Knole House

Knole House
Knole from Morris's Seats of Noblemen and Gentlemen (1880).jpg
Localizzazione
StatoRegno Unito Regno Unito
Regione/area/distrettoKent
LocalitàSevenoaks
Coordinate51°15′57.6″N 0°12′21.6″E / 51.266°N 0.206°E51.266; 0.206Coordinate: 51°15′57.6″N 0°12′21.6″E / 51.266°N 0.206°E51.266; 0.206
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXV secolo
Realizzazione
ProprietarioThomas Bourchier e Thomas Sackville, I conte di Dorset

Knole House o semplicemente Knole è una storica residenza in stile Tudor e giacobiano situata nei dintorni della cittadina inglese di Sevenoaks, nel Kent (Inghilterra sud-orientale, e che è stata realizzata nella seconda metà del XV secolo[1][2][3][4] per volere dell'arcivescovo di Canterbury[1][4] Thomas Bourchier[1] su un preesistente edificio del XII secolo[1] ed ampliata ad inizio XVII secolo[2]. Si tratta della più grande casa di campagna dell'Inghilterra.[2]

È dalla fine del XVI secolo-inizio XVII secolo la residenza della famiglia Sackville[2][3][4]: nacque qui anche la scrittrice Vita Sackville-West (1892-1962)[2][3].

La tenuta è posta sotto la tutela del National Trust.[2][5]

Sevenoaks (Kent, Inghilterra): panoramica della Knole House

UbicazioneModifica

La tenuta si trova nella High Street[1], a circa 2,5 km dalla stazione di Sevenoaks[1].

CaratteristicheModifica

Si tratta di una calendar house ("casa (a) calendario")[1]: le stanze sono infatti 365 come i giorni dell'anno, i corridoi 52 come le settimane dell'anno e i cortili sono 7 come i giorni della settimana.[1][2][4]

 
Facciata principale della Knole House

All'interno si trovano dipinti di Van Dyke, Gainsborough, Reynolds[4], e William Larkin cui si devono i ritratti di Richard Sackville, 3º conte di Dorset e della moglie Mary Curzon,oltre ad una rara collezione di mobili in stile Tudor.[4]

Tra gli oggetti preziosi degli interni figurano un elaborato letto costruito per Giacomo II[3], un tavolino d'argento[3] e un bagno reale.[2]

L'edificio è circondato da un parco con giardini della superficie complessiva di 405 ettari.[3] Nel parco circostante si trova una riserva di cervi.[2]

StoriaModifica

Le origini della tenuta risalgono al XII secolo.[1]

 
La Birdhouse, nel parco della tenuta di Knole

Nel 1452 o 1466[4] la tenuta fu acquisita da Thomas Bourchier, vescovo di Canterbury.[1][4] Questi dispose che la tenuta fosse completamente ricostruita[1][4], al fine di renderla "idonea ai Principi della Chiesa".[1]

In seguito la tenuta, all'epoca residenza dell'arcivescovo di Canterbury Thomas Cranmer[3], fu requisita da Enrico VIII d'Inghilterra[3], il quale aveva disposto la soppressione dei monasteri.[3]

Nel 1566, la residenza fu ceduta dalla regina Elisabetta al cugino Thomas Sackville, I conte di Dorset.[3] Da allora la famiglia Sackville divenne definitivamente la proprietaria della tenuta.[3]

Nel 1603 la residenza fu ampliata con l'aggiunta di timpani a spirale di tipo giacobiano e alti comignoli.[2]

 
La Knole House in un'illustrazione del 1709
 
Cervi nel parco della tenuta di Knole

La tenuta di Knole in letteraturaModifica

La tenuta di Knole in musicaModifica

La tenuta di Knole nel cinema e nelle fictionModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n A.A.V.V., Inghilterra, Lonely Planet, Victoria - EDT, Torino, 2007, p. 228
  2. ^ a b c d e f g h i j k A.A.V.V. Key Guide - Gran Bretagna, Touring Club Italiano, Milano, 2007, p. 103
  3. ^ a b c d e f g h i j k A.A.V.V., Gran Bretagna, Dorling Kindersley, London - Mondadori, Milano, 1996 e segg.
  4. ^ a b c d e f g h i Knole House & Deer Park in: Pictures of England
  5. ^ Knole, in: National Trust
  6. ^ The Beatles Chronology - 1967 Archiviato il 13 marzo 2016 in Internet Archive., in: The Beatles Website
  7. ^ IMDb: Ladri di cadaveri - Burke & Hare - Filming Locations

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2017003504