Junk science (o scienza spazzatura) è un termine usato nelle controversie politiche e legali negli Stati Uniti, per indicare dati scientifici, di ricerca o di analisi giudicati come falsi o tendenziosi.[1] Il termine è usato per trasmettere una connotazione negativa sul fatto che la ricerca posta in discussione di validità sia stata svolta sotto la guida di interessi politici, ideologici, finanziari, o altri motivazioni non scientifiche. In altre parole il termine indicherebbe una voluta distorsione dei metodi scientifici al fine di raggiungere conclusioni che non sarebbero accettabili o confermate se svolte tramite ricerche scientifiche corrette.

Utilizzo del termineModifica

Il termine è stato utilizzato per la prima volta in relazione alle testimonianze di esperti in materia di contenziosi civili.

Più recentemente, è stato utilizzato per criticare e sminuire le ricerche sugli effetti nocivi per l'ambiente[2] (come nei casi in cui vengono contrapposte differenti teorie sull'effetto serra o sulla pericolosità degli OGM) o la salute pubblica (tipico esempio ipotesi sulle possibili modalità di contagio dell'AIDS) causate o indotte dalle attività commerciali, industriali produttive, oppure in risposta a queste critiche. Il termine "junk science" è spesso contrapposto a "sound science", un termine usato per descrivere gli studi che favoriscono il punto di vista dell'accusatore. Entrambi questi termini non hanno una definizione o una applicazione all'interno della comunità scientifica, bensì sono termini utilizzati nell'ambito dei dibattiti politici.

L'utilizzo del termine in dispute aventi come oggetto interessi politici o economici nel dibattito su ricerche o ipotesi scientifiche controverse, è il discriminante che distingue quello che viene categorizzato come junk science da quello che viene valutato come pseudoscienza ed invece discusso in contesti scientifici.

NoteModifica

  1. ^ G. Di Paolo 2008
  2. ^ D. Davis 2008

BibliografiaModifica

  • Dan Agin, Junk Science: How Politicians, Corporations, and Other Hucksters Betray Us, 2006. ISBN 0-312-35241-7.
  • Peter W. Huber, Galileo's Revenge: Junk Science in the Courtroom, 1993. ISBN 0-465-02624-9.
  • Steven J. Milloy,Difendersi dalla Spazzatura Scientifica (Junk Science Judo),Edigestalt, 2007.
  • Susan Kiss Sarnoff, Sanctified Snake Oil: The Effect of Junk Science on Public Policy, 2001. ISBN 0-275-96845-6.
  • Gabriella Di Paolo, "Tecnologie del controllo" e prova penale- L'esperienza statunitense e spunti per la comparazione, CEDAM, 2008, ISBN 8813283482
  • Devra Davis, Quando il fumo scorreva come l'acqua. Inganni ambientali e battaglie contro l'inquinamento, BLU Edizioni, 2004, ISBN 8887417776
  • Lori Wallach, Michelle Sforza, Ralph Nader, Ester Dornetti, Maurizio Meloni, WTO. Tutto quello che non vi hanno mai detto sul commercio globale, Feltrinelli Editore, 2002, ISBN 8807816687

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica