Apri il menu principale

Judi Connelli (Brisbane, 20 luglio 1947) è un'attrice e mezzosoprano australiano, nota soprattutto come interprete di opere, operette e musical teatrali.

BiografiaModifica

Ha fatto il suo debutto sulle scene nel 1975 nella prima australiana del musical Applause, un adattamento teatrale del film Eva contro Eva premiato con il Tony Award al miglior musical, in cui interpretava Eve Harrington accanto alla Margo Channing di Eve Arden. Successivamente, nel 1981 recitò nel musical The Best Little Whorehouse in Texas in scena all'Her Majesty's Theatre di Melbourne e nella produzione del debutto australiano di Chicago, in cui interpretava Mama Morton. Rimase nel cast di Chicago per tutta la tournée, che toccò anche Adelaine, Brisbane e Sydney, dove il musical fu messo in scena alla Sydney Opera House.[1]

Nel 1988 si unì all'Opera Australia, con cui debuttò alla Sydney Opera House nel melodramma di Igor' Fëdorovič Stravinskij La carriera di un libertino, in cui cantava il ruolo di Mother Goose. Rimase con l'Opera Australia per oltre quindici anni, interpretando ruoli principali in numerosi musical ed operette alla Sydney Opera House, tra cui: Golde in Fiddler on the Roof (1992), Zozo nella Vedova Allega (1993), la signra Peachum ne L'opera da tre soldi (1994), Mrs. Lovett in Sweeney Todd: The Demon Barber of Fleet Street (2003), Katisha ne Il Mikado (2005) e la Duchessa di Plazo-Toro in The Gondoliers (2006).[2] Follies a Sydney nel 1998, Gypsy nel 2000, una tournée australiana di Cabaret.[3] Nel 2005 ha interpretato Norma Desmond in una versione semiscenica del musical Sunset Boulevard, mentre l'anno successivo è la vecchia signora nell'operett a di Leonard Bernstein Candide a Perth.[4][5]

Nel 2008 ha recitato a Melbourne nel musical My Fair Lady, mentre nel 2010 ha recitato nella tournée australiana di Mary Poppins.[6] All'attività teatrale ha affiancato quella di solista nei concerti con la Melbourne Symphony Orchestra e la Sydney Symphony Orchestra, e quella di cabarettista in Australia, New York e Londra.[7]

Connelli è dichiaratamente lesbica.[8]

Filmografia parzialeModifica

TelevisioneModifica

OnorificenzeModifica

  Membro dell'Ordine dell'Australia
«Per il servizio al settore dell'intrattenimento del teatro musicale come cabarettista e come artista discografico e alla comunità attraverso il sostegno a organizzazioni caritatevoli.»
— 14 giugno 2004[9]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Archive: STC Musicals, su Sydney Theatre Company, 9 maggio 2017. URL consultato il 3 marzo 2019.
  2. ^ (EN) Live & Swingin | Take Two!, su www.australianstage.com.au. URL consultato il 3 marzo 2019.
  3. ^ (EN) How do you take on Ethel Merman in Broadway' s answer to King Lear?, su Time Out Sydney. URL consultato il 3 marzo 2019.
  4. ^ (EN) Stephen Holden, CABARET REVIEW; Finding Emotional Depths In Broadway and Ballads, in The New York Times, 13 novembre 1998. URL consultato il 3 marzo 2019.
  5. ^ (EN) Don Groves, Don Groves, Oz 'Sunset'A Sensation, su Variety, 13 novembre 1995. URL consultato il 3 marzo 2019.
  6. ^ (EN) Mary Poppins makes a sweeping statement, su The Spectator, 7 agosto 2010. URL consultato il 3 marzo 2019.
  7. ^ (EN) None-Do not Delete, On Tour AVERY FISHER HALL 10 Lincoln Center..., su www.nypress.com. URL consultato il 3 marzo 2019.
  8. ^ https://variety.com/2001/music/reviews/judi-connelli-1200468822/
  9. ^ (EN) Sito web del Dipartimento del Primo Ministro e del Governo: dettaglio decorato.

Collegamenti esterniModifica