Karen Olivo

attrice e cantante statunitense

Karen Olivo (New York, 7 agosto 1976) è un'attrice e cantante statunitense, attiva in campo teatrale e televisivo.

Karen Olivo nel 2009

BiografiaModifica

Karen Olivo è nata nel Bronx ed è cresciuta a Bartow, in Florida. Ha studiato al conservatorio dell'Università di Cincinnati, ma ha abbandonato l'università dopo il secondo anno per unirsi al cast di Rent a Broadway nel 1997. Dopo aver passato un anno nella compagnia newyorchese - in cui interpretava un ruolo minore era la sostituta per la parte della protagonista - nel 1998 si è unita alla tournée statunitense del musical, prima come membro dell'ensemble e poi nel ruolo principale di Mimi, che ha ricoperto fino al gennaio 1999.[1] Tornata a New York, la Oliva ha recitato nuovamente a Broadway nel 2004 nel musical Brooklyn. Dopo aver recitato nel musical Miracle Brothers nel 2005, nel 2009 ha recitato nella prima di In the Heights a Broadway, in cui ha ricoperto il ruolo principale di Vanessa accanto a Lin-Manuel Miranda. L'anno successivo ha recitato nuovamente a Broadway in un revival di West Side Story e per la sua interpretazione nel ruolo di Anita ha vinto il Tony Award alla migliore attrice non protagonista in un musical.[2] Successivamente è rimasta nel cast fino al maggio 2010, quando una frattura al piede durante una rappresentazione l'ha costretta ad abbandonare lo show.[3]

Nel 2011 ha fatto una rara apparizione nel mondo della prosa, recitando nel dramma di Lynn Nottage By The Way, Meet Vera Stark nell'Off Broadway.[4] Dopo una breve pausa dal mondo dello spettacolo, nel 2014 è tornata a recitare a New York nel musical di Jonathan Larson tick, tick... BOOM! al New York City Center con Lin-Manuel Miranda e Leslie Odom Jr.[5] Nel 2016 ha interpretato nuovamente Anita in un speciale allestimento di West Side Story in scena al Festival di Salisburgo con Cecilia Bartoli nel ruolo di Maria.[6] Dal 2016 al 2017 ha interpretato Angelica Schuyler nel musical Hamilton a Chicago, mentre nel 2018 ha recitato in Chess al Kennedy Center di Washington e ha interpretato Alison Bechdel in Fun Home a Madison.[7] Nel 2019 è tornata a recitare a Broadway per la prima volta in quasi dieci anni per interpretare Satine nella riduzione teatrale di Moulin Rouge! e per la sua interpretazione ha ottenuto una nomination al Tony Award alla miglior attrice protagonista in un musical.[8]

Vita privataModifica

Karen Olivo è stata sposata con l'attore Matt Caplan dal 2006 al 2012. Nel 2014 si è risposata con James Uphoff, con cui ha avuto due figli.[9]

Filmografia parzialeModifica

TelevisioneModifica

Doppiatrici italianeModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Joanne Kaufman, A Star of ‘Moulin Rouge! The Musical’ Surveys Her Past (Published 2019), in The New York Times, 9 luglio 2019. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  2. ^ VIDEO: Karen Olivo & David Alvarez Take Top Honors at TONY Awards, su web.archive.org, 11 giugno 2009. URL consultato il 18 dicembre 2020 (archiviato dall'url originale l'11 giugno 2009).
  3. ^ (EN) Broken Foot Sidelines Tony Winner Karen Olivo from West Side Story, su Broadway.com. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  4. ^ (EN) Stephanie J. Block, Karen Olivo and More Headline Off-Broadway’s By The Way, Meet Vera Stark, su Broadway.com. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  5. ^ (EN) Steven McElroy, The Broadway Star Who Got Away (Published 2014), in The New York Times, 30 giugno 2014. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  6. ^ (EN) Facebook, Twitter, Show more sharing options, Facebook, Twitter, LinkedIn, Review: Gustavo Dudamel, Cecilia Bartoli and a grim, bizarre 'West Side Story' in Salzburg, su Los Angeles Times, 22 agosto 2016. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  7. ^ Chris Jones, Chicago's 'Hamilton' and other cast members announced, su chicagotribune.com. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  8. ^ (EN) Peter Libbey, Full List of the 2020 Tony Award Nominees, in The New York Times, 15 ottobre 2020. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  9. ^ (EN) GAYLE WORLAND, 608-252-6188, A change for Karen Olivo: Madison's one and only resident Tony winner sings her story, su Wiscnews.com. URL consultato il 18 dicembre 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN46495905 · ISNI (EN0000 0000 4922 1884 · LCCN (ENno2005057521 · WorldCat Identities (ENlccn-no2005057521