

NazionaleModifica

Giocò con la Nazionale Under-17;[2] con la selezione Under-20 ha disputato il Campionato sudamericano 2001. Debuttò in Nazionale maggiore il 5 settembre 2001, in occasione dell'incontro di Asunción con il Paraguay, valido per le qualificazioni al campionato del mondo 2002.[8] Segnò il suo primo gol contro il Perù a Lima, pareggiando all'87º dopo l'iniziale vantaggio peruviano realizzato da Piero Alva.[8] Nel 2003 fu nuovamente convocato per le qualificazioni al campionato del mondo 2006: fu impiegato in quasi tutte le partite (11 su 18). Nel 2009 ha giocato contro la Colombia a Bogotà una delle partite delle qualificazioni al campionato del mondo 2010.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Oriente Petrolero: 2001
Bolívar: Apertura 2004

IndividualeModifica

2001 (42 gol)

NoteModifica

  1. ^ (ES) José Alfredo Castillo: Rey en la cancha y su hogar[collegamento interrotto], El Deber, 21 marzo 2002. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  2. ^ a b c d e f (ES) Alcibiades Morón Quinteros, José Alfredo Castillo / goleador de Oriente Petrolero «La verde me obsesiona»[collegamento interrotto], El Deber, 1º ottobre 2001. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  3. ^ (EN) Star Players, tahuichi.com. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  4. ^ a b (EN) World League Topscorers, RSSSF. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  5. ^ a b (ES) Alcibiades Morón Quinteros, José Alfredo Castillo "Estoy en deuda con Tecos"[collegamento interrotto], El Deber, 2 febbraio 2003. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  6. ^ (ES) José Alfredo Castillo. Jugará el 2006 en Central[collegamento interrotto], El Deber, 17 dicembre 2005. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  7. ^ (ES) Bolívar se refuerza con el delantero José Alfredo Castillo[collegamento interrotto], Los Tiempos, 1º giugno 2011. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  8. ^ a b (EN) International Matches 2001 - South America, RSSSF. URL consultato il 26 ottobre 2011.

Collegamenti esterniModifica