KSI (artista)

youtuber nigeriano
KSI
KSI2019.jpg
KSI nel 2019
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereBritish hip hop
Grime
Periodo di attività musicale2008 – in attività
EtichettaBMG, Island Records, RBC, Dcypha
Sito ufficiale

KSI, noto anche come KSIOlajideBT, pseudonimo di Olajide Olayinka Williams Olatunji (Watford, 19 giugno 1993[1]), è uno youtuber, rapper, comico, attore e pugile dilettante britannico di origini nigeriane.

Divenuto celebre grazie a YouTube, JJ si è distinto non solo come personaggio del web, ma anche come cantante e attore. Nel 2018 il suo canale YouTube principale (KSI) ha superato i 18 milioni di iscritti e raggiunto oltre quattro miliardi di visualizzazioni. KSI ha pubblicato il suo album di debutto Keep Up nel 2016, raggiungendo il primo posto nella classifica degli album R&B del Regno Unito, oltre alle classifiche di altri paesi.[2]

CarrieraModifica

YouTubeModifica

 
KSI mentre gira un video nel 2012.

L'esordio di KSI risale al 24 aprile 2008, data in cui ha caricato, per un progetto scolastico, il suo primo video: LOOKING THROUGH SPACE (guardando attraverso lo spazio). Nasce così il suo primo canale, JideJunior dove sono presenti solamente 9 video, 7 di questi inerenti a FIFA 08 e i 2 restanti a progetti scolastici.

Il primo video sul suo canale principale, KSI, viene caricato il 31 Gennaio del 2010 e da quel momento si dedicherà completamente a YouTube caricando video di gameplay di FIFA e Call Of Duty. Nell'agosto del 2011 vengono caricati i primi Vlog e solamente dal 2012 JJ decide di alternare con continuità video di gameplay a video comici o di Q&A (Questions and Answer - Domanda e Risposta) dove riprende se stesso, talvolta con i familiari o degli amici.

Il suo canale secondario (JJ Olatunji), dedicato inizialmente soltanto ai gameplay (e recentemente anche a reaction ed altro),viene aperto il 31 agosto 2011.

Olajide è stato al centro di una polemica dopo le sue azioni a un evento Eurogamer nel 2012[3], sollevato dopo essere apparso al party per il lancio dell'Xbox One a Londra.[4] Con il ragionamento della controversia dovuta alle presunte molestie sessuali dei partecipanti all'evento, Microsoft ha tagliato i ponti con il commentatore del videogioco, ed è stato bandito per tutta la vita dall'Eurogamer Expo.[5] Un messaggio del manager di KSI afferma che[6]:

«Il sessismo non è qualcosa a cui si lascia intimare o vuole essere associato. Vuole scusarsi per qualsiasi offesa che il video di 15 mesi fa possa aver causato nel breve tempo che era sul suo canale YouTube, da allora e successivamente utilizzato da altre persone, negli ultimi mesi ha anche evitato attivamente alcuni contenuti visti in passato e vuole essere giudicato in base al grande contenuto e valore che dà a marchi e partner, senza polemiche.»

Nel febbraio 2013, KSI è apparso nel video "KSI VS FIFA // The Record Slam" realizzato da GWRomg nel quale ha battuto il precedente record del mondo per "il maggior numero di reti segnate contro il computer" di 110 reti, segnando 190 gol. Di conseguenza, il suo nome è apparso nel Guinness World Records Gamer's Edition (2013).[7]

Nell'ottobre 2013, KSI ha firmato con la sub-rete di Maker Studios, Polaris.[8] Il 19 ottobre, lui e altri cinque YouTubers formarono un gruppo chiamato Ultimate Sidemen (in seguito accorciato Sidemen), che inizialmente consisteva di se stesso, Ethan Payne (Behzinga), Simon Minter (miniminter), Josh Bradley (Zerkaa), Tobi Brown (TBJZL) e Vikram Barn (Vikkstar123). Il gruppo ha aggiunto un settimo membro, Harry Lewis (W2S), nel 2014. Dopo aver sconfitto il co-fondatore di Virgin Gaming, Zach Zeldin, in una partita su FIFA KSI ha visitato Las Vegas[9], dove ha discusso del lancio di un canale YouTube a pagamento.[10]

All'inizio del 2017, KSI ha interrotto il caricamento dei video su YouTube, rilasciando in seguito un video a luglio, dichiarando di non essere soddisfatto della direzione che aveva sul canale. Il 4 agosto 2017, KSI ha twittato che avrebbe lasciato il gruppo Sidemen, anche se ancora oggi il gruppo pubblica contenuti con JJ presente in essi.[11]

Riconoscimenti YouTubeModifica

MusicaModifica

 
KSI nel 2018

Nel 2011, KSI ha cominciato una carriera nel mondo della musica, principalmente come rapper. Cominciando con il collega YouTuber Randolph, ha pubblicato "Heskey Time", una canzone rap sull'ex calciatore inglese Emile Heskey che è stata rilasciata su iTunes poco prima di natale del 2011. Il video mostra Heskey che sbaglia varie chance da gol su FIFA; nonostante il video fosse riferito solo alla versione di Heskey nel gioco, ha generato nel corso degli anni un alto livello di scherni al giocatore. Dopo il successo di "Heskey Time", ha iniziato a fare un segmento sul suo canale chiamato "Football Rap Battles", una serie di video che segue una vena simile a Epic Rap Battles of History. Lui e Randolph interpretano alcuni personaggi famosi del mondo del calcio. Anche se è iniziato con rap che vedeva protagonisti alcuni calciatori tra cui Mario Balotelli e manager come Sir Alex Ferguson, uno di questi coinvolge KSI come se stesso contro Robin van Persie, colpendo l'acrimonioso trasferimento di van Persie dall'Arsenal (squadra di cui Olatunji è tifoso) ai rivali del Manchester United. È anche apparso in video musicali con Droideka, dirigendo e apparendo nel suo video musicale per la sua canzone "Get Hyper", mentre collaborava anche con il rapper britannico Sway, rilasciando due brani.

KSI ha pubblicato il suo primo singolo come artista solista il 23 marzo 2015, intitolato "Lamborghini", insieme al rapper P Money. La canzone è stata pubblicata sotto l'etichetta discografica di Sway, Dcypha Productions. Il 29 ottobre 2015, KSI ha annunciato il suo EP di debutto intitolato Keep Up.[12] È stato pubblicato l'8 gennaio 2016 dalla Island Records. La title track dell'EP, con Jme, è stata rilasciata il 13 novembre 2015 insieme a un video musicale pubblicato due giorni dopo. Il 29 luglio 2016, KSI ha pubblicato "Friends with Benefits" con il gruppo musicale olandese MNDM. La canzone è stata pubblicata come singolo del suo secondo EP Jump Around, uscito il 28 ottobre.[13] KSI ha autoprodotto il suo terzo EP, Space[14], il 30 giugno 2017, prima di pubblicare un quarto intitolato Disstracktions tre mesi dopo.[15] Quest'ultimo è diventato il suo secondo EP in cima alla classifica degli album R&B del Regno Unito.

Altri mediaModifica

Il 16 marzo 2015, KSI ha annunciato tramite il suo canale YouTube che stava pubblicando un libro intitolato "KSI: I Am A Bellend" nel Regno Unito e "KSI: I Am A Tool" negli Stati Uniti.[16] Viene descritto dai suoi editori come "un vero e proprio assalto all'universo online"[17], in quanto il libro include la sua storia e le sue controversie su YouTube.[18] Il libro è stato pubblicato il 24 settembre 2015 nel Regno Unito e cinque giorni dopo negli Stati Uniti.[16] KSI ha fatto un tour per sostenere il libro il 24 settembre 2015, terminando il 4 ottobre 2015.[18]

Nel giugno 2015, è stato annunciato che KSI, insieme allo YouTuber Caspar Lee, avrebbe recitato in un film intitolato Laid in America. È stato rilasciato il 26 settembre 2016 e include altri YouTuber tra cui Timothy DeLaGhetto e Josh Leyva.[19]

Vita personaleModifica

Il fratello minore di KSI, Deji Olatunji, è anch'egli un YouTuber noto come ComedyShortsGamer.[20] JJ e Deji sono stati entrambi classificati rispettivamente come numero uno e due de "i creatori di YouTube più influenti del Regno Unito" da Tubular Labs nel 2015.[21][22] JJ è un sostenitore dell'Arsenal ed è anche apparso in diversi show tra cui BT Sport, dove ha giocato a FIFA con l'Inghilterra e poi il centrocampista dell'Arsenal Alex Oxlade-Chamberlain.[23] Si è anche rivelato agnostico.[24]

Boxe professionaleModifica

Incontro professionale contro Logan PaulModifica

Il 3 settembre 2019 è stata annunciata una rivincita tra i due. Il combattimento ha avuto luogo il 9 novembre 2019 presso lo Staples Center, Los Angeles, ed è stato promosso da Eddie Hearn.[25] A differenza del primo combattimento, la rivincita era un combattimento professionale e i due combattenti non indossavano alcun copricapo. L'incontro presentava pugili professionisti, tra cui Devin Haney e Billy Joe Saunders. KSI è stato addestrato sotto up-and-coming da un pugile professionista, Viddal Riley e Jeff Mayweather, zio di Floyd Mayweather Jr.[26]

Al suo annuncio come un incontro professionale, l'evento ha attirato critiche da un certo numero di figure nel pugilato, così come giornalisti e fan del pugilato, alcuni dei quali hanno etichettato la lotta come un "insulto" al pugilato. L'accusa principale era che la coppia stava usando l'evento come "presa di denaro" e ha messo in dubbio la "legittimità" della partita come un incontro professionale, e molti hanno messo in dubbio la scelta di mettere attacchi di titolo mondiale professionisti sotto due YouTuber. Altri all'interno di questo sport, tuttavia, sono stati più ricettivi alla lotta e hanno abbracciato l'evento. Il direttore esecutivo della California State Athletic Commission (l'organo sanzionatorio della lotta), Andy Foster, ha difeso l'accusa che gli YouTuber non erano adatti a combattere professionalmente.[26] Alcuni pugili professionisti Anthony Joshua, Deontay Wilder, Tyson Fury, Dillian Whyte e Andy Ruiz Jr. hanno espresso sostegno per l'evento e il fatto che si svolgesse come un incontro professionale, evidenziando il vantaggio che potrebbe portare al pugilato in termini di espandere il pubblico dello sport.[27]

Dopo sei turni di tre minuti, KSI è stato il vincitore per decisione divisa, con due giudici che hanno segnato il combattimento 57–54 e 56–55 per KSI, e uno che lo ha valutato 56–55 a favore di Paul.[28] Paul e KSI si strinsero la mano e condivisero un abbraccio dopo il combattimento, anche se Paul dichiarò la sua intenzione di contestare la commissione per la sua deduzione puntuale per i suoi pugni "illegali", affermando che non contestava l'accaduto ma pensava che meritasse solo un avvertimento.[29] Quando gli è stato chiesto di una possibile rivincita, Paul ha espresso il suo sostegno all'idea, ma KSI ha respinto qualsiasi prospettiva di un terzo combattimento.[30]

No. Risultato Record Avversario Metodo Round Data Posizione
1 Vittoria 1–0 Logan Paul Decisione dei giudici 6 9 novembre 2019   Staples Center, Los Angeles, California, Stati Uniti

FilmografiaModifica

DiscografiaModifica

Album in studioModifica

EPModifica

SingoliModifica

Come ospiteModifica

RiconoscimentiModifica

Anno Premio Categoria Nome candidato Risultato Ref.
2016 NME Award Vlogger of the Year KSI Vincitore/trice [31]

NoteModifica

  1. ^ "WTF HAVE YOU DONE?!"..
  2. ^ (EN) This Is Your Chance To Ask KSI ANYTHING As We Go In The Zone... | MTV UK. URL consultato il 23 novembre 2017.
  3. ^ "YouTube Celeb KSI Sexually Harasses Attendees At Expo"., su sticktwiddlers.com. URL consultato il 23 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2016).
  4. ^ (EN) Booth Babes Not The Only Embarrassment At Eurogamer Expo, in Kotaku Australia, 6 ottobre 2012. URL consultato il 23 novembre 2017.
  5. ^ (EN) YouTuber Says He Was Censored For Criticising Another YouTuber, in Kotaku Australia, 23 novembre 2013. URL consultato il 23 novembre 2017.
  6. ^ (EN) Wesley Yin-Poole, YouTuber KSI dumped by Microsoft after Xbox One launch appearance, su Eurogamer, 23 novembre 2013. URL consultato il 23 novembre 2017.
  7. ^ (EN) GWR OMG: Watch KSI attempt FIFA 13 goals record in Arsenal v Tottenham showdown, in Guinness World Records, 4 febbraio 2013. URL consultato il 23 novembre 2017.
  8. ^ (EN) Captain Sparklez, KSIOlajidebt, Ali-A Among New Polaris Gamers, in Tubefilter, 29 ottobre 2013. URL consultato il 23 novembre 2017.
  9. ^ "KSIOLAJIDEBT VIDEO IN VEGAS FOR CHALLENGE SERIES!"., su blog.virgingaming.com (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2013).
  10. ^ (EN) Error - BBC Newsbeat. URL consultato il 23 novembre 2017.
  11. ^ (EN) KSI Confirms Rumors Regarding His Involvement The Sidemen | Esports News & Videos | Dexerto, in Dexerto. URL consultato il 23 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2017).
  12. ^ (EN) Keep Up - EP by KSI on Apple Music, su itunes.apple.com. URL consultato il 23 novembre 2017.
  13. ^ (EN) Jump Around - EP by KSI on Apple Music, su itunes.apple.com. URL consultato il 23 novembre 2017.
  14. ^ (EN) Space - EP by KSI on Apple Music, su itunes.apple.com. URL consultato il 23 novembre 2017.
  15. ^ (EN) Disstracktions - EP by KSI on Apple Music, su itunes.apple.com. URL consultato il 23 novembre 2017.
  16. ^ a b (EN) YouTube Star KSI’s New Book Flies Off The Shelves In Two Countries, in Tubefilter, 29 settembre 2015. URL consultato il 23 novembre 2017.
  17. ^ (EN) Why it’s worth trying to understand KSI, YouTube’s most controversial star, su www.newstatesman.com. URL consultato il 23 novembre 2017.
  18. ^ a b "Why it's worth trying to understand KSI, YouTube's most controversial star"., su irishexaminer.com.
  19. ^ (EN) YouTube Stars KSI, Caspar Lee To Star In ‘Laid In America’ Feature Film, in Tubefilter, 5 giugno 2015. URL consultato il 23 novembre 2017.
  20. ^ ComedyShortsGamer, su YouTube. URL consultato il 23 novembre 2017.
  21. ^ (EN) Two Nigerian Brothers, Olajide & Deji Olatunji Top UK's Most Influential Youtube Creators - INFORMATION NIGERIA, su www.informationng.com. URL consultato il 23 novembre 2017.
  22. ^ (EN) Only a third of UK's top 10 most influential YouTuber's traffic originates in UK, in The Drum. URL consultato il 23 novembre 2017.
  23. ^ (EN) Vavel, Top Five: Celebrity Arsenal fans, in VAVEL.com, 12 luglio 2015. URL consultato il 23 novembre 2017.
  24. ^ KSI, Googling Myself, 4 settembre 2014. URL consultato il 23 novembre 2017.
  25. ^ (EN) Matt Atherton, KSI v Logan Paul rematch confirmed as YouTubers go pro - Billy Joe Saunders may fight too, su Express.co.uk, 4 settembre 2019. URL consultato il 30 novembre 2019.
  26. ^ a b (EN) Kevin Draper, Logan Paul. KSI. YouTube. Fight. Logan Paul. KSI. Boxing., in The New York Times, 8 novembre 2019. URL consultato il 30 novembre 2019.
  27. ^ (EN) 161385360554578, What Joshua, Wilder, Fury, Ruiz Jr and Whyte have said about KSI vs Logan Paul 2, su talkSPORT, 9 novembre 2019. URL consultato il 30 novembre 2019.
  28. ^ (EN) KSI vs Logan Paul 2: British YouTuber wins boxing fight against social media rival, su Sky News. URL consultato il 30 novembre 2019.
  29. ^ (EN) Briggs Furious With Referee Taking Two Points From Logan Paul [collegamento interrotto], su BoxingScene.com. URL consultato il 30 novembre 2019.
  30. ^ (EN) KSI v Logan Paul 2: KSI wins on split decision in YouTubers' contest, 10 novembre 2019. URL consultato il 30 novembre 2019.
  31. ^ NME Awards 2016 with Austin, Texas full winners list, su NME. URL consultato il 13 gennaio 2017.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN62144648397053134835 · ISNI (EN0000 0004 5767 5922 · LCCN (ENno2015130018 · WorldCat Identities (ENlccn-no2015130018