Kevin Joseph Farrell

cardinale e vescovo cattolico statunitense

Kevin Joseph Farrell (Dublino, 2 settembre 1947) è un cardinale e vescovo cattolico irlandese naturalizzato statunitense, dal 15 agosto 2016 prefetto del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita, dal 14 febbraio 2019 camerlengo di Santa Romana Chiesa, dal 29 settembre 2020 presidente della Commissione di materie riservate e dal 7 giugno 2022 presidente del Comitato per gli investimenti.

Kevin Joseph Farrell
cardinale di Santa Romana Chiesa
State in fide
 
TitoloCardinale diacono di San Giuliano Martire
Incarichi attuali
Incarichi ricoperti
 
Nato2 settembre 1947 (75 anni) a Dublino
Ordinato presbitero24 dicembre 1978 dal cardinale Eduardo Francisco Pironio
Nominato vescovo28 dicembre 2001 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo11 febbraio 2002 dal cardinale Theodore Edgar McCarrick
Creato cardinale19 novembre 2016 da papa Francesco
 

BiografiaModifica

Kevin Joseph Farrell nasce il 2 settembre 1947 a Dublino, la capitale dell'Irlanda. Dopo aver completato le scuole primaria e secondaria, nel 1966 entra nella congregazione dei Legionari di Cristo, di cui è già membro il fratello maggiore Brian, che poi diventerà anch'egli vescovo. Frequenta l'Università di Salamanca in Spagna, e poi la Pontificia Università Gregoriana a Roma. Ottiene la licenza in filosofia ed in teologia all'Università di San Tommaso a Roma. In seguito compie un master's degree in business administration all'Università di Notre Dame (U.S.A.). Viene ordinato sacerdote dei Legionari di Cristo il 24 dicembre 1978.

Dopo l'ordinazione sacerdotale è cappellano all’Università di Monterrey in Messico, professore degli studi economici, amministratore generale con la responsabilità per seminari e scuole dei Legionari di Cristo in Italia, Spagna ed Irlanda. Dal 1983 esercita il ministero pastorale nella parrocchia di Saint Bartholomew a Bethesda in Washington.

Nel 1984 esce dalla congregazione dei Legionari di Cristo e si incardina nell'arcidiocesi di Washington, dove ricopre i seguenti incarichi: vice parroco nella parrocchia di Saint Thomas the Apostle (1984-1985), direttore del Centro Cattolico Spagnolo (1986), direttore esecutivo reggente delle Organizzazioni Caritative Cattoliche (1987-1988), segretario per gli affari finanziari (1989-2001), parroco dell'Annunciation Parish (2000-2002).

Ministero episcopaleModifica

Vescovo ausiliare di Washington e vescovo di DallasModifica

Nominato vescovo titolare di Rusuccuru e ausiliare di Washington il 28 dicembre 2001, riceve la consacrazione episcopale l’11 febbraio successivo dall'allora cardinale Theodore Edgar McCarrick, di cui diviene vicario generale per l'amministrazione e moderatore della Curia.

Il 6 marzo 2007 è promosso vescovo di Dallas. Prende possesso della diocesi il successivo 1º maggio.

Prefetto del Dicastero per i laici, la famiglia e la vitaModifica

Il 15 agosto 2016 viene nominato da papa Francesco prefetto del nuovo Dicastero per i laici, la famiglia e la vita[1][2], con decorrenza effettiva dal 1º settembre 2016.

Lo stesso giorno assume il titolo di vescovo emerito di Dallas.

Il 9 ottobre 2016 papa Francesco ne annuncia la creazione a cardinale nel concistoro del 19 novembre.

Il concistoro, si è tenuto il successivo 19 novembre presso la Basilica di San Pietro in Vaticano, e gli sono stati conferiti l'anello, la berretta cardinalizia e il titolo di Cardinale diacono di San Giuliano Martire[3]. Il giorno successivo, 20 novembre, ha preso parte alla cerimonia di chiusura del Giubileo straordinario della misericordia, iniziato l'8 dicembre del 2015.

Il 10 giugno 2017 è nominato membro dell'Amministrazione del patrimonio della Sede Apostolica.

Il 14 febbraio 2019 viene nominato da papa Francesco camerlengo di Santa Romana Chiesa, divenendo così il primo porporato statunitense a ricoprire questo ruolo.

Il 29 settembre 2020 è nominato presidente della Commissione di materie riservate[4].

Il 1º giugno 2022 è nominato membro della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti[5], mentre il 7 giugno seguente è nominato presidente del Comitato per gli investimenti[6].

Il 2 giugno 2023 è nominato presidente della Corte di Cassazione dello Stato della Città del Vaticano, con decorrenza dal 1º gennaio 2024[7].

ControversieModifica

Legami con Theodore McCarrickModifica

Nel luglio 2018, l'arcivescovo di Washington Theodore McCarrick si trova al centro di uno scandalo dopo essere stato accusato di aver molestato e abusato di uomini adulti nei suoi programmi di formazione al seminario come anche giovani sacerdoti per un periodo che copre 50 anni (accuse che portano alle sue dimissioni dal Collegio cardinalizio).

In questo frangente, molti giornali e opinionisti si chiedono se Farrell e gli altri vescovi che hanno servito sotto McCarrick fossero a conoscenza delle molestie e degli abusi e abbiano deciso di non fare niente al riguardo.[8][9] Farrell è tra questi vescovi quello con il grado più elevato, essendo stato scelto da McCarrick nel 2001 come vescovo ausiliare e avendolo servito per sei anni nella direzione dell'arcidiocesi di Washington. Farrell ha inoltre condiviso con McCarrick un appartamento a Washington DC per sei anni.[10] Farrell ha scelto per il suo stemma (vedi sezione Araldica di questo articolo) lo stesso leone presente nello stemma di McCarrick, che il giornalista Michael Sean Winters ha chiamato suo "mentore nell'episcopato".[11]

Nel settembre 2018, Il Fatto Quotidiano afferma di aver ottenuto un dossier (finora mai pubblicato) sulla persona di Farrell, parte di un rapporto di 300 pagine su corruzione, omosessualità ed estorsione nel Vaticano.[12]

IX Incontro Mondiale delle FamiglieModifica

In vista del IX Incontro Mondiale delle Famiglie nel 2018 a Dublino, il vescovo Brendan Leahy annuncia che la comunità LGBT dev'essere benvenuta al convegno.[13] Farrell, in quanto prefetto del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita, si fa carico dell'organizzazione e direzione del convegno e rimuove tutti i riferimenti a comunità LGBT.

Nell'agosto del 2018, Mary McAleese, ex presidente irlandese e accademica cattolica, conferma che non parteciperà all'incontro visto che lei e la sua famiglia non si sentono benvenuti. McAleese afferma che questo evento è "essenzialmente un raduno di destra... ed è stato concepito proprio per questo motivo, per radunare persone e motivarle a lottare contro l'onda dei matrimoni tra persone dello stesso sesso, diritti per i gay, il diritto di aborto, il diritto alla contraccezione".[14]

L'ente fondato per l'organizzazione e la raccolta fondi per il IX Incontro Mondiale delle Famiglie ha riportato una perdita di €4,4 milioni alla fine del 2018, nonostante il supporto di 11.000 volontari.[15]

Genealogia episcopale e successione apostolicaModifica

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

AraldicaModifica

Stemma Descrizione
 
Kevin Joseph Farrell
Vescovo di Dallas
 
Kevin Joseph Farrell
Cardinale diacono di San Giuliano Martire
Prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita

NoteModifica

  1. ^ Nomina del Prefetto del nuovo Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita
  2. ^ Lettera Apostolica “Sedula Mater” in forma di Motu Proprio con cui si istituisce il Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, 17.08.2016
  3. ^ Assegnazione dei Titoli o Diaconie
  4. ^ Rinunce e nomine. Nomina dei Membri della Commissione di Materie Riservate, su press.vatican.va, 5 ottobre 2020. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  5. ^ Rinunce e nomine (continuazione), su press.vatican.va, 1º giugno 2022. URL consultato il 1º giugno 2022.
  6. ^ Rinunce e nomine. Istituzione del Comitato per gli Investimenti e nomina dei Componenti, su press.vatican.va, 7 giugno 2022. URL consultato il 7 giugno 2022.
  7. ^ Nomina del Presidente e dei Giudici della Corte di cassazione dello Stato della Città del Vaticano, su press.vatican.va, 2 giugno 2023. URL consultato il 2 giugno 2023.
  8. ^ (EN) McCarrick, the Bishops and Unanswered Questions, su NCR. URL consultato l'11 agosto 2021.
  9. ^ (EN) What Did The Cardinals Know?, su The American Conservative. URL consultato l'11 agosto 2021.
  10. ^ (EN) The Man In The Red Hat | Washingtonian (DC), su Washingtonian, 1º ottobre 2004. URL consultato l'11 agosto 2021.
  11. ^ (EN) Bishop Farrell heads to Rome: What it means, su National Catholic Reporter, 17 agosto 2016. URL consultato l'11 agosto 2021.
  12. ^ Vaticano, un dossier sul vescovo Farrell: ha convissuto per anni col cardinale dello scandalo McCarrick, su Il Fatto Quotidiano. URL consultato l'11 agosto 2021.
  13. ^ (EN) Gay couples must be made welcome at World Meeting of Families, insists bishop, su independent. URL consultato l'11 agosto 2021.
  14. ^ (EN) Ceimin Burke, Mary McAleese: 'World Meeting of Families is essentially a right wing rally', su TheJournal.ie. URL consultato l'11 agosto 2021.
  15. ^ (EN) Colin Coyle, Pope Francis’s Irish trip makes €4.4m loss for World Meeting of Families. URL consultato l'11 agosto 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN114879044 · ISNI (EN0000 0000 8319 6600 · LCCN (ENn90633596 · GND (DE1117229203 · WorldCat Identities (ENlccn-n90633596