José Carlos Mariátegui

giornalista, sociologo e politico peruviano
José Carlos Mariátegui La Chira

José Carlos Mariátegui La Chira (Moquegua, 14 giugno 1894Lima, 16 aprile 1930) è stato un giornalista, sociologo e politico peruviano. Conosciuto anche come l'Amauta, è considerato uno tra i primi e più importanti pensatori marxisti dell'America Latina. Fu tra i fondatori del Partito Socialista Peruviano, della Confederación General de Trabajadores del Perú ed è l'ispiratore dell'organizzazione comunista Sendero Luminoso (nome ufficiale completo Partito Comunista del Perú sul sentiero luminoso di Mariátegui).

Tra le sue opere principali ricordiamo i Sette saggi sulla realtà peruviana e la rivista Amauta, che diresse dal 1926 fino all'anno della sua morte. I suoi scritti vertono principalmente sulle possibilità e modalità di creazione di un comunismo con una forte connotazione india (da Mariátegui chiamato socialismo indoamericano) in Perù e in America Latina, sulla critica letteraria e artistica, e sulla sociologia politica.

Mariategui a RomaEdit

Mariategui si trasferì a Roma alla fine del 1919[1]. In Italia trovò le chiavi rivelatrici di una ricerca personale, di una conoscenza e affermazione di identità che iniziò presto e angosciante nella sua adolescenza letteraria. D'altra parte, il clima di Roma e dei suoi dintorni era favorevole; Anche l'inverno romano è più tollerabile che in altre città in Italia e in Europa. Alcuni itinerari di Mariategui a Roma possono essere ricostruiti attraverso la lettura delle sue opere in contrasto con l'attuale realtà di Roma.

La targa che ricorda Via della Scroffa 10[2], indica la casa in cui visse dal 1920 al 1922: "José Carlos Mariategui (1894-1930) pensatore e saggista peruviano, 5 aprile 1995".

NoteEdit

  1. ^ Estuardo Nuñez, La experiencia europea de José Carlos Mariátegui y otros ensayos, Amauta, 1978. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  2. ^ (IT) Google Maps, su Google Maps. URL consultato il 2 gennaio 2020.

BibliografiaEdit

  • Sette saggi sulla realtà peruviana, e altri scritti politici, Giulio Einaudi Editore, 1972[1].
  • Avanguardia artistica e avanguardia politica (a cura di Antonio Melis), Gabriele Mazzotta editore, 1975.
  • Lettere dall'Italia e altri scritti, Editori riuniti, 1973[2].
  • Il romanzo e la vita, Marietti, 1990[3].
  • Difesa del marxismo, Fahrenheit 451, 1995[4].
  • Pier Paolo Petrini, José Carlos Mariátegui e il socialismo moderno, ETS, 1995, ISBN 978-88-7741-831-9. URL consultato il 2 gennaio 2020.

Altri progettiEdit

Collegamenti esterniEdit

Controllo di autoritàVIAF (EN76303758 · ISNI (EN0000 0003 6864 4382 · Europeana agent/base/145803 · LCCN (ENn50044831 · GND (DE118781901 · BNF (FRcb11914536d (data) · BNE (ESXX871329 (data) · NDL (ENJA00471049 · WorldCat Identities (ENn50-044831
  1. ^ José Carlos Mariátegui, Bruno Mari e Gabriella Lapasini, Sette saggi sulla realta peruviana e altri scritti politici, Giulio Einaudi, 1972. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  2. ^ José Carlos Mariátegui, Lettere dall'Italia e altri scritti: A cura di Ignazio Delogu, in Biblioteca del Pensiero Moderno, Riuniti, 1973. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  3. ^ José Carlos Mariátegui e Antonio Melis, I romanzo e la vita, in I libro di in Forma di Parole, Marietti, 1990, ISBN 978-88-211-7388-2. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  4. ^ José Carlos Mariátegui, Difesa del marxismo, Farenheit 451, 1996. URL consultato il 2 gennaio 2020.