Apri il menu principale

Justin Houston

giocatore di football americano statunitense
Justin Houston
Justin Houston (cropped).jpg
Houston nel 2011.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 191 cm
Peso 117 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Linebacker
Squadra Indianapolis Colts
Carriera
Giovanili
2008–2010 Georgia Bulldogs
Squadre di club
2011–2018 Kansas City Chiefs
2019– Indianapolis Colts
Statistiche
Partite 102
Partite da titolare 96
Tackle 382
Sack 78,5
Intercetti 4
Fumble forzati 5
Palmarès
Selezioni al Pro Bowl 4
All-Pro 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 14 gennaio 2019

Justin Donovan Houston (Chico, 21 gennaio 1989) è un giocatore di football americano statunitense che milita nel ruolo di linebacker per gli Indianapolis Colts della National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del terzo giro (70° assoluto) del Draft NFL 2011 dai Kansas City Chiefs. Al college ha giocato a football per Georgia venendo premiato come All-American.

Carriera professionisticaModifica

Kansas City ChiefsModifica

Houston fu scelto nel corso del terzo giro del Draft 2011 dai Kansas City Chiefs[1]. Houston era inizialmente pronosticato come una scelta della fine del primo giro, ma dopo essere stato testato positivo alla marijuana all'NFL Combine scese al terzo giro. Nella sua stagione da rookie disputò tutte le 16 gare, 10 delle quali come titolare, mettendo a segno 56 tackle e 5,5 sack.

Nella settimana 6 della stagione 2012, Houston fece registrare il suo primo intercetto in carriera. Dopo aver terminato la stagione con 66 tackle e 10,0 sack fu convocato per il suo primo Pro Bowl al posto dell'infortunato Von Miller e fu votato al numero 49 nella classifica dei migliori cento giocatori della stagione[2]

Nella prima gara della stagione 2013, Houston mise a segno ben 3 sack su Blaine Gabbert dei Jacksonville Jaguars[3], venendo premiato come miglior difensore della AFC della settimana[4]. Un'altra prestazione notevole la disputò nella vittoria della settimana 3 sui Philadelphia Eagles in cui mise a segno 7 tackle, 4,5 sack, 1 fumble forzato e 2 fumble recuperati[5] e ancora una volta venne premiato come difensore della AFC della settimana[6]. A fine mese fu premiato per la prima volta in carriera come miglior difensore della AFC di settembre[7]. Houston continuò a giocare bene finché nella settimana 12 contro i Chargers fu costretto ad uscire anzitempo per un infortunio[8]. Il 27 dicembre fu premiato con la seconda convocazione al Pro Bowl in carriera[9] e votato al 57º posto nella NFL Top 100 dai suoi colleghi[10].

Houston aprì la stagione 2014 con due sack su Jake Locker dei Titans ma i Chiefs furono sconfitti in casa[11]. Altri due li fece registrare nella netta vittoria del Monday Night Football della settimana 4 sui Patriots[12]. Nella settimana 8 ne totalizzò tre su Austin Davis dei Rams, salendo a quota dieci, superando Von Miller in testa alla classifica parziale di specialità a metà stagione. Nella settimana 14 ne mise a segno altri due su Drew Stanton, arrivando a quota 16. Nell'ultimo turno fece registrare quattro sack su Philip Rivers dei Chargers, superando il record stagionale di franchigia di Derrick Thomas e guidando la NFL con 22, a sola mezza lunghezza dal record NFL di Michael Strahan[13]. Nella stessa annata stabilì anche i nuovi primati personali per tackle (68) e fumble forzati (4), venendo convocato per il terzo Pro Bowl in carriera[14] e inserito nel First-team All-Pro[15].

Il 2 marzo 2015, i Chiefs applicarono su Houston la franchise tag[16]. Con due sack nel secondo turno contro i Broncos superò quota 50 in carriera[17]. Nell'ottavo turno fece registrare un intercetto su Matthew Stafford nella gara vinta a Londra contro i Lions. Nella settimana 11 intercettò un passaggio di Philip Rivers ritornandolo per 17 yard in touchdown nella vittoria esterna sui Chargers. Houston fu costretto a saltare le ultime cinque gare della stagione regolare a causa di un infortunio al ginocchio ma guidò comunque la squadra con 7,5 sack e fu convocato per il quarto Pro Bowl consecutivo[18].

 
Houston mentre firma un autografo nel training camp 2018

A causa dell'infortunio dell'anno precedente, Houston poté debuttare nella stagione 2016 solo nell'undicesimo turno, chiudendo l'anno con 5 presenze e 4 sack che lo portarono a quota 60 in carriera.

Houston iniziò la stagione 2017 con due sack su Tom Brady nella vittoria a sorpresa in casa dei Patriots campioni in carica.[19] La sua annata si chiuse con 9,5 sack, il suo massimo dal 2014.

Nel 2018 Houston mise a segno 9 sack e un nuovo primato personale di 5 fumble forzati in 12 partite. Nei playoff fece registrare due sack nel divisional round vinto contro gli Indianapolis Colts.

Indianapolis ColtsModifica

Il 21 marzo 2019 Houston firmò un contratto biennale del valore di 24 milioni di dollari con gli Indianapolis Colts.[20] Nella prima partita con la nuova maglia mise subito a segno un sack su Philip Rivers dei Los Angeles Chargers. Nel quinto turno contro i suoi ex Chiefs fu premiato come difensore della AFC della settimana dopo avere fatto registrare 4 tackle (di cui 2 con perdita di yard) e un sack.[21]

PalmarèsModifica

2012, 2013, 2014, 2015
2014
  • Difensore della AFC del mese: 1
settembre 2013
  • Difensore della AFC della settimana: 3
1ª e 3ª del 2013, 5ª del 2019
2014

NoteModifica

  1. ^ (EN) 2011 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame, 2 maggio 2011. URL consultato il 28 settembre 2012.
  2. ^ (EN) Top 100 Players of 2013, NFL.com, 31 maggio 2013. URL consultato il 31 maggio 2013.
  3. ^ (EN) Game Center: Kansas City 28 Jacksonville 2, NFL.com, 8 settembre 2013. URL consultato il 9 settembre 2013.
  4. ^ (EN) Houston Named AFC Defensive Player of the Week, chiefswarpath.com, 11 settembre 2013. URL consultato il 21 settembre 2013.
  5. ^ (EN) Game Center: Kansas City 26 Philadelphia 16, NFL.com, 19 settembre 2013. URL consultato il 20 settembre 2013.
  6. ^ (EN) Broncos' Peyton Manning among Players of the Week, NFL.com, 25 settembre 2013. URL consultato il 25 settembre 2013.
  7. ^ (EN) Peyton Manning, Jimmy Graham win players of month, NFL.com, 3 ottobre 2013. URL consultato il 3 ottobre 2013.
  8. ^ (EN) Game Center: San Diego 41 Kansas City 38, NFL.com, 24 novembre 2013. URL consultato il 25 novembre 2013.
  9. ^ (EN) 2014 Pro Bowl: Complete rosters, NFL.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  10. ^ (EN) The Top 100 Players of 2014, NFL.com, 5 giugno 2014. URL consultato il 6 giugno 2014.
  11. ^ (EN) Game Center: Tenneessee 26 Kansas City 10, NFL.com, 7 settembre 2014. URL consultato l'8 settembre 2014.
  12. ^ (EN) Game Center: New England 14 Kansas City 41, NFL.com, 28 settembre 2014. URL consultato il 30 settembre 2014.
  13. ^ Nfl, i verdetti della regular season Baltimore e Carolina ai playoff, La Gazzetta dello Sport, 29 dicembre 2014. URL consultato il 29 dicembre 2014.
  14. ^ (EN) Complete Pro Bowl Roster, NFL.com, 23 dicembre 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  15. ^ (EN) 2014 All-Pro Teams, NFL.com, 2 gennaio 2015. URL consultato il 2 gennaio 2015.
  16. ^ (EN) Franchise Tag Tracker, NFL.com, 2 marzo 2015. URL consultato il 2 marzo 2015.
  17. ^ (EN) Game Center: Denver 31 Kansas City 24, NFL.com, 18 settembre 2015. URL consultato il 18 settembre 2015.
  18. ^ (EN) 2016 Pro Bowl roster, NFL.com, 22 dicembre 2015. URL consultato il 23 dicembre 2015.
  19. ^ (EN) Game Center: Kansas City 42 New England 27, NFL.com, 7 settembre 2017. URL consultato il 9 settembre 2017.
  20. ^ (EN) Herbie Teope, Colts sign All-Pro pass rusher Justin Houston, su NFL.com, 21 marzo 2019.
  21. ^ (EN) Deshaun Watson, Aaron Jones among Players of the Week, su NFL.com, 9 ottobre 2019. URL consultato il 9 ottobre 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica