Apri il menu principale

Joseph-Marie Trèves

presbitero italiano
Joseph-Marie Trèves

Joseph-Marie Trèves (Emarèse, 1874Excenex, 1941) è stato un presbitero italiano. È conosciuto come l'abbé Trèves. Fondò il movimento regionalista La jeune Vallée d'Aoste. Il suo nome è fortemente legato alla resistenza al regime fascista in Valle d'Aosta, che puntava all'annullamento della sua cultura alpina e francofona.

BiografiaModifica

Nato nel 1874 a Emarèse, si dedica a diffondere iniziative sociali promosse dal gruppo di presbiteri che si riconoscevano negli ideali di monsignor Jean-Joconde Stévenin, sindaco di Aosta : lancia delle campagne per la creazione di casse rurali in favore dei lavoratori, contro l'alcolismo, l'analfabetismo e l'immoralità.

Percorre a piedi la Valle d'Aosta per conoscere da vicino le condizioni di vita dei contadini e le loro sofferenze causate dalle ripercussioni della politica economica e culturale dell'epoca.

L'intensificarsi delle misure di restrizione imposte dal regime fascista obbliga Trèves a prendere una posizione radicale nei confronti della dittatura e dei valdostani che avevano scelto di sostenerla per opportunismo.

Joseph-Marie Trèves muore nella sua parrocchia a Excenex (sulla collina di Aosta) nel 1941.

Il Centre d'études abbé Trèves è stato inaugurato il 6 ottobre 2012 a Érésaz (villaggio sede del municipio di Emarèse).

La Jeune Vallée d'AosteModifica

 
Foto di gruppo dei fondatori della Jeune Vallée d'Aoste all'assemblea di fondazione (scattata davanti al Piccolo Seminario di Aosta il 22 marzo 1925): Partendo da sinistra in alto: Joseph-Athanase Thiébat, Ferdinand Bionaz, Émile Chanoux, Joseph-Marie Trèves, Cino Norat, Joseph-Marie Alliod, Samuel Gerbaz, Louis Pellissier, François Vallet. Joseph Proment è seduto.

Con Émile Chanoux, Rodolphe Coquillard e Séverin Caveri fonda la Jeune Vallée d'Aoste, gruppo regionalista il cui programma è dichiaratamente antifascista: la salvaguardia delle tradizioni e della lingua francese e la trasformazione del Regno d'Italia in una federazione repubblicana di regioni italiane nel quadro più ampio di una federazione europea.

Messo al bando dalle milizie fasciste, il movimento diventa clandestino, e i suoi membri animeranno la resistenza antifascista in Valle d'Aosta degli anni 1943-1945.

BibliografiaModifica

  • M. Trèves, L'abbé Joseph-Marie Trèves : le parcours d'un Valdôtain, Tipographie Duc, Saint-Christophe, 1983 (ried. 2012).
  • Joseph-César Perrin, La jeune Vallée d'Aoste, Aosta, 1973.
  • Écrits de l'abbé Trèves dans Recueil de textes valdôtains, vol. III, Aosta, 1967.
  • P. Gorret, Quelques lettres de l'abbé Trèves, Aosta, 1967.
  • Lettres de Joseph Trèves à Félicien Gamba, Aosta, Archives historiques régionales, 1971.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN315537513 · WorldCat Identities (EN315537513