Entertainment One Music

eticehtta discografica statunitense
(Reindirizzamento da Koch Records)

Entertainment One Music (in precedenza Koch Records e E1 Music), o semplicemente eOne Music, è un'etichetta discografica statunitense, principale filiale di Blackstone Group, ed è la più grande etichetta discografica indipendente negli Stati Uniti[senza fonte].

Entertainment One Music
Logo
Logo
StatoBandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione1999
Fondata daMichael Koch
Sede principaleNew York
GruppoBlackstone Group
SettoreMusicale
Sito webwww.e1music.us/

La eOne Music è distribuita dalla Universal Music Group in Europa con il nome E1 Universal.[1]

Inizialmente la Koch Records doveva servire come filiale nordamericana per la Entertainment One, all'epoca conosciuta come Koch Entertainment. L'etichetta mette sotto contratto numerosi artisti di musica country e rock come Cledus T. Judd, Chris Brubeck e Bob James, diventando distributore della Death Row Records.

Dagli anni duemila, l'etichetta si concentra principalmente sulla produzione di musica hip hop, diventando una delle principali realtà del genere, grazie alla distribuzione di etichette come la Open Bar Entertainment la Terror Squad, la D-Block Records, e dal 2004 la Doggystyle Records di Snoop Dogg.

Il 22 gennaio 2009 ha ufficialmente assunto il nome "E1 Music", datogli dall'azienda madre, la Entertainment One[2], abbandonando quindi il nome "Koch Records" con cui era stata fondata nel maggio 1999 da Michael Koch.

Con il cambio di nome nel 2010 in Entertainment One Music, ha rilanciato la sua divisione country, eOne Nashville.

Nel gennaio 2016, eOne ha acquisito la società musicale Dualtone Records.

Nel marzo 2016, eOne ha annunciato Christopher Taylor come nuovo presidente globale di eOne Music, portando la sua etichetta musicale Last Gang nel roster di eOne. Dal suo arrivo a eOne, Taylor è stato selezionato come "Indie Power Player" da Billboard per quattro anni consecutivi nel 2017, 2018, 2019 e 2020.

Nel novembre 2016, eOne ha annunciato Ted May come nuovo direttore di eOne Music nel Regno Unito per stabilire la prima divisione musicale al di fuori del Nord America. Questa nuova divisione include le etichette Big Zuu, Jelani Blackman e Boston Bun.

Nell'aprile 2019 eOne ha acquistato la libreria di produzione musicale Audio Network per 215 milioni di dollari, aggiungendo un catalogo di editoria musicale e un'ampia attività di licenza di sincronizzazione.

Il 22 agosto 2019, la società statunitense produttrice di giocattoli Hasbro acquisisce Entertainment One e tutte le sue divisioni, compresa eOne Music, per 4 miliardi di dollari.

All'inizio del terzo quadrimestre del 2021 Hasbro completa la vendita della società a Blackstone Group per 385 milioni di dollari.[3]

Sussidiarie

modifica
  1. ^ Universal Music International acquires European recorded music and music publishing operations from the Koch Group, su new.umusic.com, Universal Music Group. URL consultato il 26 gennaio 2007.
  2. ^ Brendan Kelly, E1 consolidates into buying giant, Variety, 22 gennaio 2009. URL consultato il 22 gennaio 2009.
  3. ^ (EN) https://www.hollywoodreporter.com/business/business-news/hasbro-q2-2021-earnings-1234988270/amp/.
  4. ^ Copia archiviata, su entertainmentone.com. URL consultato il 10 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 29 marzo 2018).

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN134118986 · ISNI (EN0000 0001 0663 0191 · LCCN (ENno2010141394 · WorldCat Identities (ENlccn-no2010141394