Juventus Football Club 2015-2016

1leftarrow blue.svgVoce principale: Juventus Football Club.

Juventus Football Club
Juventus Coppa Italia 2016.jpg
Giorgio Chiellini riceve dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella il trofeo della Coppa Italia
Stagione 2015-2016
AllenatoreItalia Massimiliano Allegri
All. in secondaItalia Marco Landucci
PresidenteItalia Andrea Agnelli
Serie A1º posto (in Champions League)
Coppa ItaliaVincitrice
Champions LeagueOttavi di finale
Supercoppa italianaVincitrice
Maggiori presenzeCampionato: Bonucci (36)
Totale: Bonucci, Pogba (49)
Miglior marcatoreCampionato: Dybala (19)
Totale: Dybala (23)
StadioJuventus Stadium (41 475)
Abbonati25 694[1]
Maggior numero di spettatori41 332 vs Bayern Monaco
(23 febbraio 2016)[2]
Minor numero di spettatori29 250 vs Chievo
(12 settembre 2015)[3]
Media spettatori38 662[1]¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 21 maggio 2016

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Juventus Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 2015-2016.

Indice

StagioneModifica

 
Il neoacquisto argentino Paulo Dybala, nonostante la giovane età, diventa presto tra i punti fermi della rinnovata squadra bianconera.

L'estate 2015 segna un corposo rinnovamento della squadra bianconera.[4][5] Considerato concluso il ciclo aperto nel 2011, capace di portare quattro scudetti consecutivi nella bacheca juventina, la società opta per un robusto svecchiamento dei ranghi: date le partenze di alcuni dei protagonisti nei successi delle precedenti stagioni, Llorente, Pirlo, Tévez e Vidal, nonché di vari punti fermi tra le seconde linee quali Pepe e Storari, arrivano agli ordini del confermato Allegri calciatori di esperienza quali l'ala colombiana Cuadrado, il centrocampista tedesco Khedira e l'ariete croato Mandžukić, affiancati a elementi inizialmente meno noti come l'esterno brasiliano Alex Sandro, o promettenti giovani quali l'attaccante argentino Dybala[6] — l'acquisto più oneroso del mercato bianconero in quest'annata[7] — e due prospetti italiani, il difensore Rugani e la punta Zaza.[6]

La nuova Juventus debutta l'8 agosto 2015 a Shanghai, aggiudicandosi la sua 7ª Supercoppa italiana dopo aver battuto la Lazio grazie a un 2-0 a opera dei neoacquisti Mandžukić e Dybala.[8] Meno positivo è invece l'avvio in Serie A, coi bianconeri che escono sconfitti dagli impegni agostani delle prime due giornate, rispettivamente, contro Udinese e Roma: per la prima volta nella sua storia la Vecchia Signora perde la prima di campionato davanti al proprio pubblico,[9] mentre con la sconfitta nella successiva trasferta capitolina incappa in un record negativo mai accadutole prima dall'istituzione del girone unico, e con il solo precedente della Prima Categoria 1912-1913.[10][11] Per i successivi due mesi la formazione torinese — rallentata sia dalla necessità di assemblare un nuovo gruppo di giocatori,[6] sia da numerosi problemi fisici in cui incappa la rosa[12][13] (su tutti lo stop cui è temporaneamente costretto Lichtsteiner, causa un'aritmia benigna risolta con un intervento di ablazione al cuore[14]) — non riesce a invertire questo trend: la prima vittoria della stagione arriva solo alla quarta giornata, sul campo del Genoa,[15] cui segue un andamento altalenante culminato nella sconfitta esterna del 28 ottobre contro il Sassuolo,[16] che dopo dieci turni fa scivolare i campioni uscenti all'undicesimo posto della graduatoria nonché a −11 dalla vetta, portando in questa fase vari addetti ai lavori a escluderli anticipatamente dalla lotta per lo scudetto oltreché a bocciare frettolosamente il progetto di rinnovamento deciso dalla società.[17][18][19]

 
Tra la 19ª e la 30ª giornata Gianluigi Buffon stabilisce con 974' il record assoluto d'imbattibilità del campionato italiano, superando dopo 90 anni i 934' detenuti da altro juventino, Gianpiero Combi.[20]

Tuttavia proprio da qui i piemontesi — nel frattempo ricompattatisi a livello di spogliatoio[21][22][23] e tornati tatticamente ad affidarsi, dopo infruttuosi esperimenti, a quel 3-5-2 alla base del precedente quadriennio di successi[13][24][25] — iniziano a risalire la china inanellando una serie di vittorie che già alla sosta natalizia li riporta tra le pretendenti al titolo;[6][24][26] spinta anche dalla crescita mostrata dal ventunenne Dybala, presto divenuto tra i punti fermi dell'undici titolare,[13][27][28][29] con il successo di Marassi sulla Sampdoria la Juventus chiude il girone di andata al secondo posto,[30] a –2 dal Napoli campione d'inverno,[31] proseguendo poi la sua striscia vincente fino allo scontro diretto coi partenopei di Sarri, il 13 febbraio 2016 a Torino, quando l'1-0 siglato da Zaza allo scadere vale ai padroni di casa il quindicesimo successo consecutivo[32] — la più lunga serie vincente della storia bianconera[33] —, che per la prima volta in stagione li porta in testa alla classifica.[34][35] Nelle settimane seguenti i piemontesi legittimano il primato grazie soprattutto a una retroguardia ermetica[36] che, contando sulle prestazioni di Buffon e della linea difensiva BBC (Barzagli-Bonucci-Chiellini) ormai divenuta tra le più note della storia bianconera[37][38] – e che seppur meno compatta rispetto al passato causa infortuni, trova in elementi quali Alex Sandro e Rugani delle valide alternative[36] —, permette al capitano di stabilire il nuovo primato d'imbattibilità del massimo campionato italiano per un portiere (974'),[39] e alla squadra di inanellare 10 gare consecutive senza subire reti, record della massima serie italiana;[40] la striscia viene interrotta da un rigore del torinista Belotti in occasione del derby del 21 marzo, comunque vinto 4-1.[41]

Gli uomini di Allegri compiono il decisivo allungo verso il titolo nel mese di aprile, approfittando di una crisi di risultati del Napoli che permette così ai bianconeri di distanziarli in maniera incolmabile,[42][43] riconfermandosi di fatto campioni d'Italia con il successo 2-1 nell'accesa e convulsa trasferta di Firenze del 24 aprile — risoltasi nei minuti finali, con il gol-scudetto di Morata e un calcio di rigore parato da Buffon —,[44] e festeggiato matematicamente il giorno dopo grazie alla sconfitta degli azzurri sul campo della Roma:[45] portando a conclusione una rimonta-record[46][47] apparsa per lunghi tratti proibitiva, sia giornalisticamente sia statisticamente — «nessuno, nella storia era risalito dal baratro in cui era sprofondata la Juve d'inizio stagione; nessuno aveva mai infilato la stratosferica serie di 24 vittorie su 25 seguita a quell'avvio infelice; nessuno, nemmeno il grande Zoff, aveva saputo chiudere la sua porta tanto a lungo quanto il Buffon di questo campionato» —,[48] dopo 81 anni la Juventus bissa il suo Quinquennio d'oro divenendo inoltre la prima squadra, nella storia del calcio italiano, a mettere assieme due diverse serie vincenti di cinque campionati consecutivi.[49]

«[...] Questo è uno scudetto epocale, per l'importanza, visto che è il quinto consecutivo, e per come lo abbiamo vinto, con una rimonta secondo me incredibile, impressionante...»[50]
Gianluigi Buffon, 25 aprile 2016.

Più lineare il cammino juventino nelle coppe. In Champions League,[51] in un equilibrato girone che oltre ai finalisti della precedente edizione vede gli inglesi del Manchester City, gli spagnoli del Siviglia detentori dell'Europa League e i tedeschi del Borussia M'gladbach,[52] i piemontesi ottengono la matematica qualificazione alla fase a eliminazione diretta con una giornata di anticipo, grazie alla vittoria interna del 25 novembre 2015 sui mancuniani;[53] tuttavia la sconfitta rimediata all'ultima giornata sul campo di Siviglia relega i bianconeri al secondo posto del proprio raggruppamento[54] e all'accoppiamento, negli ottavi di finale, con un club di prima fascia, i teutonici del Bayern Monaco.[55] Nel doppio confronto i torinesi riescono a ridurre la forbice con i favoriti bavaresi, non riuscendo tuttavia a superare il turno: dopo aver recuperato due reti nella gara di andata allo Stadium,[56] nel ritorno all'Allianz Arena gli uomini di Allegri sono a lungo virtualmente qualificati fin quando subiscono al 90' il gol che porta il confronto ai supplementari, dove la squadra di Guardiola ha la meglio per 4-2 estromettendo così gli italiani dalla competizione.[57]

In Coppa Italia la Juventus inizia la propria campagna di difesa del trofeo dagli ottavi di finale, dove allo Stadium supera di goleada i concittadini del Torino,[58] ottenendo poi l'accesso alle semifinali con il successo nei quarti in casa della Lazio, battuta con il minimo scarto grazie alla goal-line technology.[59] Più complicata si rivela la semifinale, un doppio derby d'Italia con l'Inter: nonostante la vittoria 3-0 maturata nell'andata allo Stadium,[60] i bianconeri non riescono a gestire il vantaggio nella sfida di ritorno a San Siro, cedendo con il medesimo rovescio all'undici di Mancini e traghettando così il confronto sino ai tiri di rigore prima di avere la meglio dei nerazzurri e assicurarsi la loro seconda finale consecutiva nella manifestazione[61] — cosa che non accadeva dai tempi del Trio Magico, 56 anni addietro.[62] Nella decisiva sfida del 21 maggio all'Olimpico di Roma, la Juventus vince la sua undicesima Coppa Italia e seconda consecutiva, superando 1-0 il Milan grazie a un gol di Morata arrivato nel secondo tempo supplementare:[63] così facendo i torinesi sono i primi, nella storia del calcio italiano, a conquistare due double nazionali di fila; chiudendo infine l'annata con in bacheca tutti e tre i trofei stagionali (campionato, coppa e supercoppa nazionale) organizzati dalla Lega Serie A, i bianconeri inanellano il loro primo treble nazionale.[64]

Maglie e sponsorModifica

Per quanto concerne la fornitura tecnica, dopo dodici anni la Juventus chiude il rapporto con Nike accordandosi, a partire da questa stagione, con adidas;[65] un passaggio di consegne già ufficializzato a suo tempo nel 2013.[66] Come sponsor principale permane, per il quarto anno, la casa automobilistica Jeep. A fronte dei successi sportivi maturati nella stagione precedente, per la terza volta nella storia bianconera (come già nel 1960-1961 e nel 1995-1996) compaiono assieme, sulle maglie, lo scudetto e la coccarda tricolore. Inoltre, sempre sopra le proprie uniformi, per la prima volta il club sceglie di mostrare anche la terza stella, che assieme alle altre due va a sormontare lo stemma societario.[67]

Per il suo esordio assoluto con la squadra torinese, il marchio tedesco disegna un prima divisa caratterizzata da una palatura piuttosto fitta della maglia – sono ben 11 le strisce, 6 nere e 5 bianche –, adottando inoltre una particolare cucitura che conferisce a esse un effetto zigzag; la zona posteriore della casacca è invece contraddistinta da un grande pannello bianco sulla schiena, atto a contenere nomi e numeri dei giocatori. Il tutto è accompagnato a pantaloncini e calzettoni, come da tradizione, bianchi.[65] Eccezionalmente, in occasione dell'incontro della 38ª e ultima giornata del campionato di Serie A, giocato allo Stadium contro la Sampdoria, e della finale di Coppa Italia, giocata all'Olimpico di Roma contro il Milan, la Juventus scende in campo con la divisa casalinga della stagione 2016-2017.[68]

Casa

Casa
(maggio 2016)
Trasferta

Terza divisa

 
La retroguardia BBC — da sinistra: Giorgio Chiellini, Leonardo Bonucci e Andrea Barzagli — in azione nella trasferta di Frosinone con la terza divisa juventina della stagione, nera con dettagli bianco-oro.

Per la seconda uniforme viene invece rispolverato lo storico completo casalingo utilizzato dai calciatori juventini sino al 1903, quando questi scendevano in campo vestiti di rosanero. L'originaria camicia rosa d'inizio Novecento è stata reinterpretata da adidas con l'apposizione di una fascia sul petto, composta da righe bianche e rosa scuro, un dettaglio a sua volta richiamato sui calzettoni; neri, invece, i pantaloncini.[65] La terza uniforme consiste invece in una maglia nera con bordini e dettagli – compreso lo stemma del club – in oro, pantaloncini che sfumano nel bianconero, e calzettoni bianchi.[69] Questa fa parte della collezione spark in the night che lega sei dei club più vincenti d'Europa (oltre alla Juve, Bayern Monaco, Chelsea, Manchester Utd, Milan e Real Madrid) vestiti nella stagione 2015-2016 da adidas:[70] uniformi accomunate dall'uso di un colore scuro di base, e disegnate con l'intento di rendere omaggio alla storia, ai tifosi e alle città d'origine delle succitate formazioni.[71] Tutte e tre le divise juventine recano inoltre, come personalizzazione, un elemento stilistico che riprende il design della copertura esterna dello Juventus Stadium: una bordatura inferiore sulle maglie home e away (nera sulla prima, bianca sulla seconda),[65] e un pattern sui pantaloni della third.[69]

Infine, per gli estremi difensori è stata ideata una maglia troncata declinabile in varie colorazioni. In particolare la prima opzione, che utilizza il nero per la zona di spalle e maniche, e il grigio per il resto del busto, riprende la storica uniforme indossata da Dino Zoff[67] nelle sue ultime stagioni juventine, nei primi anni 1980, e poi mantenuta dai suoi eredi in porta per quasi tutto il resto di quel decennio.[72] A questa si affiancano tre varianti monocromatiche, che ricorrono a diversi toni di verde, giallo e blu. Similmente con quanto avvenuto con i calciatori di movimento, anche i portieri juventini scendono eccezionalmente in campo sul finire dell'annata con la divisa della stagione 2016-2017.

1ª portiere

1ª portiere
(maggio 2016)
2ª portiere

3ª portiere

4ª portiere

Organigramma societarioModifica

ORGANI DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO

Consiglio di Amministrazione

Collegio Sindacale

  • Presidente: Paolo Piccatti
  • Sindaci effettivi: Roberto Longo, Silvia Lirici
  • Sindaci supplenti: Roberto Petrignani, Nicoletta Parracchini

AREE E MANAGEMENT

Area gestione aziendale

  • Direttore finanziario: Aldo Mazzia
  • Direttore finanza, pianificazione e controllo: Marco Re
  • Direttore risorse umane e organizzazione: Alessandro Sorbone
  • Responsabile gestione e controllo investimenti immobiliari: Riccardo Abrate
  • Direttore servizi legali e controllo del rischio: Fabio Tucci

Area marketing

  • Responsabile marketing: Alessandro Sandiano
  • Responsabile contabilità: Alberto Mignone
  • Responsabile eventi e museo: Alessandro Sandiano
  • Responsabile partenariato globale: Nicola Verdun

Area comunicazione

  • Direttore comunicazioni e pubbliche relazioni: Claudio Albanese
  • Responsabile information technology: Claudio Leonardi
  • Internal audit senior manager: Luigi Bocchio
  • Direttore controllo interno: Alessandra Borelli
  • Direttore digital media: Federico Palomba
  • Direttore ufficio stampa: Enrica Tarchi
  • Addetto stampa sportivo: Luca Casassa
  • Addetto stampa junior: Cristina Demarie
  • Responsabile comunicazioni corporate e media operations: Gabriella Ravizzotti

Area organizzativa

  • Segretario sportivo: Francesco Gianello
  • Team manager: Matteo Fabris

Area sanitaria

  • Responsabile settore medico: Fabrizio Tencone
  • Responsabile sanitario: Andrea Causarano
  • Medico sociale: Luca Stefanini
  • Rieducatore massofisioterapista: Marco Luison
  • Riatletizzatore: Stefano Grani
  • Massofisioterapisti: Maurizio Delfini, Dario Garbiero, Francesco Pieralisi, Emanuele Randelli e Gianluca Scolaro
  • Nutrizionista: Matteo Pincella
  • Chiropratico: Elio Cavedoni

Area sportiva

  • Direttore sportivo: Fabio Paratici
  • Segretario generale: Maurizio Lombardo

Area tecnica

  • Allenatore: Massimiliano Allegri
  • Allenatore in seconda: Marco Landucci
  • Collaboratori tecnici: Maurizio Trombetta, Aldo Dolcetti, Emilio Doveri, Roberto Bosco
  • Preparatore dei portieri: Claudio Filippi
  • Responsabile preparazione atletica: Simone Folletti
  • Preparatori atletici: Andrea Pertusio, Duccio Ferrari Bravo, Antonio Gualtieri
  • Responsabile Training Check: Roberto Sassi

RosaModifica

CalciomercatoModifica

Sessione estiva (dal 1º/7 al 31/8)Modifica

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Norberto Neto svincolato[79]
D Alex Sandro Porto definitivo (26 milioni €)[80]
D Daniele Rugani Empoli fine prestito
C Juan Cuadrado Chelsea prestito (1,5 milioni €)[81][82]
C Hernanes Inter definitivo (11 milioni €) con bonus (2 milioni €)[83]
C Mauricio Isla QPR fine prestito
C Sami Khedira svincolato[84]
C Mario Lemina O. Marsiglia prestito (0 milioni €) con acquisizione (0,5 milioni €) del diritto di riscatto (9,5 milioni €) con bonus (1 milioni €)[85]
C Roberto Pereyra Udinese riscatto prestito (14 milioni €)
A Paulo Dybala Palermo definitivo (32 milioni €) con bonus (8 milioni €)[86]
A Mario Mandžukić Atlético Madrid definitivo (19 milioni €) con bonus (2 milioni €)[87]
A Simone Zaza Sassuolo definitivo (18 milioni €)[88]
Altre operazioni
R. Nome da Modalità
P Francesco Anacoura Pontedera fine prestito
P Davide Barosi Cremonese definitivo[89]
P Laurențiu Brănescu Haladás fine prestito
P Alberto Brignoli Ternana fine prestito
P Vincenzo Fiorillo Pescara fine prestito
P Vincenzo Fiorillo Sampdoria riscatto compartecipazione[90]
P Alberto Gallinetta Gorica fine prestito
P Nicola Leali Cesena fine prestito
P Filippo Marricchi Ternana definitivo[89]
P Timothy Nocchi Spezia fine prestito
P Carlo Pinsoglio Modena fine prestito
P Simone Rossin Perugia fine prestito
P Gianmarco Vannucchi Renate fine prestito
P Giacomo Volpe Correggese fine prestito
D Luca Barlocco Como fine prestito
D Luca Barlocco Atalanta riscatto compartecipazione[90]
D Nazzareno Belfasti Feralpisalò fine prestito
D Nicolò Curti Como fine prestito
D Ibrahima Diallo Giorgione definitivo[89]
D Federico Di Giovanni Atalanta fine prestito
D Alberto Di Pierri Pro Vercelli fine prestito
D Francesco Ferrari Torino fine prestito
D Pol García Vicenza fine prestito
D Edoardo Goldaniga Perugia fine prestito
D Lorenzo Granatiero Catania fine prestito
D Andrea Granzotto Vicenza fine prestito
D Ahmed Gueye Reggiana fine prestito
D Matteo Liviero Pro Vercelli fine prestito
D Stefano Magnati Pro Vercelli fine prestito
D Hörður Magnússon Cesena fine prestito
D Federico Mattiello Chievo fine prestito
D Alessandro Moretti Pro Vercelli fine prestito
D Stefano Pellizzari Entella fine prestito
D Filippo Penna Den Bosch fine prestito
D Luca Santomauro Pro Vercelli fine prestito
D Frederik Sørensen Verona fine prestito
D Christian Tavanti Mantova fine prestito
D Joel Untersee Vaduz fine prestito
D Andrea Vernero Pro Vercelli fine prestito
D Claudio Zappa Sassuolo definitivo (1,5 milioni €)[82][89]
C Stefano Antezza Spezia fine prestito
C Emil Antonacci Pro Vercelli fine prestito
C Gabriel Appelt Livorno fine prestito
C Stefano Barilli Reggiana fine prestito
C Rodrigo Bentancur Boca Juniors acquisizione (1 milioni €) del diritto di riscatto dalla stagione 2017-2018 (9,4 milioni €)[91]
C Lorenzo Benucci Sassuolo prestito
C Ouasim Bouy Panathīnaïkos fine prestito
C Simone Braccini   Romagna Centro fine prestito
C Marcel Büchel Bologna fine prestito
C Riccardo Capellini Cremonese prestito[89]
C Luca Castiglia Pro Vercelli fine prestito
C Michele Cavion Feralpisalò fine prestito
C Matteo Colla Pro Vercelli prestito[89]
C Franco Cristaldo Boca Juniors acquisizione (1 milioni €) del diritto di riscatto dalla stagione 2017-2018 (8,2 milioni €)[91]
C Adrián Cubas Boca Juniors acquisizione (1 milioni €) del diritto di riscatto dalla stagione 2017-2018 (6,9 milioni €)[91]
C Elio De Silvestro Carpi fine prestito
C Matteo Gerbaudo SPAL fine prestito
C Andrea Giannarelli Barletta fine prestito
C Carlo Ilari Catanzaro fine prestito
C Elvis Kabashi Den Bosch fine prestito
C Marco Laneve Alessandria fine prestito
C Federico Lerta Derthona fine prestito
C Gregorio Luperini Pontedera definitivo[92]
C Vlad Marin Messina fine prestito
C Mattia Paparo   Cariati prestito[89]
C Fausto Rossi Cordoba CF fine prestito
C Andrea Schiavone Modena fine prestito
C Vykintas Slivka Gorica fine prestito
C Giovanni Specchia Pro Vercelli fine prestito
C Leonardo Spinazzola Vicenza fine prestito
C Andrés Tello Envigado riscatto prestito (1,4 milioni €)[82]
C Guido Vadalá Boca Juniors prestito biennale (3,5 milioni €) con diritto di riscatto (9,4 milioni €)[91]
C Lorenzo Venturello Torino fine prestito
C Matteo Vitale Alessandria fine prestito
A Stefano Beltrame Modena fine prestito
A Domenico Berardi Sassuolo fine prestito
A Richmond Boakye Atalanta fine prestito
A Cristian Bunino Pro Vercelli fine prestito[93]
A Alessio Busatta Genoa fine prestito
A Davide Cais Atalanta riscatto compartecipazione[90]
A Edoardo Ceria Den Bosch fine prestito
A Alberto Cerri svincolato[89]
A Simone Condolo Udinese fine prestito
A Luca De Panfilis   San Luigi definitivo[89]
A Manuel De Mitri Pro Vercelli fine prestito
A Mbaye Diagne Westerlo fine prestito
A Marco Di Benedetto Feralpisalò fine prestito
A Anastasios Donis Sassuolo fine prestito
A Nicolò Fagioli Cremonese definitivo[89]
A Alessandro Faiola Bologna fine prestito
A Zoran Josipovic Lugano fine prestito
A Eric Lanini Palermo riscatto compartecipazione[90]
A Francesco Margiotta Real Vicenza fine prestito
A Federico Nacci Torino fine prestito
A Hector Otin Entella fine prestito
A Stefano Padovan Crotone fine prestito
A Cristian Pasquato Pescara fine prestito
A Paolo Pinto Vicenza definitivo[89]
A Nicolò Pozzebon Perugia fine prestito
A Simone Russini Paganese fine prestito
A Alessio Sallustio Torino fine prestito
A Giorgio Siani Atalanta definitivo[89]
A Alhassane Soumah Cesena fine prestito
A Mame Thiam Lanciano fine prestito
A Mame Thiam Lanciano riscatto compartecipazione[90]
A James Troisi Zulte Waregem fine prestito
A Christian Varelli   Borgaro fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Marco Storari Cagliari definitivo[94]
D Paolo De Ceglie O. Marsiglia prestito (0 milioni €)[85]
D Angelo Ogbonna West Ham Utd definitivo (11 milioni €)[95]
C Mauricio Isla O. Marsiglia prestito (0 milioni €) con diritto di riscatto (7 milioni €)[85]
C Luca Marrone Carpi prestito[96]
C Simone Pepe svincolato
C Roberto Pereyra Udinese fine prestito
C Andrea Pirlo svincolato[97]
C Rômulo Verona fine prestito
C Arturo Vidal Bayern Monaco definitivo (37 milioni €) con bonus (3 milioni €)[98]
A Kingsley Coman Bayern Monaco prestito biennale (7 milioni €) con diritto di riscatto (21 milioni €)[99]
A Fernando Llorente svincolato[100]
A Alessandro Matri Milan fine prestito
A Carlos Tévez Boca Juniors definitivo (6,5 milioni €)[91]
Altre operazioni
R. Nome a Modalità
P Francesco Anacoura Rimini prestito[101]
P Laurențiu Brănescu Omonia prestito[102]
P Alberto Brignoli Sampdoria prestito[89]
P Leonardo Citti Pontedera definitivo[103]
P Filippo Dani Udinese prestito[89]
P Vincenzo Fiorillo Pescara prestito con diritto di riscatto e controriscatto[104]
P Alberto Gallinetta Cercle Bruges prestito[105]
P Nicola Leali Frosinone prestito[106]
P Andrea Lubbia Pro Vercelli prestito[104]
P Timothy Nocchi Pro Vercelli prestito[104]
P Carlo Pinsoglio Livorno prestito[104]
P Gianmarco Vannucchi Alessandria definitivo[107]
D Nicolò Curti Pontedera prestito[103]
D Andrea Ferrando Pro Vercelli prestito[104]
D Pol García Como prestito con diritto di riscatto e controriscatto[108]
D Edoardo Goldaniga Palermo risoluzione compartecipazione[90]
D Lorenzo Granatiero Carpi prestito[89]
D Andrea Granzotto Vicenza prestito[104]
D Matteo Liviero Lecce prestito[109]
D Stefano Magnati Pro Vercelli prestito[104]
D Hörður Magnússon Cesena prestito con obbligo di riscatto[110]
D Federico Mattiello Chievo prestito con diritto di riscatto e controriscatto[111]
D Andrea Melani Carpi prestito[89]
D Alessandro Moretti Pro Vercelli prestito[104]
D Luca Pecori Pro Vercelli prestito[104]
D Filippo Penna Lanciano definitivo[104]
D Matteo Ricci Pro Vercelli prestito[104]
D Albert Roussos Cercle Bruges prestito[112]
D Frederik Sørensen Colonia definitivo (1,6 milioni €)[82][113]
D Andrea Vernero Pro Vercelli prestito[104]
D Denny Wang Carpi prestito[89]
C Gabriel Appelt Leganés prestito[104]
C Lorenzo Benucci Prato prestito[114]
C Ouasim Bouy PEC Zwolle prestito[115]
C Marcel Büchel Empoli prestito con diritto di riscatto[116]
C Michele Cavion Carrarese prestito[117]
C Jacopo Ciarmela Cesena prestito[104]
C Alessandro Conti Carpi prestito[89]
C Simone Emmanuello Atalanta risoluzione compartecipazione[90]
C Vlad Galatanu Pro Vercelli prestito[104]
C Elvis Kabashi Pontedera prestito[118]
C Marco Laneve Pro Vercelli prestito[104]
C Gregorio Luperini Pro Vercelli prestito[104]
C Saverio Manfreda Pro Vercelli prestito[104]
C Francesco Palma Pro Vercelli prestito[104]
C Fausto Rossi Pro Vercelli prestito[93]
C Vajebah Sakor Westerlo prestito biennale[119]
C Andrea Schiavone Livorno prestito[104]
C Vykintas Slivka Den Bosch prestito[120]
C Giovanni Specchia Pro Vercelli prestito[104]
C Leonardo Spinazzola Perugia prestito con diritto di riscatto e controriscatto[121]
C Andrea Stocco Vicenza prestito[104]
C Andrés Tello Cagliari prestito (1 milioni €) con diritto di riscatto (10 milioni €) e controriscatto[82][122]
C Matteo Vitale Pro Vercelli prestito biennale[104]
A Stefano Beltrame Pro Vercelli prestito[104]
A Domenico Berardi Sassuolo risoluzione compartecipazione (10 milioni €)[123]
A Younes Bnou Marzouk Westerlo prestito[124]
A Richmond Boakye Atalanta risoluzione compartecipazione[90]
A Luigi Bresciani Pro Vercelli prestito[104]
A Sergio Buenacasa Real Saragozza prestito (0 milioni €)[125]
A Mirko Casasanta Carpi prestito[89]
A Edoardo Ceria Atalanta risoluzione compartecipazione[90]
A Alberto Cerri Cagliari prestito (1 milioni €) con diritto di riscatto (5 milioni €) e controriscatto[82][126]
A Davide Cirigliano Pro Vercelli prestito[104]
A Manuel De Mitri Pro Vercelli prestito[104]
A Marco Di Benedetto Lanciano definitivo[104]
A Anastasios Donis Lugano prestito[127]
A Eric Lanini Lanciano prestito con diritto di riscatto e controriscatto[128]
A Alberto Libertazzi Novara risoluzione compartecipazione[90]
A Carlo Manicone Empoli definitivo[89]
A Stefano Monteleone Pro Vercelli prestito[104]
A Federico Naimo Pro Vercelli prestito[104]
A Stefano Padovan Lanciano prestito con diritto di riscatto e controriscatto[128]
A Cristian Pasquato Livorno prestito con diritto di riscatto[129]
A Lorenzo Rosseti Cesena prestito con diritto di riscatto e controriscatto[130]
A Simone Russini Ternana risoluzione compartecipazione[90]
A Alessio Sallustio Carpi definitivo[89]
A Lorenzo Sidella Pro Vercelli prestito[104]
A Alhassane Soumah Videoton prestito[131]
A Mame Thiam Zulte Waregem prestito con diritto di riscatto[132]

Sessione invernale (dal 4/1 al 1º/2)Modifica

Acquisti
R. Nome da Modalità
C Luca Marrone Carpi fine prestito
Altre operazioni
R. Nome da Modalità
P Alberto Gallinetta Cercle Bruges fine prestito[133]
D Pol García Como fine prestito
D Lorenzo Granatiero Carpi fine prestito[89]
D Andrea Granzotto Vicenza fine prestito[133]
C Stefano Barilli Reggiana fine prestito[89]
C Rolando Mandragora Genoa definitivo (6 milioni €) con bonus (6 milioni €)[134]
C Joss Didiba Perugia prestito con diritto di riscatto[133]
C Federico Naimo Pro Vercelli fine prestito[89]
C Albert Roussos Cercle Bruges fine prestito[89]
C Jarno Ruffino Alessandria fine prestito[89]
A Stefano Beltrame Pro Vercelli fine prestito[89]
A Younes Bnou Marzouk Westerlo fine prestito[133]
A Simone Condolo Pordenone fine prestito[89]
A Alessio Di Massimo   Sant'Omero Palmense prestito con diritto di riscatto[133]
A Giacomo Galvagno   Fossano prestito con diritto di riscatto[133]
A Zoran Josipovic Lugano fine prestito[89]
A Eric Lanini Lanciano fine prestito[89]
A Cristian Pasquato Livorno fine prestito[89]
A Mehdi Serroukh Modena prestito con diritto di riscatto[133]
A Giorgio Siani Atalanta fine prestito[89]
Cessioni
R. Nome a Modalità
C Luca Marrone Verona prestito[135]
Altre operazioni
R. Nome a Modalità
P Alberto Gallinetta Naxxar Lions prestito[133]
D Pol García Crotone prestito con diritto di riscatto e controriscatto[136]
D Lorenzo Granatiero Gavorrano prestito[137]
D Andrea Granzotto Montebelluna definitivo[133]
D Riccardo Santoro Chieri prestito[133]
C Stefano Barilli Correggese prestito[138]
C Rolando Mandragora Pescara prestito[134]
C Federico Naimo Carpi prestito[133]
C Albert Roussos Panthrakikos prestito[133]
C Jarno Ruffino Ivrea prestito[133]
C Mattia Vitale Lanciano prestito con diritto di riscatto e controriscatto[139]
A Stefano Beltrame Pordenone prestito[140]
A Younes Bnou Marzouk Angers prestito biennale[133]
A Simone Condolo Tricesimo definitivo[133]
A Zoran Josipovic Aarau prestito[141]
A Eric Lanini Como prestito con diritto di riscatto e controriscatto[133]
A Gianmarco Laurenti Perugia definitivo[104]
A Cristian Pasquato Pescara prestito[133]
A Giorgio Siani Carpi prestito[133]
A King Udoh Lanciano prestito con diritto di riscatto e controriscatto[139]

Operazioni esterne alle sessioniModifica

Acquisti
R. Nome a Modalità
C Mario Lemina O. Marsiglia riscatto prestito (9,5 milioni €)[142]

RisultatiModifica

Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2015-2016.

Girone di andataModifica

Torino
23 agosto 2015, ore 18:00 CEST
1ª giornata
Juventus 0 – 1
referto
Udinese Juventus Stadium (38 697[1] spett.)
Arbitro Mazzoleni (Bergamo)

Roma
30 agosto 2015, ore 18:00 CEST
2ª giornata
Roma 2 – 1
referto
Juventus Stadio Olimpico (55 040[1] spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Torino
12 settembre 2015, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Juventus 1 – 1
referto
Chievo Juventus Stadium (29 250[3] spett.)
Arbitro Guida (Torre Annunziata)

Genova
20 settembre 2015, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Genoa 0 – 2
referto
Juventus Stadio Luigi Ferraris (25 115[1] spett.)
Arbitro Valeri (Roma 2)

Torino
23 settembre 2015, ore 20:45 CEST
5ª giornata
Juventus 1 – 1
referto
Frosinone Juventus Stadium (35 793[1] spett.)
Arbitro Cervellera (Taranto)

Napoli
26 settembre 2015, ore 20:45 CEST
6ª giornata
Napoli 2 – 1
referto
Juventus Stadio San Paolo (40 311[1] spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Torino
4 ottobre 2015, ore 18:00 CEST
7ª giornata
Juventus 3 – 1
referto
Bologna Juventus Stadium (39 330[1] spett.)
Arbitro Celi (Bari)

Milano
18 ottobre 2015, ore 20:45 CEST
8ª giornata
Inter 0 – 0
referto
Juventus Stadio Giuseppe Meazza (79 154[1] spett.)
Arbitro Valeri (Roma)

Torino
25 ottobre 2015, ore 15:00 CET
9ª giornata
Juventus 2 – 0
referto
Atalanta Juventus Stadium (38 720[1] spett.)
Arbitro Di Bello (Brindisi)

Reggio nell'Emilia
28 ottobre 2015, ore 20:45 CET
10ª giornata
Sassuolo 1 – 0
referto
Juventus Mapei Stadium-Città del Tricolore (20 570[1] spett.)
Arbitro Gervasoni (Mantova)

Torino
31 ottobre 2015, ore 18:00 CET
11ª giornata
Juventus 2 – 1
referto
Torino Juventus Stadium (39 828[1] spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

Empoli
8 novembre 2015, ore 15:00 CET
12ª giornata
Empoli 1 – 3
referto
Juventus Stadio Carlo Castellani (14 693[1] spett.)
Arbitro Massa (Imperia)

Torino
21 novembre 2015, ore 20:45 CET
13ª giornata
Juventus 1 – 0
referto
Milan Juventus Stadium (40 841[1] spett.)
Arbitro Mazzoleni (Bergamo)

Palermo
29 novembre 2015, ore 20:45 CET
14ª giornata
Palermo 0 – 3
referto
Juventus Stadio Renzo Barbera (25 737[1] spett.)
Arbitro Valeri (Roma 2)

Roma
4 dicembre 2015, ore 20:45 CET
15ª giornata
Lazio 0 – 2
referto
Juventus Stadio Olimpico (27 740[1] spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Torino
13 dicembre 2015, ore 20:45 CET
16ª giornata
Juventus 3 – 1
referto
Fiorentina Juventus Stadium (38 044[1] spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Modena
20 dicembre 2015, ore 12:30 CET
17ª giornata
Carpi 2 – 3
referto
Juventus Stadio Alberto Braglia (17 755[1] spett.)
Arbitro Giacomelli (Trieste)

Torino
6 gennaio 2016, ore 15:00 CET
18ª giornata
Juventus 3 – 0
referto
Verona Juventus Stadium (40 171[1] spett.)
Arbitro Calvarese (Teramo)

Genova
10 gennaio 2016, ore 20:45 CET
19ª giornata
Sampdoria 1 – 2
referto
Juventus Stadio Luigi Ferraris (25 024[1] spett.)
Arbitro Mazzoleni (Bergamo)

Girone di ritornoModifica

Udine
17 gennaio 2016, ore 15:00 CET
20ª giornata
Udinese 0 – 4
referto
Juventus Stadio Friuli (25 467[1] spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

Torino
24 gennaio 2016, ore 20:45 CET
21ª giornata
Juventus 1 – 0
referto
Roma Juventus Stadium (39 721[1] spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Verona
31 gennaio 2016, ore 12:30 CET
22ª giornata
Chievo 0 – 4
referto
Juventus Stadio Marcantonio Bentegodi (25 000[1] spett.)
Arbitro Doveri (Roma 1)

Torino
3 febbraio 2016, ore 20:45 CET
23ª giornata
Juventus 1 – 0
referto
Genoa Juventus Stadium (37 151[1] spett.)
Arbitro Russo (Nola)

Frosinone
7 febbraio 2016, ore 15:00 CET
24ª giornata
Frosinone 0 – 2
referto
Juventus Stadio Matusa (7 954[1] spett.)
Arbitro Massa (Imperia)

Torino
13 febbraio 2016, ore 20:45 CET
25ª giornata
Juventus 1 – 0
referto
Napoli Juventus Stadium (41 305[1] spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Bologna
19 febbraio 2016, ore 20:45 CET
26ª giornata
Bologna 0 – 0
referto
Juventus Stadio Renato Dall'Ara (29 463[1] spett.)
Arbitro Irrati (Pistoia)

Torino
28 febbraio 2016, ore 20:45 CET
27ª giornata
Juventus 2 – 0
referto
Inter Juventus Stadium (40 204[1] spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

Bergamo
6 marzo 2016, ore 15:00 CET
28ª giornata
Atalanta 0 – 2
referto
Juventus Stadio Atleti Azzurri d'Italia (19 770[1] spett.)
Arbitro Valeri (Roma 2)

Torino
11 marzo 2016, ore 20:45 CET
29ª giornata
Juventus 1 – 0
referto
Sassuolo Juventus Stadium (39 240[1] spett.)
Arbitro Celi (Bari)

Torino
20 marzo 2016, ore 15:00 CET
30ª giornata
Torino 1 – 4
referto
Juventus Stadio Olimpico (24 428[1] spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Torino
2 aprile 2016, ore 20:45 CEST
31ª giornata
Juventus 1 – 0
referto
Empoli Juventus Stadium (39 260[1] spett.)
Arbitro Calvarese (Teramo)

Milano
9 aprile 2016, ore 20:45 CEST
32ª giornata
Milan 1 – 2
referto
Juventus Stadio Giuseppe Meazza (75 393[1] spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Torino
17 aprile 2016, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Juventus 4 – 0
referto
Palermo Juventus Stadium (39 133[1] spett.)
Arbitro Giacomelli (Trieste)

Torino
20 aprile 2016, ore 20:45 CEST
34ª giornata
Juventus 3 – 0
referto
Lazio Juventus Stadium (38 655[1] spett.)
Arbitro Mazzoleni (Bergamo)

Firenze
24 aprile 2016, ore 20:45 CEST
35ª giornata
Fiorentina 1 – 2
referto
Juventus Stadio Artemio Franchi (33 650[1] spett.)
Arbitro Tagliavento (Terni)

Torino
1º maggio 2016, ore 12:30 CEST
36ª giornata
Juventus 2 – 0
referto
Carpi Juventus Stadium (40 316[1] spett.)
Arbitro Irrati (Pistoia)

Verona
8 maggio 2016, ore 20:45 CEST
37ª giornata
Verona 2 – 1
referto
Juventus Stadio Marcantonio Bentegodi (23 423[1] spett.)
Arbitro Maresca (Napoli)

Torino
14 maggio 2016, ore 17:00 CEST
38ª giornata
Juventus 5 – 0
referto
Sampdoria Juventus Stadium (39 272[1] spett.)
Arbitro Gavillucci (Latina)

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2015-2016.

Fase finaleModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2015-2016 (fase finale).
Torino
16 dicembre 2015, ore 20:45 CET
Ottavi di finale
Juventus 4 – 0
referto
Torino Juventus Stadium (32 863[143] spett.)
Arbitro Doveri (Roma 1)

Roma
20 gennaio 2016, ore 20:45 CET
Quarti di finale
Lazio 0 – 1
referto
Juventus Stadio Olimpico (30 799[144] spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Torino
27 gennaio 2016, ore 20:45 CET
Semifinale - Andata
Juventus 3 – 0
referto
Inter Juventus Stadium (39 441[145] spett.)
Arbitro Tagliavento (Terni)

Milano
2 marzo 2016, ore 20:45 CET
Semifinale - Ritorno
Inter 3 – 0
(d.t.s.)
referto
Juventus Stadio Giuseppe Meazza (29 357[146] spett.)
Arbitro Gervasoni (Mantova)

Roma
21 maggio 2016, ore 20:45 CEST
Finale
Milan 0 – 1
(d.t.s.)
referto
Juventus Stadio Olimpico (67 123[147] spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

UEFA Champions LeagueModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2015-2016.

Fase a gironiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2015-2016 (fase a gironi).
Manchester
15 settembre 2015, ore 20:45 CET
Manchester City 1 – 2
referto
Juventus City of Manchester Stadium (50 363[148] spett.)
Arbitro   Skomina

Torino
30 settembre 2015, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Juventus 2 – 0
referto
Siviglia Juventus Stadium (36 499[149] spett.)
Arbitro   Eriksson

Torino
21 ottobre 2015, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Juventus 0 – 0
referto
Borussia M'gladbach Juventus Stadium (40 940[150] spett.)
Arbitro   Thomson

Mönchengladbach
3 novembre 2015, ore 20:45 CET
4ª giornata
Borussia M'gladbach 1 – 1
referto
Juventus Stadion im Borussia-Park (46 217[151] spett.)
Arbitro   Kuipers

Torino
25 novembre 2015, ore 20:45 CET
5ª giornata
Juventus 1 – 0
referto
Manchester City Juventus Stadium (38 193[152] spett.)
Arbitro   Brych

Siviglia
8 dicembre 2015, ore 20:45 CET
6ª giornata
Siviglia 1 – 0
referto
Juventus Stadio Ramón Sánchez-Pizjuán (35 583[153] spett.)
Arbitro   Marciniak

Fase a eliminazione direttaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2015-2016 (fase a eliminazione diretta).
Torino
23 febbraio 2016, ore 20:45 CET
Ottavi di finale - Andata
Juventus 2 – 2
referto
Bayern Monaco Juventus Stadium (41 332[2] spett.)
Arbitro   Atkinson

Monaco di Baviera
16 marzo 2016, ore 20:45 CET
Ottavi di finale - Ritorno
Bayern Monaco 4 – 2
(d.t.s.)
referto
Juventus Allianz Arena (70 000[154] spett.)
Arbitro   Eriksson

Supercoppa italianaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Supercoppa italiana 2015.
Shanghai
8 agosto 2015, ore 20:00 UTC+8
Finale
Juventus 2 – 0
referto
Lazio Shanghai Stadium (20 000[155] spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

StatisticheModifica

Statistiche di squadraModifica

Statistiche aggiornate al 21 maggio 2016.

Competizione Punti In casa In trasferta Totale D.R.
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
  Serie A 91 19 16 2 1 37 6 19 13 2 4 38 14 38 29 4 5 75 20 +55
  Coppa Italia - 2 2 0 0 7 0 3 1 0 1 1 3 5 4 0 1 9 3 +6
  UEFA Champions League - 4 2 2 0 5 2 4 1 1 2 5 7 8 3 3 2 10 9 +1
  Supercoppa italiana - 1 1 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 2 0 +2
Totale - 26 20 4 1 49 8 26 15 3 7 44 24 52 37 7 8 96 32 +64

Andamento in campionatoModifica

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo C T C T C T C T C T C T C T T C T C T T C T C T C T C T C T C T C C T C T C
Risultato P P N V N P V N V P V V V V V V V V V V V V V V V N V V V V V V V V V V P V
Posizione 12 16 16 13 13 15 12 14 11 12 10 7 6 5 5 4 4 4 2 2 2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Fonte: Serie A – Classifiche, su legaseriea.it.
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatoriModifica

Sono in corsivo i calciatori che hanno lasciato la società a stagione in corso.

Giocatore Serie A Coppa Italia UEFA Champions League Supercoppa italiana Totale
                                       
Asamoah, K. K. Asamoah 1101020000000000013010
Barzagli, A. A. Barzagli 3112020108000100042130
Bonucci, L. L. Bonucci 3636040208010100049390
Buffon, G. G. Buffon 35-17100-0008-9001-00044-2610
Cáceres, M. M. Cáceres 60002000000010009000
Chiellini, G. G. Chiellini 2414140206010000034171
Coman, K. K. Coman 10000000000010002000
Cuadrado, J. J. Cuadrado 2842040108110000040540
Dybala, P. P. Dybala 341910421071101100462330
Evra, P. P. Evra 2625120006000100035251
Favilli, A. A. Favilli 10000000000000001000
Hernanes, Hernanes 1416030005001000022161
Isla, M. M. Isla 10000000000000001000
Khedira, S. S. Khedira 2053110004010000025541
Lemina, M. M. Lemina 1024020101000000013250
Lichtsteiner, S. S. Lichtsteiner 2605051005110100037260
Llorente, F. F. Llorente 10000000000010002000
Mandžukić, M. M. Mandžukić 271050300052001100361350
Marchisio, C. C. Marchisio 23080301050101000320100
Morata, Á. Á. Morata 34760531082200000471290
Neto, N. N. Neto 3-3005-3000-0000-0008-600
Padoin, S. S. Padoin 1212020000000000014120
Pereyra, R. R. Pereyra 1300000002010100016010
Pogba, P. P. Pogba 3581005120810010004910120
Rubinho, Rubinho 0-0010-0000-0000-0000-001
Rugani, D. D. Rugani 1702030101000000021030
Alex Sandro, Alex Sandro 2226150005010000032271
Sturaro, S. S. Sturaro 19160201061301000282100
Zaza, S. S. Zaza 1956132302100000024891

GiovaniliModifica

OrganigrammaModifica

Area direttiva

  • Responsabile settore giovanile: Stefano Braghin

Area organizzativa

  • Segretario settore giovanile: Massimiliano Mazzetta
  • Team manager squadra Primavera: Gianluca Pessotto

Area sportiva

  • Direttore sportivo settore giovanile: Moreno Zocchi
  • Direttore sportivo squadra Primavera: Federico Cherubini
  • Piemonte chief scout: Claudio Sclosa
  • Italy chief scout: Roberto Marta
  • Foreign countries chief scout: Javier Ribalta

Area tecnica

  • Responsabile attività di base: Luigi Milani
  • Coordinatore tecnico attività di base: Antonio Marchio
  • Allenatore squadra Primavera: Fabio Grosso
  • Allenatore squadra Under-17 Serie A-B: Felice Tufano
  • Allenatore squadra Under-15: Davide Cei

Area sanitaria

  • Responsabile medico settore giovanile: Stefano Suraci

PiazzamentiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am Statistiche Spettatori Serie A 2015-2016, su stadiapostcards.com.
  2. ^ a b Juventus Vs. Bayern Monaco (PDF), Union of European Football Associations, 23 febbraio 2016.
  3. ^ a b Incontro disputatosi con la chiusura della Curva Sud, cfr. Juventus-Chievo 1-1: Dybala su rigore salva i bianconeri, su repubblica.it, 12 settembre 2015.
  4. ^ Enrico Turcato, Vidal e la rivoluzione rischiosa, ma necessaria, della Juventus, su it.eurosport.com, 16 luglio 2015.
  5. ^ Lorenzo Vendemiale, Juventus, la rivoluzione dopo l'exploit, su ilfattoquotidiano.it, 16 luglio 2015.
  6. ^ a b c d Giorgio Crico, Il rischio calcolato della Juventus, su contropiede.ilgiornale.it, 18 dicembre 2015.
  7. ^ Dybala-Juve, ora è ufficiale: al Palermo 32 milioni + 8 di bonus, su gazzetta.it, 4 giugno 2015.
  8. ^ Stefano Cieri, Juventus-Lazio 2-0: Mandzukic-Dybala, Allegri fa festa con i nuovi, su gazzetta.it, 8 agosto 2015.
  9. ^ Mirko Graziano, Serie A, Juventus-Udinese 0-1: decide Thereau, i Campioni d'Italia cadono, su gazzetta.it, 23 agosto 2015.
  10. ^ Jacopo Manfredi, Roma-Juventus 2-1, Pjanic e Dzeko lasciano lasciano i bianconeri a quota 0, su repubblica.it, 30 agosto 2015.
  11. ^ Ivan Palumbo, Juventus, 5 punti dolenti (e zero in classifica): ecco cosa non va, su gazzetta.it, 30 agosto 2015.
  12. ^ Enzo Bucchioni, Sarri umilia Allegri, Juve senza gioco né cuore. È già addio allo scudetto, su quotidiano.net, 27 settembre 2015.
  13. ^ a b c Cos'è cambiato nel gioco della Juventus?, su ilpost.it, 5 dicembre 2015.
  14. ^ Juventus, Lichtsteiner operato al cuore: intervento riuscito, starà fuori un mese, su gazzetta.it, 2 ottobre 2015.
  15. ^ Filippo Grimaldi, Genoa-Juventus 0-2: autogol Lamanna e rigore di Pogba, primi 3 punti per Allegri, su gazzetta.it, 20 settembre 2015.
  16. ^ Sassuolo-Juventus 1-0: Sansone riapre la crisi bianconera, su repubblica.it, 28 ottobre 2015.
  17. ^ Juve, ciao scudetto a ottobre. Nessun leader e pochi gol. E Mandzukic..., su gazzetta.it, 28 ottobre 2015.
  18. ^ Giovanni Capuano, La resa della Juventus: addio scudetto, su panorama.it, 28 ottobre 2015.
  19. ^ Simone Eterno, Dentro la crisi della Juventus: quando la storia di Allegri si ripete, su it.eurosport.com, 29 ottobre 2015.
  20. ^ Gabriele Lippi, 40 anni di Buffon: tutti i record del Gigi nazionale, su gqitalia.it, 27 gennaio 2018.
  21. ^ Angelo Carotenuto, Chi comanda in uno spogliatoio, su carotenuto.blogautore.repubblica.it, 18 gennaio 2016.
  22. ^ Zaza: «Dopo Sassuolo, la svolta», su juventus.com, 9 marzo 2016.
  23. ^ Emanuele Gamba, Evra: "Quando dissi: ragazzi, sono in testa Inter e viola...", su repubblica.it, 27 aprile 2016.
  24. ^ a b Fabio Barcellona, La rincorsa della Juventus, su ultimouomo.com, 24 dicembre 2015.
  25. ^ Fabio Barcellona, I segreti di Allegri, su ultimouomo.com, 11 maggio 2016.
  26. ^ La Juventus punta alla storia, su tuttosport.com, 22 dicembre 2015.
  27. ^ Alfredo Giacobbe, Dybala vs Tévez, su ultimouomo.com, 11 novembre 2015.
  28. ^ Andrea Sorrentino, Sfida scudetto a ritmo di tango: è Higuain contro Dybala, su repubblica.it, 18 gennaio 2016.
  29. ^ Cesare Zanotto, Juve campione d'Italia, la stella è Dybala, su sportmediaset.mediaset.it, 25 aprile 2016.
  30. ^ Antonio Farinola, Sampdoria-Juventus 1-2: nona vittoria in fila, bianconeri al secondo posto, su repubblica.it, 10 gennaio 2016.
  31. ^ Timothy Ormezzano, Juventus, Allegri: "C'è sempre da soffrire, ma ora ci divertiamo", su repubblica.it, 11 gennaio 2016.
  32. ^ Marco Gaetani, Juventus-Napoli 1-0: Zaza segna il gol sorpasso, bianconeri in testa, su repubblica.it, 13 febbraio 2016.
  33. ^ Fabio Russo, La Juve e il record: se batte l'Inter la eguaglia, su gazzanet.gazzetta.it, 14 febbraio 2016.
  34. ^ Ivan Palumbo, Juve da scudetto: rimonta da sogno, da -11 alla vetta in 3 mesi e mezzo, su gazzetta.it, 13 febbraio 2016.
  35. ^ Massimo De Luca, Juve Stadium, Piazza dei Miracoli, su circomassimo.corriere.it, 13 febbraio 2016.
  36. ^ a b Valerio Clari, Juve, scudetto nato in difesa. Buffon, Bonucci & co: non solo numeri, su gazzetta.it, 25 aprile 2016.
  37. ^ Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini: i colossi bianconeri che si fanno spazio tra la leggenda, su it.sports.yahoo.com, 29 febbraio 2016.
  38. ^ I due quinquenni, in Juventus Special, Juventus Football Club S.p.A, 29 aprile 2016.
    «Ieri Rosetta-Caligaris-Monti, oggi Bonucci, Barzagli e Chiellini. Paragone impossibile, ma suggestivo. Giorgio Chiellini, a sinistra, è la versione moderna e meno romantica di Umberto Caligaris, difensore da tempesta e assalto. tutto impeto e forza fisica. [...] Accostare Andrea Barzagli a Virginio 'Viri' Rosetta è rendere omaggio ad una leggenda dei nostri tempi: Barzagli viene, si capisce, da un mondo diverso e lontano, ma di Rosetta riproduce, oltre alla grandezza, anche la juventinità. [...] Leonardo Bonucci ha la classe che richiede l'arduo compito di tamponare e subito proporre gioco. Un regista arretrato, giusto il ruolo (fatte tutte le distinzioni del caso) che Luis Monti interpretava negli anni Trenta».
  39. ^ Record di imbattibilità per Buffon: 974', su legaseriea.it, 20 marzo 2016.
  40. ^ Ivan Palumbo, Juve, 10 gare consecutive senza subire gol: è record nella storia della Serie A, su gazzetta.it, 12 marzo 2016.
  41. ^ Emanuele Gamba, La Juve si rialza prendendosi il derby ma il Torino è furioso, in la Repubblica, 21 marzo 2016, p. 38.
  42. ^ Massimo De Luca, La domenica dei verdetti, su circomassimo.corriere.it, 3 aprile 2016.
  43. ^ Lorenzo Vendemiale, Serie A, grazie Napoli ma ci eravamo solo illusi: il campionato è finito 7 giornate prima, su ilfattoquotidiano.it, 4 aprile 2016.
  44. ^ Fabiana Della Valle, Fiorentina-Juventus 1-2: decide Morata, scudetto già domani?, su gazzetta.it, 24 aprile 2016.
  45. ^ Timothy Ormezzano, Juventus campione d'Italia: a Vinovo esplode la festa. Allegri: "Sono ancora più orgoglioso", su repubblica.it, 25 aprile 2016.
  46. ^ Timothy Ormezzano, Dall'imbattibilità alla rimonta: una stagione da record, su repubblica.it, 25 aprile 2016.
  47. ^ Alberto Mauro, Juventus, uno scudetto thrilling: dalla crisi iniziale al record di vittorie, su gazzetta.it, 25 aprile 2016.
  48. ^ Massimo De Luca, Lo scudetto più bello e "impossibile", su circomassimo.corriere.it, 24 aprile 2016.
  49. ^ Andrea Tundo, Juventus campione d'Italia per la quinta volta consecutiva, su ilfattoquotidiano.it, 25 aprile 2016.
  50. ^ Scudetto Juventus, Buffon: "Una vittoria storica, che rimonta!", su repubblica.it, 25 aprile 2016.
  51. ^ Gianluca Oddenino, Barzagli elogia la difesa: "Il 3-5-2 è una certezza della Juve", su lastampa.it, 27 novembre 2015.
  52. ^ Champions: girone di ferro per la Juve, la Roma pesca il Barça, su sportmediaset.mediaset.it, 27 agosto 2015.
  53. ^ Jacopo Gerna, Juve-Manchester City 1-0: Mandzukic gol, Allegri agli ottavi di Champions, su gazzetta.it, 25 novembre 2015.
  54. ^ Jacopo Manfredi, Siviglia-Juventus 1-0, Llorente condanna i bianconeri al secondo posto. Ora rischiano una big, su repubblica.it, 8 dicembre 2015.
  55. ^ Champions League, sorteggio durissimo: negli ottavi Roma-Real Madrid e Juventus-Bayern, su repubblica.it, 14 dicembre 2015.
  56. ^ Jacopo Manfredi, Juventus-Bayern 2-2, Dybala e Sturaro firmano la rimonta bianconera, su repubblica.it, 23 febbraio 2016.
  57. ^ Jacopo Manfredi, Bayern-Juventus 4-2, Coman e Alcantara spengono il sogno bianconero, su repubblica.it, 16 marzo 2016.
  58. ^ Stefano Cantalupi, Coppa Italia, Juve ai quarti: 4-0 al Torino nel derby, su gazzetta.it, 16 dicembre 2015.
  59. ^ Nicola Berardino, Coppa Italia, Lazio-Juventus 0-1: decide Lichtsteiner, ora l'Inter in semifinale, su gazzetta.it, 20 gennaio 2016.
  60. ^ Francesco Carci, Juventus-Inter 3-0: si risveglia Morata, i bianconeri ipotecano la finale, su repubblica.it, 27 gennaio 2016.
  61. ^ Jacopo Manfredi, Coppa Italia, Inter a un soffio dall'impresa: Juventus in finale solo ai rigori, su repubblica.it, 3 marzo 2016.
  62. ^ Alessandro Dinoia, Juventus: tra Coppa Italia e Serie A un record tira l’altro nel segno della famiglia Agnelli, su it.eurosport.com, 2 marzo 2016.
  63. ^ Matteo De Santis, La Juve si prende anche la Coppa Italia, Milan battuto 1-0 ai supplementari, su lastampa.it, 21 maggio 2016.
  64. ^ I numeri di un'ennesima impresa, su juventus.com, 22 maggio 2016.
  65. ^ a b c d adidas e Juventus presentano prima e seconda maglia della stagione 2015/16, su juventus.com, 1º luglio 2015.
  66. ^ adidas sponsor tecnico a partire dalla stagione sportiva 2015-2016 (PDF), Juventus Football Club, 24 ottobre 2013. (archiviato dall'url originale il 26 aprile 2015).
  67. ^ a b Matteo Perri, Le maglie della Juventus 2015-2016, inizia l’era adidas, su passionemaglie.it, 1º luglio 2015.
  68. ^ Stasera in campo con la maglia 2016/17, su juventus.com, 14 maggio 2016.
  69. ^ a b Ecco la terza maglia, su juventus.com, 27 agosto 2015.
  70. ^ Marco Scurati, Terza maglia della Juve 2015-2016 di adidas nera e oro, su amalamaglia.it, 27 agosto 2015.
  71. ^ Giorgio Burreddu, Terze maglie, anzi no, su rivistaundici.com, 28 agosto 2015.
  72. ^ Maurizio Romeo, Storia e tradizione nel look Juve griffato Adidas, su juventibus.com, 2 luglio 2015. (archiviato dall'url originale il 1º settembre 2015).
  73. ^ I numeri di maglia per la stagione 2015/16, su juventus.com, 6 agosto 2015.
  74. ^ La lista Champions bianconera 2015/16, su juventus.com, 1º settembre 2015.
  75. ^ a b Ceduto durante la sessione estiva di calciomercato.
  76. ^ Svincolato il 27 agosto 2015.
  77. ^ a b c d e f g h Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  78. ^ Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  79. ^ Neto è bianconero, su juventus.com.
  80. ^ ACCORDO CON IL PORTO PER L'ACQUISIZIONE DEL CALCIATORE ALEX SANDRO (PDF).
  81. ^ Cuadrado è bianconero, su juventus.com.
  82. ^ a b c d e f Resoconto intermedio di gestione 30 settembre 2015 (PDF)[collegamento interrotto], Juventus Football Club.
  83. ^ ACCORDO CON L'INTERNAZIONALE PER L'ACQUISIZIONE DEL CALCIATORE ANDERSON HERNANES (PDF), Juventus Football Club.
  84. ^ Khedira è bianconero, su juventus.com.
  85. ^ a b c ACCORDI CON L'OLYMPIQUE DE MARSEILLE (PDF), Juventus Football Club.
  86. ^ ACCORDO CON IL PALERMO PER L'ACQUISIZIONE DEL CALCIATORE PAULO DYBALA (PDF), Juventus Football Club. (archiviato dall'url originale il 30 giugno 2015).
  87. ^ ACCORDO CON L'ATLETICO MADRID PER L'ACQUISIZIONE DEL CALCIATORE MARIO MANDZUKIC (PDF), Juventus Football Club. (archiviato dall'url originale il 23 giugno 2015).
  88. ^ ACCORDO CON IL SASSUOLO PER L'ACQUISIZIONE DEL CALCIATORE SIMONE ZAZA (PDF), Juventus Football Club.
  89. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af CALCIO MERCATO, su legaseriea.it.
  90. ^ a b c d e f g h i j k risoluzioni accordi di partecipazione (PDF)[collegamento interrotto], Juventus Football Club.
  91. ^ a b c d e ACCORDI CON IL BOCA JUNIORS (PDF), Juventus Football Club.
  92. ^ LUPERINI TRASFERITO ALLA JUVENTUS, su uspontedera.it.
  93. ^ a b UFFICIALE: ROSSI IN PRESTITO, BUNINO TORNA ALLA JUVENTUS [collegamento interrotto], su fcprovercelli.it.
  94. ^ Ciao Marco, portiere della Decima, su juventus.com.
  95. ^ ACCORDO CON IL WEST HAM PER LA CESSIONE DEFINITIVA DEL CALCIATORE ANGELO OGBONNA (PDF), Juventus Football Club.
  96. ^ Marrone in prestito al Carpi, su juventus.com.
  97. ^ Grazie Maestro, su juventus.com.
  98. ^ ACCORDO CON IL BAYERN MUNCHEN PER LA CESSIONE DEFINITIVA DEL CALCIATORE ARTURO VIDAL (PDF), Juventus Football Club.
  99. ^ ACCORDO CON IL BAYERN MUNCHEN PER LA CESSIONE TEMPORANEA DEL CALCIATORE KINGSLEY COMAN (PDF), Juventus Football Club, 30 agosto 2015.
  100. ^ Grazie di tutto, Fernando!, su juventus.com, 27 agosto 2015.
  101. ^ FRANCESCO JOYCE ANACOURA NUOVO BIANCOROSSO, su riminicalcio.com.
  102. ^ Παίκτης της ΟΜΟΝΟΙΑΣ ο Λαουρέντιου Μπρανέσκου με τη μορφή δανεισμού, su omonoia.com.cy.
  103. ^ a b CITTI E CURTI CALCIATORI GRANATA, su uspontedera.it.
  104. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af CALCIO MERCATO, su legaserieb.it. (archiviato dall'url originale il 23 agosto 2015).
  105. ^ Samenwerking Juventus FC, su cerclebrugge.be.
  106. ^ Leali in prestito al Frosinone, su juventus.com.
  107. ^ VANNUCCHI È GRIGIO, su alessandriacalcio.it.
  108. ^ Garcia Tena e Minotti approdano alla corte di Carlo Sabatini, su calciocomo1907.it. (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2015).
  109. ^ FORMALIZZATA L'INTESA CON LIVIERO, su uslecce.it.
  110. ^ Hordur Magnusson ritorna a Cesena, su cesenacalcio.it.
  111. ^ Ufficiale: Mattiello ancora in gialloblù!, su chievoverona.it. (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2015).
  112. ^ Welkom Albert Roussos!, su cerclebrugge.be.
  113. ^ Termina l’avventura bianconera di Sorensen, su juventus.com.
  114. ^ Ufficializzato il prestito di Lorenzo Benucci, su acprato.it.
  115. ^ Ouasim Bouy op huurbasis naar PEC Zwolle, su peczwolle.nl.
  116. ^ Preso Marcel Büchel, su empolicalcio.net.
  117. ^ MICHELE CAVION ALLA CARRARESE, su carraresecalcio.it. (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2015).
  118. ^ UFFICIALE: KABASHI AL PONTEDERA, su uspontedera.it.
  119. ^ Vajebah Sakor versterkt Kemphanen, su kvcwesterlo.be.
  120. ^ FC DEN BOSCH HUURT VYKINTAS SLIVKA VAN JUVENTUS, su fcdenbosch.nl. (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  121. ^ Ufficiale, Spinazzola è del Perugia!, su acperugiacalcio.com. (archiviato dall'url originale il 23 luglio 2015).
  122. ^ Tello al Cagliari, su cagliaricalcio.com.
  123. ^ RISOLUZIONE ACCORDO DI PARTECIPAZIONE DEL CALCIATORE DOMENICO BERARDI (PDF), Juventus Football Club. (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2015).
  124. ^ Younes Bnou Marzouk versterkt aanvalslinie, su kvcwesterlo.be.
  125. ^ El delantero Sergio Buenacasa, incorporación para el Deportivo Aragón, su realzaragoza.com.
  126. ^ Alberto Cerri al Cagliari, su cagliaricalcio.com.
  127. ^ Punta greca (via Juve) a Lugano, su fclugano.com.
  128. ^ a b Ufficiale: tesserati Lanini e Padovan: I due calciatori arrivano in prestito con diritto di riscatto e controriscatto, su virtuslanciano.it.
  129. ^ PASQUATO E CAZZOLA NUOVI GIOCATORI AMARANTO, su livornocalcio.it. (archiviato dall'url originale il 17 novembre 2015).
  130. ^ Lorenzo Rosseti è un giocatore del Cesena, su cesenacalcio.it.
  131. ^ Vidi sign Juventus striker, su vidi.hu.
  132. ^ MAME THIAM EEN JAAR GEHUURD (+AANKOOPOPTIE) VAN JUVENTUS, su essevee.be.
  133. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r Mercato, i movimenti della sessione invernale, su juventus.com.
  134. ^ a b ACCORDO CON IL GENOA C.F.C. PER L'ACQUISIZIONE DEL CALCIATORE ROLANDO MANDRAGORA (PDF), Juventus Football Club.
  135. ^ Marrone ha firmato per il Verona, su hellasverona.it.
  136. ^ Fazzi e Garcia Tena sono rossoblù, su fccrotone.it.
  137. ^ Arriva a Gavorrano il difensore Lorenzo Granatiero, su usgavorrano.it.
  138. ^ STEFANO BARILLI DALLA REGGIANA ALLA CORREGGESE, su correggese.it.
  139. ^ a b Speciale Calciomercato: Ufficiali gli ingaggi di Salviato, Vitale e King, su virtuslanciano.it.
  140. ^ BELTRAME: “PROGETTO IMPORTANTE, TUTTO PER FARE BENE”, DE TONI: “DARÓ IL MASSIMO IMPARANDO DA TOMEI”, su pordenonecalcio.com.
  141. ^ Josipovic wechselt leihweise zu Aarau, su fcaarau.ch. (archiviato dall'url originale il 26 gennaio 2016).
  142. ^ Lemina, riscattato il cartellino, su juventus.com, 29 aprile 2016.
  143. ^ Juventus Vs. Torino, su ansa.it, 16 dicembre 2015.
  144. ^ Lazio Vs. Juventus, su goal.com, 20 gennaio 2016.
  145. ^ Juventus Vs. Inter, su goal.com, 27 gennaio 2016.
  146. ^ Inter Vs. Juventus, su it.soccerway.com, 2 marzo 2016.
  147. ^ Milan Vs. Juventus, su lastampa.it, 21 maggio 2016.
  148. ^ Manchester City Vs. Juventus (PDF), Union of European Football Associations, 15 settembre 2015.
  149. ^ Juventus Vs. Siviglia (PDF), Union of European Football Associations, 30 settembre 2015.
  150. ^ Juventus Vs. Borussia Mönchengladbach (PDF), Union of European Football Associations, 21 ottobre 2015.
  151. ^ Borussia Mönchengladbach Vs. Juventus (PDF), Union of European Football Associations, 3 novembre 2015.
  152. ^ Juventus Vs. Manchester City (PDF), Union of European Football Associations, 25 novembre 2015.
  153. ^ Siviglia Vs. Juventus (PDF), Union of European Football Associations, 8 dicembre 2015.
  154. ^ Bayern Monaco Vs. Juventus (PDF), Union of European Football Associations, 16 marzo 2016.
  155. ^ Juventus Vs. Lazio, su it.soccerway.com, 8 agosto 2015.
  156. ^ La Primavera si ferma solo ai rigori, su juventus.com, 4 giugno 2016.
  157. ^ Primavera: la Coppa Italia va all'Inter, su juventus.com, 13 aprile 2016.
  158. ^ Percorso "UEFA Champions League", cfr. Paris, PSV, Benfica e City agli ottavi, su it.uefa.com, 8 dicembre 2015.
  159. ^ Primavera: la Viareggio Cup è nostra!, su juventus.com, 30 marzo 2016.
  160. ^ Trofeo Dossena, la Juve si ferma in semifinale, su juventus.com, 12 giugno 2016.
  161. ^ Il fine settimana dei nostri ragazzi, su juventus.com, 20 giugno 2016.
  162. ^ Conclusi i sedicesimi per Under 17 Lega Pro e Under 15. Risultati e accoppiamenti, su figc.it, 16 maggio 2016.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio