Apri il menu principale
Kirsten Rutnik Gillibrand
SenatorGillibrandpic.jpg

Senatrice, New York
Durata mandato 26 gennaio 2009 - presente
Predecessore Hillary Clinton

Membro della Camera dei Rappresentanti - New York, distretto n.20
Durata mandato 3 gennaio 2007 - 26 gennaio 2009
Predecessore John E. Sweeney
Successore Scott Murphy

Dati generali
Partito politico Democratico
Tendenza politica Liberalismo conservatore e centrista
Firma Firma di Kirsten Rutnik Gillibrand

Kirsten Elizabeth Gillibrand, nata Rutnik (Albany, 9 dicembre 1966), è una politica e avvocata statunitense di origini polacche, membro del Partito Democratico e senatrice dello stato di New York. È stata deputata della Camera dei Rappresentanti dal 3 gennaio 2007 al 26 gennaio 2009..

Indice

BiografiaModifica

Nasce ad Albany, New York, figlia di Polly Edwina (Noonan) e Douglas Paul Rutnik. Entrambi i genitori, che divorzieranno alla fine degli Ottanta, sono avvocati e il padre ha anche lavorato come lobbista.[1] Gillibrand ha un fratello maggiore, Douglas Rutnik, e una sorella minore, Erin Rutnik Tschantret.[2] La nonna materna è Dorothea "Polly" Noonan, fondatrice del Albany Democratic Women's Club e leader della potente macchina politica di Albany Mayor Erastus Corning, durata per oltre 40 anni.[1]

Durante l'infanzia e gli anni del college, Gillibrand usa il soprannome di "Tina". Inizia a usare il nome di nascita di Kirsten pochi anni dopo all'università. Si diploma alla Emma Willard School, una scuola privata femminile situata a Troy, New York,[3] poi si iscrive al Dartmouth College, collaborando anche nell'ufficio di Albany del senatore repubblicano degli Stati Uniti Alfonse D'Amato. Si specializza in studi asiatici, studiando sia a Pechino che a Taiwan. Mentre era a Pechino, ha studiato con l'attrice Connie Britton alla Beijing Normal University.[4][5] Si laurea magna cum laude nel 1988[6] in giurisprudenza all'UCLA.

Il 23 gennaio 2009, la Gillibrand è stata designata dal governatore dello stato di New York, David Paterson, per occupare il seggio al Senato lasciato vacante da Hillary Clinton, la quale ha assunto la carica di Segretaria di Stato nell'amministrazione Obama.

Ha confermato il suo seggio al Senato alle elezioni del 2010 con il 62.95% dei voti, del 2012 con il 72.22% dei suffraggi e del 2018 con il 67% delle preferenze. Il 15 gennaio del 2019 annuncia di aver avviato una commissione esplorativa per valutare la sua possibile candidatura alle elezioni presidenziali del 2020.[7]

Ideologicamente, la Gillibrand è una democratica moderata e durante la permanenza alla Camera faceva parte della Blue Dog Coalition. Si è schierata a favore dell'aborto e della ricerca sulle staminali, ma è anche favorevole al diritto di usare delle armi. Sostiene i matrimoni gay.

Vita privataModifica

Gillibrand ha incontrato colui che sarebbe diventato suo marito, Jonathan Gillibrand, un venture capitalist e cittadino britannico, in un appuntamento al buio. Jonathan aveva pianificato di restare negli Stati Uniti solo per un anno mentre studiava per il suo Master in Business Administration presso la Columbia University, ma è invece rimasto proprio per il rapporto con lei. I due si sono sposati in una chiesa cattolica a Manhattan nel 2001.

I Gillibrands hanno avuto il primo figlio, Theodore, nel 2003,[2] e il loro secondogenito, Henry, nel 2008. Vivono nella città di Brunswick. A causa delle sue esigenze di lavoro, la famiglia trascorre comunque la maggior parte del tempo a Washington, DC.[2]

OpereModifica

  • Off the Sidelines: Speak Up, Be Fearless, and Change Your World, (forward by Hillary Clinton), Ballantine Books, 2015

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Karen Tumulty, Kirsten Gillibrand, in Time Inc., 23 gennaio 2009. URL consultato il 27 gennaio 2011.
  2. ^ a b c (EN) Stephen Rodrick, The Reintroduction of Kirsten Gillibrand, in New York magazine), New York Media Holdings, 7 giugno 2009. URL consultato il 4 febbraio 2011.
  3. ^ (EN) Michael Powell e Raymond Hernandez, Senate Choice: Folksy Centrist Born to Politics, in The New York Times, 23 gennaio 2009. URL consultato il 26 gennaio 2011.
  4. ^ (EN) Sydney Ayers, Nashville star Connie Britton '89 sits down to discuss her new show, su thedartmouth.com, 11 ottobre 2012. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  5. ^ (EN) McDevitt Caitlin, Connie Britton on roomie Kirsten Gillibrand, in Politico, 8 ottobre 2013. URL consultato il 28 novembre 2013.
  6. ^ (EN) Anya Perret, Gillibrand '88 picked for N.Y. Senate seat, su thedartmouth.com, 23 gennaio 2009. URL consultato il 29 gennaio 2011.
  7. ^ (EN) Elena Schneider, Kirsten Gillibrand launches presidential exploratory committee, in POLITICO, 15 gennaio 2019. URL consultato il 15 gennaio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN304699563 · ISNI (EN0000 0004 1010 7047 · LCCN (ENno2013063550