Apri il menu principale

Kaspar Decurtins

sociologo, storiografo e politico svizzero
Kaspar Decurtins

Kaspar Decurtins (Trun, 23 novembre 1855Trun, 30 maggio 1916) è stato un sociologo, storiografo e politico svizzero.

Indice

BiografiaModifica

Viene considerato uno dei pionieri del movimento sociale cattolico europeo.

Di fede cattolica, nel 1877 fu membro del Consiglio cantonale dei Grigioni, rimanendovi fino al 1881, quando fu eletto al consiglio federale svizzero. Fu uno dei fondatori del movimento cristiano - sociale in Svizzera e anche consigliere di papa Leone XIII per l'enciclica Rerum Novarum, pubblicata il 15 luglio 1891, con la quale la Chiesa prendeva posizione in campo sociale e fondava la moderna dottrina sociale cristiana. Il suo nome è legato alla legislazione sociale del lavoro, attuata in Svizzera nel 1888 - 1889, che promuoveva la tutela di artigiani e contadini, promuovendo al contempo l'avvio di una legislazione sociale internazionale, per la quale organizzò nel 1897 il congresso di Zurigo. Assunse un ruolo importante dal punto di vista storico con scritti contro il modernismo. Nel 1905, scaduto il suo mandato come parlamentare, Decurtins contribuì a fondare, insieme a G. Python, l'università di Friburgo, dove anche insegnò fino al 1914, quando, allo scoppio della Prima guerra mondiale, ritornò nella sua cittadina natale, morendovi due anni dopo.

È autore della Crestomazia Romancia, monumentale raccolta in 13 volumi della letteratura romancia[1].

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Kaspar Decurtins, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
Controllo di autoritàVIAF (EN73882492 · ISNI (EN0000 0000 8344 6657 · SBN IT\ICCU\CUBV\054415 · LCCN (ENn85824240 · GND (DE11949339X · BNF (FRcb12101504m (data) · BAV ADV10089367
  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera