Apri il menu principale

Kent Brockman

personaggio immaginario della serie I Simpson
Kent Brockman
Kent Brockman.png
Kent Brockman nel film dei Simpson.
UniversoI Simpson
Lingua orig.Inglese
AutoreMatt Groening
1ª app.29 aprile 1990
1ª app. inKrusty va al fresco
app. it.26 novembre 1991
Voce orig.Harry Shearer
Voce italianaFederico Neri [1]
SessoMaschio
ProfessioneAnchorman

Kent Brockman è uno dei personaggi immaginari secondari della serie animata I Simpson. È l'anchorman locale di Springfield, apparso per la prima volta nel dodicesimo episodio della prima stagione, Krusty va al fresco. È doppiato da Harry Shearer nella serie originale, e da Federico Neri in italiano.[1]

Indice

PersonaggioModifica

Kent Brockman è un giornalista che conduce il notiziario settimanale su Canale 6, dove conduce anche altre trasmissioni televisive come Smartline (parodia di Nightline), programma d'attualità locale che nel doppiaggio italiano diviene Linea Cocente,[2] Bite Back! With Kent Brockman (parodia di Fight Back! with David Horowitz), Occhio su Springfield (nell'originale Eye on Springfield, parodia di Eye on LA), che si concentra su notizie di intrattenimento, Springfield Squares e un suo spazio personale per commentare le notizie in Springfield News, "My Two Cents".

Nel nono episodio della seconda stagione, Grattachecca e Fichetto e Marge, Kent Brockman viene più volte presentato dall'annunciatore di Canale 6 come vincitore di un Emmy.[3][4]

Nel diciannovesimo episodio della terza stagione, Morire come un cane, Brockman vince il jackpot della lotteria di stato ($ 130 milioni), lasciando il notiziario in diretta, salvo poi tornare alla propria postazione per restare a prendere i suoi $ 500.000 annui.

Nell'ottava puntata della settima stagione, Mamma Simpson, si scopre grazie ad un flashback negli anni sessanta che egli ha origini ebraiche e che il suo vero nome è Kenny Brockelstein. Tuttavia, nel fumetto, qualcuno gli ricorda che in realtà all'anagrafe egli risulti Brock Kentman.

Ha un collie sterilizzato di nome Jessica e guida una Mercedes-Benz Classe S (una Pontiac nell'originale[5]), che mette in bella mostra durante il trailer del talk show Occhio su Springfield.

Avendo vinto alla lotteria, è molto ricco, e non perde occasione per ostentare il suo stato sociale. Non è uno dei personaggi principali della serie, tuttavia si trova sempre, in quanto giornalista, sul luogo dei misfatti che accadono a Springfield. È inoltre sovrappeso e in alcune puntate si affida a personal trainer per dimagrire, magari insieme ad altri compagni di sventura come ad esempio Bart.

Dall'età imprecisata, è sposato (ma la moglie non compare mai nella serie) ed è l'amante della meteorologa di Canale 6. Ha una sorella che lavora alla CNN di cui tuttavia non parla mai e due figli piccoli, un maschio e una femmina, che sembrano già essere uguali a lui, se non altro per i capelli.

Quando è nervoso, conclude i suoi servizi dicendo: "Questo è tutto, andate all'inferno!". Il suo motto è: "La democrazia semplicemente non funziona" oppure alla fine di un servizio non sapendo di essere ancora in diretta disse: "Non sgancerò un soldo per la torta di quell'idiota di "...""

Nell'episodio della quinta stagione Homer nello spazio profondo pronuncia la frase "in quanto a me darò il benvenuto ai nostri insetti signori supremi" (in originale "I, for one, welcome our new insect overlords"), diventata celebre e utilizzata anche come meme, sostituendo gli "insetti" (nell'episodio si trattava di formiche) di volta in volta con altro.[6][7] Celebre anche la citazione, tratta dell'episodio della sesta stagione La cometa di Bart, "L'ho già detto e lo ripeto ancora una volta: la democrazia semplicemente non funziona." ("I've said it before and I'll say it again: Democracy simply doesn't work.").[8][9]

Inoltre la vera faccia di Kent Brockman è tutto un insieme cascante di pelle e rughe che però con alcuni trattamenti riesce a tirare dietro la testa ed avere di nuovo la sua faccia più umana, come, per esempio, quando nel film dei Simpson mentre parla al telegiornale gli casca tutta la pelle coprendogli la faccia, lui la tira indietro e usa una molletta per tenerla ferma.

Creazione e ispirazioneModifica

Kent Brockman è una caricatura dei telegiornali statunitensi, che normalmente privilegiano la cronaca locale ignorando spesso gli eventi che accadono fuori dalla comunità a cui fanno riferimento o fuori dagli USA.

AccoglienzaModifica

NME lo ha definito "il più grande giornalista immaginario di tutti i tempi".[10] Paul Semel lo mette fra i peggiori conduttori di telegiornali, perché è un "venduto totale".[11] Nel 2013 Complex lo ha messo al secondo posto in una classifica dei personaggi più sottovalutati dei Simpson.[12]

Gli Hed P.E. citano Kent Brockman nella canzone IFO, contenuta nell'album Hed PE.

NoteModifica

  1. ^ a b Federico Neri, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net. URL consultato il 6 ottobre 2018.
  2. ^ I Simpson: episodio 02x09, Itchy & Scratchy & Marge [Grattachecca e Fichetto e Marge], a 10 min 42 s.
  3. ^ I Simpson: episodio 02x09, Itchy & Scratchy & Marge [Grattachecca e Fichetto e Marge], a 10 min 44 s.
  4. ^ I Simpson: episodio 02x09, Itchy & Scratchy & Marge [Grattachecca e Fichetto e Marge], a 19 min 17 s.
  5. ^ Marco Malaspina, La scienza dei Simpson: guida non autorizzata all'universo in una ciambella, Alpha Test, 2007, p. 55.
  6. ^ (EN) I, For One, Welcome Our New Insect Overlords, Know Your Meme. URL consultato il 6 ottobre 2018.
  7. ^ (EN) Paul McFedries, The Complete Idiot's Guide to Weird Word Origin, Penguin, 2008, p. 218.
  8. ^ (EN) Jason Serafino, 20 Classic "Simpsons" Quotes You Can Use In Everyday Situations, su complex.com, 9 marzo 2014. URL consultato il 6 ottobre 2018.
  9. ^ (EN) Democracy simply doesn't work: Top Simpsons quotes for the losing candidate, su news.com.au, 7 novembre 2012. URL consultato il 6 ottobre 2018.
  10. ^ (EN) This just in: Kent Brockman’s 17 greatest ever quotes, NME, 6 aprile 2017. URL consultato il 28 settembre 2018.
  11. ^ (EN) Paul Semel, The Best & Worst TV News Anchors, su msn.com. URL consultato il 4 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 21 gennaio 2008).
  12. ^ (EN) Jason Serafino, The 25 Most Underrated "Simpsons" Characters, su complex.com, 29 maggio 2013. URL consultato il 6 ottobre 2018.
  Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson