Apri il menu principale

Juventus Football Club 1960-1961

1leftarrow blue.svgVoce principale: Juventus Football Club.

Juventus Football Club
Juventus Football Club 1960-1961.jpg
Stagione 1960-1961
AllenatoreItalia Carlo Parola
Direttore tecnicoArgentina Italia Renato Cesarini (1ª-12ª)[1]
Svezia Gunnar Gren (16ª-34ª)[2]
PresidenteItalia Umberto Agnelli
Serie A1º posto (in Coppa dei Campioni)
Coppa Italia3º posto
Coppa dei CampioniSedicesimi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Sarti (34)
Miglior marcatoreCampionato: Sívori (25)
StadioComunale

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Juventus Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 1960-1961.

StagioneModifica

Nel campionato 1960-1961 la Juventus vinse il suo dodicesimo scudetto, ottenuto con 49 punti in classifica, staccando le due milanesi e più dirette rivali, il Milan e l'Inter, rispettivamente di 4 e 5 lunghezze. In Coppa Italia, dopo aver superato in sequenza la Sambenedettese agli ottavi (1-4) e la Sampdoria ai quarti (0-2), il cammino bianconero s'interruppe in semifinale dinanzi alla Fiorentina futura vincitrice del trofeo (3-1); la Juventus chiuse l'edizione al terzo posto, dopo aver superato i concittadini del Torino in un finalina di consolazione risoltasi ai tiri di rigore.[3] In Coppa dei Campioni i bianconeri lasciarono la competizione già al primo turno, superati dal CSKA Sofia nel doppio confronto, vincendo la sfida di andata in Piemonte (2-0) ma perdendo poi nettamente il retour match in Bulgaria (1-4).

MaglieModifica

Casa
Trasferta
1ª portiere
2ª portiere

RosaModifica

RisultatiModifica

CampionatoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1960-1961.

Girone di andataModifica

Udine
25 settembre 1960
1ª giornata
Udinese0 – 1JuventusStadio Moretti
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Torino
2 ottobre 1960
2ª giornata
Juventus3 – 1LazioStadio Comunale
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Ferrara
9 ottobre 1960
3ª giornata
SPAL1 – 2JuventusStadio Comunale
Arbitro:  Francescon (Padova)

Torino
16 ottobre 1960
4ª giornata
Juventus4 – 1CataniaStadio Comunale
Arbitro:  Butti (Como)

Firenze
23 ottobre 1960
5ª giornata
Fiorentina3 – 0JuventusStadio Comunale
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Torino
6 novembre 1960
6ª giornata
Juventus3 – 4MilanStadio Comunale
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Torino
13 novembre 1960
7ª giornata
Torino0 – 0JuventusStadio Filadelfia
Arbitro:  Francescon (Padova)

Torino
20 novembre 1960
8ª giornata
Juventus3 – 0BolognaStadio Comunale
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Roma
27 novembre 1960
9ª giornata
Roma2 – 1JuventusStadio Olimpico
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Torino
4 dicembre 1960
10ª giornata
Juventus2 – 0L.R. VicenzaStadio Comunale
Arbitro:  Babini (Ravenna)

Milano
18 dicembre 1960
11ª giornata
Inter3 – 1JuventusStadio San Siro
Arbitro:  Adami (Roma)

Torino
25 dicembre 1960
12ª giornata
Juventus3 – 2SampdoriaStadio Comunale
Arbitro:  Francescon (Padova)

Lecco
1º gennaio 1961
13ª giornata
Lecco2 – 2JuventusStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Bergamo
8 gennaio 1961
14ª giornata
Atalanta2 – 2JuventusStadio Comunale
Arbitro:  Di Tonno (Lecce)

Torino
15 gennaio 1961
15ª giornata
Juventus2 – 2NapoliStadio Comunale
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Torino
22 gennaio 1961
16ª giornata
Juventus2 – 1PadovaStadio Comunale
Arbitro:  Campanati (Milano)

Bari
29 gennaio 1961
17ª giornata
Bari0 – 1JuventusStadio della Vittoria
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Girone di ritornoModifica

Torino
5 febbraio 1961
18ª giornata
Juventus5 – 1UdineseStadio Comunale
Arbitro:  Di Tonno (Lecce)

Roma
12 febbraio 1961
19ª giornata
Lazio1 – 4JuventusStadio Olimpico
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Torino
19 febbraio 1961
20ª giornata
Juventus1 – 0SPALStadio Comunale
Arbitro:  Francescon (Padova)

Catania
26 febbraio 1961
21ª giornata
Catania1 – 2JuventusStadio Cibali
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Torino
5 marzo 1961
22ª giornata
Juventus3 – 0FiorentinaStadio Comunale
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Milano
12 marzo 1961
23ª giornata
Milan3 – 1JuventusStadio San Siro
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Torino
19 marzo 1961
24ª giornata
Juventus1 – 0TorinoStadio Comunale
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Bologna
26 marzo 1961
25ª giornata
Bologna2 – 4JuventusStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Torino
2 aprile 1961
26ª giornata
Juventus3 – 0RomaStadio Comunale
Arbitro:  Francescon (Padova)

Vicenza
9 aprile 1961
27ª giornata
L.R. Vicenza0 – 1JuventusStadio Romeo Menti
Arbitro:  Adami (Roma)

Torino
16 aprile 1961
28ª giornata[5]
Juventus9 – 1InterStadio Comunale
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Genova
30 aprile 1961
29ª giornata
Sampdoria3 – 2JuventusStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Torino
7 maggio 1961
30ª giornata
Juventus4 – 2LeccoStadio Comunale
Arbitro:  Di Tonno (Lecce)

Torino
14 maggio 1961
31ª giornata
Juventus3 – 2AtalantaStadio Comunale
Arbitro:  Babini (Ravenna)

Napoli
21 maggio 1961
32ª giornata
Napoli0 – 4JuventusStadio San Paolo
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Padova
30 maggio 1961
33ª giornata
Padova1 – 0JuventusStadio Silvio Appiani
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Torino
4 giugno 1961
34ª giornata
Juventus1 – 1BariStadio Comunale
Arbitro:  Adami (Roma)

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1960-1961.
San Benedetto del Tronto
25 gennaio 1961
Ottavi di Finale
Sambenedettese1 – 4JuventusStadio Fratelli Ballarin
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Genova
3 maggio 1961
Quarti di Finale
Sampdoria0 – 2JuventusStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Firenze
10 maggio 1961
Semifinale
Fiorentina3 – 1JuventusStadio Comunale
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Torino
29 giugno 1961
Finale 3º posto
Juventus2 – 2
(d.t.s.)
TorinoStadio Comunale
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

NoteModifica

  1. ^ Come Cesarini ha giocato d'anticipo, in Corriere dello Sport, 28 dicembre 1960, p. 6.
  2. ^ Ufficialmente Gren alla guida della Juve, in Corriere dello Sport, 10 gennaio 1961, p. 4.
  3. ^ Vittorio Pozzo, Il derby Juventus-Torino dai calci di rigore: 5 a 4, in La Stampa, 30 giugno 1961, p. 8.
  4. ^ Acquistato nella sessione autunnale di calciomercato.
  5. ^ Partita sospesa al minuto 31' dall'arbitro Sig. Carlo Gambarotta per invasione di campo sul punteggio (0-0). Su delibera della Lega Nazionale veniva stabilito lo (0-2) a tavolino in data 24 aprile 1961. Dopo ricorso juventino la Commissione di Appello Federale in data 3 giugno 1961 dispone di far ripetere la partita in data 10 giugno 1961. L'Inter per protesta manda in campo una formazione giovanile.

Collegamenti esterniModifica