Apri il menu principale
Kim Chaek
Kim Chaek.jpg

Vice-Primo ministro della Repubblica Popolare Democratica di Corea
Durata mandato 2 settembre 1948 –
31 gennaio 1951
Capo del governo Kim Il-sung

Dati generali
Partito politico Partito del Lavoro di Corea
Kim Chaek
1949.09.02.金策.jpg
14 agosto 1903 – 31 gennaio 1951
Nato aSŏngjin
Morto aIncheon
Cause della mortebombardamento aereo
Dati militari
Paese servitoFlag of North Korea.svg Corea del Nord
Forza armataFlag of the Korean People's Army (1992–1993).svg Armata Popolare Coreana
Anni di servizio1932-1951
GradoGenerale
GuerreGuerra di Corea
DecorazioniPremio per la riunificazione nazionale (Postumo)
"fonti nel corpo del testo"
voci di militari presenti su Wikipedia

Kim Chaek[1] (Sŏngjin, 14 agosto 1903Incheon, 31 gennaio 1951) è stato un rivoluzionario, politico e generale nordcoreano, il suo vero nome era Kim Hong-gye.

Indice

BiografiaModifica

Nacque a Sŏngjin, ribattezzata in suo onore dopo la sua morte con il suo nome. Aderì quasi subito al movimento di guerriglia coreano contro l'occupazione giapponese nel 1927 e combatté a fianco di Kim Il-sung in Manciuria. Nel 1932 entrò nell'appena fondato Esercito rivoluzionario popolare coreano. Si spostò in Unione Sovietica nel 1940 per fuggire dalle conquiste giapponesi dei rifugi partigiani. Da quel momento visse a Chabarovsk dove si ritrovò con Kim Il-sung e formò insieme a lui l'88ª brigata speciale dell'Armata Popolare Coreana. Tornò nel paese natale insieme ai sovietici e fu nominato secondo presidente del comitato centrale del Partito dei Lavoratori di Corea. Divenne anche ministro dell'industria e vice-primo ministro sotto il governo di Kim Il-sung nel 1948. Durante la Guerra di Corea fu comandante delle truppe nordcoreane sulle linee del fronte.

Kim fu purgato con l'accusa di essere stato il responsabile del fallimento nordcoreano durante la Battaglia di Incheon. Morì nel 1951 in seguito ad un bombardamento aereo statunitense. Diversi scolari credono che la sua morte fu un assassinio in seguito ad una lotta di potere e che fu causata da un avvelenamento di gas e non da un bombardamento aereo.

NoteModifica

  1. ^ Nell'onomastica coreana il cognome precede il nome. "Kim" è il cognome.

Onori PostumiModifica

dopo la sua morte, la sua provincia e città natale furono rinominate Kimch'aek in suo onore per commemorare la sua vita e i suoi meriti. furono rinominate con il suo nome anche l'università di tecnologia, il complesso d'acciaio e ferro e lo stadio popolare.

nel 1998 fu decorato postumo con il premio per la riunificazione nazionale dal governo della Corea del Nord.

Altri progettiModifica