Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il frate francescano, vedi Juan de Torquemada (frate).
Juan de Torquemada
cardinale di Santa Romana Chiesa
Juan de Torquemada.jpg
Cardinalbishop.svg
 
Nato1388, Valladolid
Creato cardinale18 dicembre 1439 da papa Eugenio IV
Deceduto26 settembre 1468, Roma
 

Juan de Torquemada (Valladolid, 1388Roma, 26 settembre 1468) è stato un cardinale e vescovo cattolico spagnolo.

Indice

BiografiaModifica

Entrato tra i Domenicani, si affermò come il più insigne teologo del suo tempo e come difensore del principio di autorità pontificia. Papa Eugenio IV lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 18 dicembre 1439 e lo inviò come ambasciatore presso Carlo VII di Francia per persuaderlo a concludere la pace con gli Inglesi. Fu vescovo di Cadice dal 1440 al 1442, di Orense dal 1442 al 1445 e nel 1463, di León dal 1460 al 1463. Papa Callisto III lo promosse alla sede suburbicaria di Palestrina, e Pio II a quella di Sabina. Nel 1460 istituì a Roma, presso la chiesa conventuale di Santa Maria sopra Minerva, l'arciconfraternita della SS. Annunziata, al fine di provvedere di dote le fanciulle povere. Partecipò al Concilio di Basilea (1431-1449) schierandosi tra quanti si opponevano all'Immacolata Concezione. Nel 1456 fu nominato primo abate commendatario di Subiaco. Morì il 26 settembre 1468 all'età di 80 anni.

Opere principaliModifica

  • Summa de Ecclesia (che gli meritò il titolo di defensor fidei)
  • Meditationes J. de T. positae et depictae de ipsius mandato in ecclesiae ambitu S.M. de Minerva
  • Expositio brevis et utilis super toto psalterio
  • Tractatus de aqua benedicta
  • Quaestiones spirituali convivii delicias praeferentes supe Evangeliis tam de tempore quam Sanctis
  • Commentarii in decretum Gratiani.
  • Tractatus de veritate conceptionis Beatissimae Virginis pro facienda relatione coram Patribus Concilii Basileensisi a.D. 1437 (Romae 1547) [è un trattato contro l'Immacolata Concezione].

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN9948377 · ISNI (EN0000 0001 2120 3120 · LCCN (ENn50049826 · GND (DE118642928 · BNF (FRcb12475104f (data) · BAV ADV12510915 · CERL cnp01240579