Karyn Kusama

regista e sceneggiatrice statunitense

Karyn Kusama (Brooklyn, 21 marzo 1968) è una regista e sceneggiatrice statunitense.

BiografiaModifica

Karyn Kusama nasce il 21 marzo 1968 a Brooklyn (New York) da una famiglia di origini giapponesi; durante gli anni novanta svolge vari lavori per pagarsi gli studi alla New York University, dove poi ottiene la laurea.

CarrieraModifica

Ha esordito nel mondo dello spettacolo nel 2000, dirigendo e sceneggiando il film sportivo Girlfight, con Michelle Rodriguez come protagonista. Questo è anche l'unico film per cui ha concorso in vari festival cinematografici, quali il Sundance Film Festival, il Festival internazionale del film di Cannes, il Deauville American Film Festival, il Flanders International Film Festival e altre gare minori.

Per l'interpretazione eccellente della Rodriguez, al Festival di Cannes le è stato assegnato l'Award of the Youth, al Deauville Film Festival il Grand Special Prize e al Sundance Film Festival il Grand Jury Prize. Al Sundance le è stato assegnato il Premio alla miglior regia, mentre ai Gotham Awards l'Open Palm Award.

Cinque anni più tardi ha collaborato con un'altra attrice di grosso calibro, Charlize Theron, nel film d'azione fantascientifco Æon Flux - Il futuro ha inizio. Nel 2006 si è sposata con lo sceneggiatore Phil Hay[1][2][3], amico e collega di Matt Manfredi dai tempi del college. La coppia ha avuto un figlio di nome Michio[4].

Nel 2009 ha diretto la commedia nera Jennifer's Body, con la partecipazione di Megan Fox e Adam Brody.

Si dedica anche alla regia di serie televisive.

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Cate Marquis, WAMG speaks to DESTROYER director Karyn Kusama and co-writer Phil Hay – Interview, su WeAreMovieGeeks.com, 17 gennaio 2019. URL consultato il 16 marzo 2020.
  2. ^ (EN) Meredith Alloway, “I’m Just Not Interested in Polite Entertainment”: Destroyer Director Karyn Kusama on Damaged Characters, Genre and the Challenge of Studio Filmmaking, su FilmMakerMagazine.com, 24 dicembre 2018. URL consultato il 16 marzo 2020.
  3. ^ (EN) Bernard Boo, Polite Movies? Not Interested: Karyn Kusama, Phil Hay, and Matt Manfredi on 'Destroyer', su PopMatters.com, 11 gennaio 2019. URL consultato il 16 marzo 2020.
  4. ^ (EN) Christine Smallwood, The Filmmaker Karyn Kusama Explores the Many Dimensions of Women’s Rage, in The New York Times, 20 dicembre 2018. URL consultato il 16 marzo 2020.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN37123588 · ISNI (EN0000 0000 7824 6781 · LCCN (ENno2001052248 · GND (DE140936858 · BNF (FRcb14111827k (data) · BNE (ESXX1604077 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2001052248