Apri il menu principale
Keith Relf
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereBlues
Rock
Blues rock
Folk rock
Rock progressivo
Hard rock
Periodo di attività musicale1966 – 1976
Strumentovoce, armonica a bocca, chitarra
Sito ufficiale

Keith William Relf (Londra, 22 marzo 1943Londra, 14 maggio 1976) è stato un cantante, chitarrista e armonicista britannico.

Indice

BiografiaModifica

Nacque a Londra nel 1943, fu il cantante, chitarrista ritmico e armonicista dei Yardbirds, band di cui fu uno dei fondatori. Dopo lo scioglimento del gruppo fece parte di diversi gruppi, tra cui la band folk rock Renaissance, la cui cantante era la sorella, Jane Relf.

Relf co-scrisse molte della canzoni originali degli Yardbirds (Shapes of Things, I Ain't Done Wrong, Over Under Sideways Down, Happenings Ten Years Time Ago), mostrando una propensione verso la sonorità folk-acustiche verso il finire degli anni sessanta (Only the Black Rose).[1] Egli fornì anche la voce solista in una versione preliminare di Dazed and Confused in occasione di alcuni concerti degli Yardbirds, canzone che sarebbe stata in seguito incisa dai Led Zeppelin.[2]

Il suo singolo di debutto solista, Mr. Zero, raggiunse la posizione numero 50 nella Official Singles Chart nel maggio 1966.[3]

Morì il 14 maggio 1976 mentre suonava la sua chitarra, per un corto circuito causato dalla stessa, all'interno della sua abitazione a Londra. Relf aveva solo 33 anni.

Discografia solistaModifica

Singoli
  • Mr. Zero / Knowing – UK Columbia DB7920 / U.S. Epic 10044 (maggio 1966)[4]
  • Shapes In My Mind / Blue Sands – UK Columbia DB8084 / US Epic 10110 (novembre 1966)[5]

NoteModifica

  1. ^ Greg Prato, Keith Relf - Biography - AllMusic, in AllMusic. URL consultato il 15 gennaio 2015.
  2. ^ Morgan Young, ON THE FLIP-SIDE: Tower Records Spotlight: Jake Holmes - Dazed and Confused, Ontheflip-side.blogspot.com. URL consultato il 15 gennaio 2015.
  3. ^ David Roberts, British Hit Singles & Albums, 19th, London, Guinness World Records Limited, 2006, p. 458, ISBN 1-904994-10-5.
  4. ^ Keith Relf – Mr. Zero, Discogs.com. URL consultato il 15 gennaio 2015.
  5. ^ Keith Relf – Shapes In My Mind, Discogs.com. URL consultato il 15 gennaio 2015.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN46944893 · ISNI (EN0000 0001 0896 4208 · LCCN (ENno2002052842 · GND (DE134580281 · BNF (FRcb13809176n (data)
  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock