Kinoshita Iesada

Kinoshita Iesada[1] (木下 家定?; 15434 ottobre 1608) è stato un daimyō giapponese dei periodi Sengoku ed Edo, servitore del clan Toyotomi.

Kinoshita Iesada

BiografiaModifica

Figlio di Sugihara Sadatoshi, nacque con il nome Sugihara Magobei (杉原孫兵衛?), ma in seguito prese il nuovo nome di famiglia Kinoshita probabilmente per mostrare il suo sostegno a suo cognato, il generale che sarebbe diventato noto come Toyotomi Hideyoshi[2].

Al tempo della battaglia di Sekigahara, Iesada era il signore dell'han di Himejin il quale valeva 40.000 koku[3]. Tuttavia, a causa della sua distinzione nel sorvegliare sua sorella O-ne (moglie di Hideyoshi), Tokugawa Ieyasu lo ricompensò, e venne trasferito nell'han di Ashimori (25.000 koku) nella provincia di Bitchū dopo la battaglia.[4]

I figli di Iesada includevano Katsutoshi, Toshifusa, Nobutoshi, Toshisada e Hideaki. Toshifusa, suo secondo figlio, gli succedette.

NoteModifica

  1. ^ Per i biografati giapponesi nati prima del periodo Meiji si usano le convenzioni classiche dell'onomastica giapponese, secondo cui il cognome precede il nome. "Kinoshita" è il cognome.
  2. ^ Nussbaum, Louis-Frédéric et al. (2005). "Kinoshita" in Japan encyclopedia, p. 523.
  3. ^ (JA) 足守藩主木下家 Archiviato il 10 aprile 2007 in Internet Archive.
  4. ^ (JA) 木下家定 Archiviato il 28 aprile 2007 in Internet Archive.