Apri il menu principale

Joseph Jules Zerey

arcivescovo cattolico egiziano
Joseph Jules Zerey
arcivescovo della Chiesa cattolica greco-melchita
BISHOP jules joseph zerey.JPG
Mons. Zerey, nel settembre 2008, a Caravaggio
Template-Archbishop.svg
 
TitoloDamiata dei Greco-Melchiti
Incarichi ricopertiVescovo ausiliare di Antiochia dei Melchiti
Protosincello di Egitto e Sudan dei Melchiti
Protosincello di Gerusalemme dei Melchiti
 
Nato9 giugno 1941 (78 anni) ad Alessandria d'Egitto
Ordinato presbitero5 maggio 1967
Nominato arcivescovo22 dicembre 2000 dal Sinodo della Chiesa Cattolica Greco-Melchita
Consacrato arcivescovo9 novembre 2001 dal patriarca Gregorio III Laham, B.S.
 

Joseph Jules Zerey (Alessandria d'Egitto, 9 giugno 1941) è un arcivescovo cattolico egiziano, appartenente alla Chiesa cattolica greco-melchita.

BiografiaModifica

Nato in Egitto nel 1941, è ordinato sacerdote nel 1967. Inizia a svolgere il suo ministero presso il Collegio Patriarcale al Cairo, e nel 1972 è nominato direttore del Collegio Patriarcale di Heliopolis.

Il 22 giugno 2001 è nominato arcivescovo titolare di Damiata dei Greco-Melchiti e vescovo ausiliare di Antiochia. È consacrato vescovo il 9 novembre 2001 dal patriarca Gregorio III Laham, assistito dai co-consacranti arcivescovi Elias Zoghby e Paul Antaki. Viene subito nominato protosincello per l'Egitto e per il Sudan.

Il 4 giugno 2008 è nominato vicario patriarcale di Gerusalemme per i melchiti. Nell'ottobre 2010 Zerey partecipa in Vaticano al Sinodo dei vescovi per il Medio Oriente, intervenendo sulla necessità di ri-evangelizzare i cristiani che vivono in Terra Santa e annunciando la creazione di un nuovo centro internazionale di spiritualità familiare a Nazareth.[1]

Il 5 febbraio 2018 si ritira dagli incarichi pastorali per raggiunti limiti di età, e il 9 febbraio successivo il Sinodo della Chiesa cattolica greco-melchita nomina suo successore come vicario a Gerusalemme l'arcivescovo Yasser Ayyash.[2]

Genealogia episcopaleModifica

Altre immaginiModifica

OnorificenzeModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica