Apri il menu principale
Kaori Sakamoto
Kaori Sakamoto 4cc 2018.jpg
Kaori Sakamoto nel 2018
Nazionalità Giappone Giappone
Altezza 158 cm
Pattinaggio di figura Figure skating pictogram.svg
Specialità Pattinaggio artistico su ghiaccio singolo
Record
Totale 222.83 (Mondiali 2019)
P. corto 76.86 (Mondiali 2019)
P. libero 145.97 (Mondiali 2019)
Ranking 11º
Squadra Sysmex Kobe
Palmarès
Campionati dei Quattro continenti 1 0 0
Mondiali juniores 0 0 1
Finale Grand Prix juniores 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 28 marzo 2019

Kaori Sakamoto (坂本 花織 Sakamoto Kaori?; Kōbe, 9 aprile 2000) è una pattinatrice artistica su ghiaccio giapponese specialista nel singolo.

Indice

CarrieraModifica

Gli iniziModifica

Sakamoto ha iniziato a pattinare a Kōbe nel 2004.[1] Durante la stagione 2012-13 è stata campionessa nazionale giapponese nella categoria novizi mentre ai campionati nazionali juniores si è piazzata al nono posto.

Stagione 2013-14: debutto internazionale juniorModifica

Durante la stagione 2013-14 Sakamoto ha debuttato nel circuito ISU Junior Grand Prix, piazzandosi sesta a Ostrava, in Repubblica ceca. Ha concluso I campionati giapponesi juniores in sesta posizione.

Stagione 2014-15Modifica

Sakamoto ha iniziato la stagione terminando settima nell'evento Junior Grand Prix di Aichi, in Giappone. Ha vinto la medaglia d'argento ai campionati nazionali juniores e poi si è piazzata sesta ai campionati senior. Questi risultati le hanno fatto guadagnare un posto ai campionati mondiali juniores che si sono svolti a Tallinn nel 2015, ottenendo il sesto posto.

Stagione 2015-16Modifica

A inizio stagione Sakamoto ha vinto la medaglia d'argento nell'evento Junior Grand Prix di Riga, in Lettonia, ed è giunta quarta a Toruń, in Polonia. A causa di una frattura da stress alla tibia destra, nel mese di ottobre è stata lontana dal ghiaccio e ha ripreso a pattinare senza eseguire salti a novembre.[2] Si è piazzata quinta ai campionati nazionali juniores e tredicesima ai campionati senior. Sakamoto è stata selezionata per disputare i Giochi olimpici giovanili di Lillehammer 2016, piazzandosi al sesto posto.

Stagione 2016-17: medaglia di bronzo ai Mondiali junioresModifica

 
Kaori Sakamoto durante i Mondiali juniores del 2017

Sakamoto ha vinto la medaglia d'argento nell'evento Junior Grand Prix che si è svolto in Francia e l'oro nell'evento giapponese,[2] oltre a vincere il titolo giapponese juniores. A dicembre ha conquistato la medaglia di bronzo nella finale del Grand Prix juniores che ha avuto luogo a Marsiglia, in Francia, e si è piazzata settima ai campionati giapponesi senior. Avrebbe dovuto rimpiazzare l'infortunata Satoko Miyahara ai Giochi asiatici invernali di Sapporo 2017, ma è stata bloccata da una influenza.[3] Ai campionati mondiali juniores, disputati a Taipei nel 2017, ha ottenuto la medaglia di bronzo dietro la connazionale Marin Honda e la russa Alina Zagitova.[4]

Stagione 2017-18: le Olimpiadi e campionessa dei Quattro continentiModifica

Sakamoto ha cominciato la sua prima stagione completa da senior prendendo parte all'Asian Figure Skating Trophy 2017, vincendo la medaglia d'oro dopo avere ottenuto il primo posto sia nel programma corto sia in quello libero. All'U.S. Classic 2017 ha guadagnato il quarto posto. Nel corso della Rostelecom Cup 2017 ha fatto il suo debutto senior al Grand Prix, collocandosi in quinta posizione. Allo Skate America 2017 ha stabilito i suoi migliori punteggi personali in entrambi i programmi, terminando al secondo posto dietro Satoko Miyahara.

Ai campionati giapponesi ha vinto la sua prima medaglia nazionale arrivando seconda: al primo posto dopo il programma corto, il quarto posto del programma libero l'ha fatta scivolare complessivamente in seconda posizione. Questo risultato le è valso la convocazione alle Pyeongchang 2018 e ai Campionati dei Quattro continenti, mentre viene nominata come prima sostituta per i Mondiali di Milano 2018.

Ai Campionati dei Quattro continenti che si sono svolti nel mese di gennaio a Taipei, è riuscita a migliorare i propri punteggi personali in entrambi i programmi e, dopo essere giunta seconda nel programma corto, col programma libero ha recuperato una posizione vincendo la medaglia d'oro davanti le connazionali Mai Mihara e Satoko Miyahara.

Sakamoto si è esibita nel programma libero della gara a squadre delle Olimpiadi di Pyeongchang 2018, classificandosi quinta a livello individuale e terminando infine al quinto posto con la squadra giapponese. Inoltre ha gareggiato pure nel singolo, ottenendo il miglior punteggio personale e il quinto posto nel programma corto, mentre alcuni piccoli errori commessi durante il programma libero l'hanno fatta concludere complessivamente in sesta posizione.

Dopo le Olimpiadi ha partecipato alla Coupe du Printemps 2018. Giunta prima nel programma corto, nel programma libero una caduta su una combinazione di salti doppio axel-triplo toe loop-doppio toe loop, e il declassamento di un triplo loop a doppio loop, l'hanno fatta scivolare in seconda posizione dietro Mai Mihara.

Stagione 2018-19: primo titolo nazionaleModifica

Sakamoto ha iniziato la stagione partecipando al CS Lombardia Trophy 2018, dove un disastroso programma corto le è valso il nono posto, prima di recuperare cinque posizioni grazie al programma libero. In seguito, Sakamoto ha dichiarato di avere avuto la sensazione di non essersi potuta allenare per il tempo necessario prima dell'evento.[5] Allo Skate America 2018 si è confermata medaglia d'argento, ancora una volta dietro la compatriota Miyahara. Al suo secondo evento del Grand Prix, il Grand Prix of Helsinki 2018, Sakamoto è caduta due volte durante il programma corto terminando al settimo posto. Nel programma libero è arrivata seconda, classificandosi complessivamente in terza posizione.

Nella finale Grand Prix 2018-19 ha ottenuto il quarto posto in entrambi i segmenti, mancando di poco il podio dopo una caduta nell'ultima parte della sua combinazione di tre salti.

Ai campionati giapponesi 2018, Sakamoto è giunta seconda nel programma corto, con poco più di un punto di distacco dietro Miyahara, campionessa uscente per quattro volte consecutive. Nel programma libero si è piazzata ancora al secondo posto, dietro Rika Kihira, ma è riuscita a superare quest'ultima grazie al punteggio totale accumulato, conquistando così la medaglia d'oro. Viene quindi convocata per disputare i Campionati dei Quattro continenti 2019 e i campionati mondiali di Saitama 2019.[6]

Ai Campionati dei Quattro continenti, Sakamoto si è classificata seconda nel programma corto realizzando il miglior punteggio personale, con un distacco di 0.55 punti dietro Bradie Tennell.[7] Nel programma libero ha mancato la sua combinazione di tre salti durante il doppio axel di apertura, e nonostante abbia aggiunto un doppio toe loop al suo salto finale, Sakamoto ha perso diversi punti concludendo in quarta posizione e mancando il podio per una differenza di 0.33 punti.

Ai Mondiali di Saitama 2019 ha ottenuto il secondo posto nel programma corto, migliorando il proprio punteggio personale. Un errore nel programma libero le è valso il quinto posto e, nonostante abbia fatto registrare pure i suoi migliori punteggi personali nello stesso programma libero e nel computo complessivo, alla fine non è riuscita ad andare oltre il quinto posto.

PalmarèsModifica

 
Al centro, Kaori Sakamoto con l'oro vinto ai Campionati dei Quattro continenti del 2018
Risultati[8]
Internazionali
Evento 2012–13 2013–14 2014–15 2015-16 2016-17 2017-18 2018-19
Giochi olimpici
Campionati mondiali
Campionati dei Quattro continenti
GP Finale
GP Finlandia
GP Rostelecom Cup
GP Skate America
CS U.S. Classic
CS Lombardia Trophy
Asian Open
Coupe du Printemps
Internazionali: categoria Junior
Campionati mondiali
Giochi olimpici giovanili
JGP Finale
JGP Francia
JPG Giappone
JGP Lettonia
JGP Polonia
JGP Repubblica Ceca
Asian Open
International Challenge Cup
Triglav Trophy 2ª (Novizi)
Nazionali
Campionati giapponesi 13ª
Campionati giapponesi juniores
Team events
Giochi olimpici 5ª T
(5ª P)
Japan Open 1ª T
(2ª P)
CS = Challenger Series; GP = Grand Prix; JGP = Junior Grand Prix; T = risultato squadra; P = risultato personale

NoteModifica

  1. ^ (EN) Biography: Kaori SAKAMOTO, su isuresults.com. URL consultato il 25 marzo 2019.
  2. ^ a b (EN) Wei Xiong, Kaori Sakamoto: "I need to work harder", su goldenskate.com, 18 ottobre 2016. URL consultato il 25 marzo 2019.
  3. ^ (EN) Sakamoto out of figure skating competition at Asian Winter Games with flu, The Japan Times, 22 febbraio 2017. URL consultato il 25 marzo 2019.
  4. ^ (EN) Tatjana Flade, Russia's Alina Zagitova triumphs at Junior Worlds, su goldenskate.com, 18 marzo 2017. URL consultato il 25 marzo 2019.
  5. ^ (EN) Jack Gallagher, Cheerful personality helps Kaori Sakamoto shine on ice, in The Japan Times, 16 ottobre 2018. URL consultato il 28 marzo 2019.
  6. ^ (EN) Sakamoto shakes it up at Japanese Nationals; win’s first title, su goldenskate.com, 23 dicembre 2018. URL consultato il 28 marzo 2019.
  7. ^ (EN) Paula Slater, Bradie Tennell takes slight lead in Anaheim, su goldenskate.com, 7 febbraio 2019. URL consultato il 28 marzo 2019.
  8. ^ (EN) Competition Results, su International Skating Union. URL consultato il 28 marzo 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica