Apri il menu principale
Kneblinghausen (nome latino sconosciuto)
Germania Enobarbo e Tiberio.jpg
Le campagne di Tiberio, avrebbero potenziato il limes lungo il fiume Lippe, e forse lungo il fiume Ruhr ed i suoi affluenti, con la costruzione di questo nuovo castrum.
Periodo di attività fortezza legionaria forse di età augustea;
più probabilmente di età domizianea
Località moderna Rüthen (quartiere di Kneblinghausen)
Unità presenti sconosciute
Dimensioni castrum 450x245 metri pari a 11 ha circa
Provincia romana Germania
Battaglie nei pressi sconosciute

Il campo militare romano di Kneblinghausen si trova nel quartiere di Kneblinghausen della città tedesca di Rüthen, lungo il fiume Möhne, affluente della Ruhr. Potrebbe far parte di tutta una serie di fortificazioni realizzate all'epoca di Augusto, ai fini dell'occupazione della Germania e della sua trasformazione in provincia romana. Alcuni studiosi moderni ritengono invece sia di epoca più tarda, attribuibile a Domiziano (81-96).

Indice

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Limes romano.

Dalle campagne di Augusto a quelle di Domiziano (3 a.C.? - 84 d.C.?)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Occupazione romana della Germania sotto Augusto e Spedizione germanica di Germanico.

Il momento della fondazione del campo potrebbe essere avvenuto sotto i generali di Augusto, Lucio Domizio Enobarbo o Marco Vinicio (a cui furono conferiti gli Ornamenta triumphalia de Cherusciis) in un periodo compreso tra il 3 a.C. ed il 3 d.C., oppure dallo stesso Tiberio (futuro princeps) in relazione all'occupazione della Germania fino all'Elba negli anni 4-5. La fine del suo utilizzo potrebbe essere avvenuto con la disfatta di Varo nel 9. Esistono però indizi sufficienti che sembrano testimoniare, al contrario, che tale forte fu utilizzato in epoca domizianea al tempo delle prime campagne condotte lungo il limes germanico-retico degli anni 83-84, o forse ai tempi della sacerdotessa Velleda verso la fine degli anni settanta del I secolo.

Gli scavi archeologiciModifica

Kneblinghausen
La provincia romana di Germania Magna nel 9.
Localizzazione
Stato  Germania
Mappa di localizzazione

Coordinate: 51°29′27.24″N 8°30′22.43″E / 51.4909°N 8.50623°E51.4909; 8.50623

 Lo stesso argomento in dettaglio: Germania (provincia romana).

Il primo ritrovamento archeologico risalirebbe al 1901 da parte di A. Hartmann. Gli scavi proseguirono fino al 1907. Nuovi scavi furono condotti dal prof.Tori nel 1926 e nel 1934. Altri scavi avvennero tra il 1937 ed il 1939.

Dagli scavi è emerso un forte le cui dimensioni sono risultate, in una prima fase di 450 x 245 m, ed in una seconda fase ridotte lungo il lato est, a circa 130 metri. Le porte del castrum sembra siano del tipo a Clavicola (tipico della fine del I secolo), motivo per cui si è intuito si trattasse di una costruzione di tipo romano, o romano-germanica. Sembra infatti che il campo romano sia stato costruito su un preesistente insediamento germanico.

Lo stato attuale delle conoscenze non ci permette di dire se il castrum di Kneblinghausen faccia parte o meno della serie di forti romani di età augustea come (Holsterhausen, Haltern, Oberaden ed Anreppen). Sembra invece più probabile che possa appartenere alle campagne dall'imperatore Domiziano degli anni ottanta del I secolo.

NoteModifica


BibliografiaModifica

Fonti primarieModifica

Cassio Dione Cocceiano, Storia romana, LV.

Fonti moderneModifica

  • Der Kreis Soest. Theiss-Verlag, Stuttgart, 2001. ISBN 3806215162
  • Georg Eggenstein, Das Siedlungswesen der jüngeren vorrömischen Eisenzeit und der frühen römischen Kaiserzeit im Lippebereich, Bodenaltertümer Westfalen 40, Mainz 2002.
  • Johann-Sebastian Kühlborn, Germaniam pacavi - Germanien habe ich befriedet, 1995, supplemento 3, pp. 130–144.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica