Keith Urban

cantante neozelandese
Keith Urban
Keith Urban, March 2007.jpg
Keith Urban nel 2007
NazionalitàAustralia Australia
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
GenereCountry
Periodo di attività musicale1990 – in attività
EtichettaCapitol/EMI
GruppiThe Ranch
Album pubblicati16
Studio12
Raccolte4
Sito ufficiale

Keith Lionel Urban (Whangarei, 26 ottobre 1967) è un cantante neozelandese naturalizzato australiano.

Stabilitosi negli Stati Uniti in età adulta, Urban ha ottenuto un grande successo arrivando a pubblicare in totale dieci album. Il suo singolo Somebody Like You è stato incoronato come la più grande hit country degli anni 2000 da Billboard.[1] Dal 2006 è sposato con l'attrice Nicole Kidman.[2]

CarrieraModifica

Esordi e The Ranch (1983-1997)Modifica

Nato in Nuova Zelanda, ma trasferitosi molto presto in Australia, Urban comincia all'età di sei anni a suonare la chitarra, donatagli dai genitori, fan della musica country.[3] Dopo aver lasciato la scuola a quindici anni, Urban comincia a partecipare a vari concorsi e manifestazioni locali.[3] Nel 1983 partecipa al talent show australiano New Faces.[4] Dopo aver continuato ad esibirsi in giro per locali, nel 1990 Urban firma un contratto con la EMI Australia e pubblica il suo album di debutto Keith Urban, per il solo mercato australiano.[3] Il progetto ottiene un discreto successo e viene anche nominato gli ARIA Awards nella categoria Best Country Album.[5]

Nel 1992 Urban si trasferisce a Nashville, capitale della musica country, dove, dopo aver ricevuto lezioni di canto da Brett Manning, trova lavoro come chitarrista per il duo dei Brooks & Dunn e partecipa al video Mercury Blues alle spalle di Alan Jackson.Urban forma il gruppo The Ranch.[3] Il gruppo gira per i locali e si fa notare, al punto di ottenere un contratto con una casa discografica. Nel 1997 il gruppo pubblica il suo unico album, The Ranch.[3] Il disco incontra l'apprezzamento della critica specializzata, e il gruppo si prepara a registrare un secondo album, ma nel 1998 Urban preferisce sciogliere il gruppo e continuare la propria carriera da solista.[6]

Keith Urban, Golden Road (1999-2004)Modifica

Firmato un contratto discografico da solista con la Capitol Records, nel 1999 Urban pubblica nuovamente un album intitolato semplicemente Keith Urban, questa volta in tutto il mondo.[3] L'album viene promosso attraverso il lancio di 5 singoli vince il premio dell'Accademia della musica country come miglior artista emergente nel 2001.[7] I risultati commerciali del singolo Your Everything lo rendono il primo artista neozelandese ad entrare nella top 10 della classifica Hot Country Songs,[3] mentre il brano But For The Grace Of God lo porta addirittura alla numero 1 di tale classifica. Sempre nel 2001 posa senza veli in un servizio fotografico per la rivista Playgirl.[8]

Nel 2002 Urban pubblica il suo secondo album "Golden Road" che arriva al vertice delle classifiche country, grazie anche all'incredibile popolarità del primo singolo estratto Somebody Like You: il singolo otterrà un successo talmente intenso da essere incoronato come più grande hit country degli anni 2000 da Billboard.[1] Vengono estratti altri due signoli dall'album, tra cui troviamo altre due numero 1 della principale classifica country statunitense.[9] In particolare, il singolo You'll Think Of Me permette a Urban di vincere un Grammy nella categoria Best Male Country Vocal Performance.[10] Nello stesso periodo, Urban Incide con Olivia Newton-John il brano "Sunburned country" da loro composto inserito nell'album "Duets (2)" della Newton-John. Per i due anni seguenti, Urban apre i tour di importanti artisti della scena country, come Brooks & Dunn, Martina McBride e Kenny Chesney, per diventare nel 2005 testimonial della linea di abbigliamento americana Gap.[11][3]

Be Here, Love Pain & The Whole Crazy, Greatest Hits (2005-2008)Modifica

Nel 2005 viene pubblicato il singolo Days Go By, che fa da traino per il terzo album di Urban Be Here. L'album ottiene un grande successo in USA, arrivando a vendere 3 milioni di copie.[12] Anche in questo caso, l'artista pubblica molti singoli di successo per la promozione di questo album. Nei mesi successivi, Urban va in tour non solo in USA e Oceania ma anche in Europa, apparendo per la prima volta sui palchi del Vecchio Continente.[3] Il 21 agosto 2006, Keith Urban pubblica il singolo Once In A Lifetime con cui batte un altro record: il debutto alla numero 17 nella Hot Country Songs Chart è il più alto mai avvenuto in quella classifica fino a quel momento.[13] Viene dunque pubblicato l'album Love, Pain, lanciato anche attraverso il secondo singolo Stupid Boy, con cui Urban vince il suo secondo Grammy (sempre nella medesima categoria del precedente).[10]

Nel luglio 2007, Urban duetta con Alicia Keys, in uno dei Live Earth, i concerti organizzati da Al Gore per sensibilizzare sul disastro ambientale.[14] A novembre viene pubblicato il suo primo greatest hits Greatest Hits: 18 Kids, che contiene due inediti.[3] Nel 2008, dopo aver portato avanti un tour da solista, Urban si dedica al Love, Pain and the Whole Crazy Carnival Ride Tour con la collega Carrie Underwood.[15] Nello stesso periodo, Urban pubblica una cover del brano You Look So Good In My Shirt. Successivamente viene pubblicato un DVD del tour da solista che aveva preceduto quello con la Underwood.[16] Urban conclude il 2008 duettando con Brad Prasley nel brano Start A Band, che raggiungerà la numero 1 della classifica country americana l'1 gennaio 2009.[9]

Defying Gravity, Get Closer, Fuse (2009-2016)Modifica

Dopo aver ottenuto la sua decima numero 1 nella classifica country con il brano Sweet Thing, Urban pubblica l'album Defying Gravity nel 2009, anche questa volta accompagnandolo con svariati singoli e promozione.[3] Sempre nel 2009, Urban porta avanti l'"Escape Together Tour", il quale coinvolge grandi stelle come Taylor Swift, Sugarland e Jason Aldean come openers.[17] Dal 2010, Urban lavora all'album Get Closer, che viene poi pubblicato nel 2012, ancora una volta supportato da vari singoli. In questo periodo, Urban si presta anche ai talent show come giudice: nel 2011 è fra i giudici della prima edizione di The Voice of Austalia,[18] mentre dal 2012 al 2016 è presenza fissa nella giuria di American Idol.[19][3] Nel frattempo continua anche l'attività live, con il Summer Lovin Tour del 2010 ed il Get Closer 2011 World Tour.[3]

Il 10 settembre 2013, Urban pubblica l'album Fuse,[20] anticipato dal singolo Little Bit Of Everything. L'album è stato co-prodotto dallo stesso Urban insieme ad altri 10 produttori.[21] Anche in questo caso vengono estratti in tutto ben 5 singoli, tra cui figurano collaborazioni con Miranda Lambert ed Eric Church. Urban porta avanti il Light The Fuse Tour nel 2013 ed il Raise Em Up Tour nel 2014.[3] Nel 2015, Urban pubblica un ulteriore album intitolato Ripcord: anche da questo progetto vengono estratti in tutto 5 tutti, fra cui il duetto con Carrie Underwood The Fighter e Blue Ain't Your Colour, che vengono entrambe certificate 2 volte platino in USA.[22] Blue Ain't Your Color arriva a trascorrere ben 12 settimane alla vetta della classifica Country Airplay Chart.[9] Nel 2016, Keith Urban è fra i 30 artisti scelti per celebrare i 50 anni dei CMA Awards.[23]

Graffiti U, The Speed of Now (2017-presente)Modifica

L'8 novembre 2017, Urban pubblica il singolo Female, dichiarando che il brano è ispirato parzialmente dallo scandalo riguardante Harwey Weinstein.[24] Urban dichiara anche che il brano è dedicato alle componenti femminili della sua famiglia, e la stessa Nicole Kidman interpreta i background vocals.[25] A tale singolo fa seguito l'album Graffiti U, pubblicato il 27 aprile 2018. L'album viene promosso attraverso vari brani tra singoli ufficiali e promozionali; la collaborazione con Julia Michaels Coming Home è il secondo singolo ufficiale. Segue il Graffiti U World Tour, che terrà impegnato Keith Urban fino al 2019.[3]

Fra 2019 e 2020, Keith Urban ha pubblicato molti singoli, alcuni tipicamente country e altri molto vicini al pop: una strada già intrapresa con la già citata Coming Home.[26] Tra i singoli rilasciati troviamo Superman, che viene confermato in qualità di primo estratto dal nuovo progetto di Urban, The Speed Of Love Parti I.[27] Il pre-order dell'album viene reso disponibile insieme al brano Change Your Mind. L'album viene successivamente pubblicato il 18 settembre 2020, preceduto di pochi giorni dalla collaborazione con P!nk One Too Many.[27]

Vita privataModifica

Nel periodo trascorso a Nashville, Keith Urban era dipendente da cocaina.[28] Nel gennaio 2005 conosce l'attrice Nicole Kidman durante il G'Day, un evento hollywoodiano in onore degli australiani. I due si sono sposati con una cerimonia cattolica il 25 giugno 2006. Il 20 ottobre dello stesso anno Urban, che aveva firmato un contratto pre-matrimoniale in base al quale avrebbe perso ogni diritto sui beni della moglie se avesse fatto abuso di droghe e alcol, entra in una clinica per disintossicarsi dall'uso di cocaina. Il 7 luglio 2008 ha avuto la prima figlia, Sunday Rose. Il 28 dicembre 2010 nasce la secondogenita della coppia, Faith Margaret, tramite madre surrogata.

 
Keith Urban nel 2012.

DiscografiaModifica

Album in studio
Raccolte

OnorificenzeModifica

  Ufficiale dell'Ordine dell'Australia
«Per il servizio distinto nelle arti dello spettacolo come cantante e cantautore e nelle organizzazioni di beneficenza.»
— 26 gennaio 2020[29]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Keith Urban - New Songs, Playlists & Latest News - BBC Music, su BBC. URL consultato il 10 agosto 2020.
  2. ^ (EN) Nicole Kidman and Keith Urban celebrate wedding anniversary with romantic snaps, su HELLO!, 26 giugno 2019. URL consultato il 10 agosto 2020.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o (EN) Keith Urban | Biography, Albums, Streaming Links, su AllMusic. URL consultato il 10 agosto 2020.
  4. ^ Keith Urban, New Faces, audizione, su youtube.com.
  5. ^ Aria Awards, su www.ariaawards.com.au. URL consultato il 10 agosto 2020.
  6. ^ (EN) Raybon Brothers - Raybon Brothers | Songs, Reviews, Credits | AllMusic. URL consultato il 10 agosto 2020.
  7. ^ (EN) Keith Urban - Keith Urban | Songs, Reviews, Credits | AllMusic. URL consultato il 10 agosto 2020.
  8. ^ Keith Urban on the Cover of Playgirl in 2001 | Keith urban, Keith, Nicole kidman keith urban, su Pinterest. URL consultato il 10 agosto 2020.
  9. ^ a b c Keith Urban, su Billboard. URL consultato il 10 agosto 2020.
  10. ^ a b (EN) Keith Urban | Awards, su AllMusic. URL consultato il 10 agosto 2020.
  11. ^ Keith in Gap Jeans Ad F05. #keithurban | Keith urban, Gap jeans, Keith, su Pinterest. URL consultato il 10 agosto 2020.
  12. ^ (EN) Gayle ThompsonPublished: September 22, 2019, 14 Years Ago: Keith Urban's 'Golden Road' Goes Triple Platinum, su The Boot. URL consultato il 10 agosto 2020.
  13. ^ Keith Urban makes history, su www.countrystandardtime.com. URL consultato il 10 agosto 2020.
  14. ^ Duetto Alicia Keys Keith Urban, su youtube.com.
  15. ^ (EN) KEITH URBAN AND CARRIE UNDERWOOD’S “Love, Pain & the whole crazy Carnival Ride Tour” EXPANDS FROM 24 To 26-CITY TOUR! · The Official Carrie Underwood Fan Club, su www.carrieunderwood.fm. URL consultato il 10 agosto 2020.
  16. ^ (EN) Keith Urban - Love Pain & The Whole Crazy World Tour Live, Liberty. URL consultato il 10 agosto 2020.
  17. ^ soundslikenashville, Keith Urban - "Escape Together World Tour", su Sounds Like Nashville, 11 maggio 2009. URL consultato il 10 agosto 2020.
  18. ^ Judges announced for Aussie Voice - RTÉ Ten, su web.archive.org, 25 novembre 2011. URL consultato il 10 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 25 novembre 2011).
  19. ^ (EN) Nicki Minaj, Keith Urban named 'American Idol' judges, su EW.com. URL consultato il 10 agosto 2020.
  20. ^ Keith Urban Sets Date for 'Fuse,' Talks 'Diversity' of New Album, su Billboard, 28 maggio 2013. URL consultato il 10 agosto 2020.
  21. ^ (EN) Brian Mansfield, 10 things you should know about Keith Urban's 'Fuse', su USA TODAY. URL consultato il 10 agosto 2020.
  22. ^ Roughstock- http://www.roughstock.com, Top 30 Digital Country Singles: April 30, 2018, su RoughStock, 30 aprile 2018. URL consultato il 10 agosto 2020.
  23. ^ (EN) A. B. C. News, 30 Country Music Stars Join Forces for Historic CMA Music Video, 'Forever Country', su ABC News. URL consultato il 10 agosto 2020.
  24. ^ (EN) Kaitlyn Tiffany, Keith Urban released a song called Female because of Harvey Weinstein, su The Verge, 8 novembre 2017. URL consultato il 10 agosto 2020.
  25. ^ Keith Urban Brings His Harvey Weinstein-Inspired Song 'Female' to 2017 CMAs, su Billboard, 8 novembre 2017. URL consultato il 10 agosto 2020.
  26. ^ Keith Urban, su Spotify. URL consultato il 10 agosto 2020.
  27. ^ a b Gianluca Sitta, Keith Urban The Speed of Now Part 1, su Planetcountry, 6 agosto 2020. URL consultato il 10 agosto 2020.
  28. ^ Usa Weekend, Keith Urban dipendente cocaina, su usaweekend.com.
  29. ^ (EN) Sito web del Dipartimento del Primo Ministro e del Governo: dettaglio decorato.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN85476689 · ISNI (EN0000 0001 1450 5366 · Europeana agent/base/71314 · LCCN (ENno2004102713 · GND (DE135373786 · BNF (FRcb14234950p (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2004102713