Kontinental Hockey League 2010-2011

KHL 2010-2011
KHL Logo.png
CampionatoKontinental Hockey League
SportIce hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Duratadall'8 settembre 2010
al 16 aprile 2011
Numero squadre23
Regular season
Prima classificataAvangard Omsk
(Kubok Kontinenta)
MVPRussia Aleksandr Radulov (Ufa)
Top scorerRussia Aleksandr Radulov (Ufa)
RookieRussia Pavel Zdunov (Magnitogorsk)
Playoff
Vincitore WesternAtlant Mytišči
FinalistaLok. Jaroslavl’
Vincitore EasternSalavat Julaev
FinalistaMagnitogorsk
MVP PlayoffRussia Konstantin Barulin (Atlant)
Gagarin Cup
VincitoreSalavat Julaev
FinalistaAtlant Mytišči

La stagione 2010-2011 è stata la 3ª edizione della Kontinental Hockey League.

La stagione regolare prese il via l'8 settembre 2010 con la Opening Cup. Circa un mese più tardi furono disputate due amichevoli con squadre della NHL. Il 4 ottobre lo SKA San Pietroburgo batté i Carolina Hurricanes 5-3, mentre il 6 ottobre a Riga i Phoenix Coyotes superarono la Dinamo Riga 3-1.[1] Il 23 dicembre, prima della Coppa Spengler, lo SKA San Pietroburgo e lo Spartak Mosca giocarono una partita valida per la regular-season alla Vaillant Arena di Davos. Essa fu la prima gara della KHL giocata in Europa centrale.[2] Lo SKA San Pietroburgo ospitò il KHL All-Star Game il 5 febbraio 2011. La stagione regolare finì il 20 febbraio 2011, mentre i playoff si conclusero il 16 aprile.

La Kubok Kontinenta, trofeo assegnato alla miglior squadra della stagione regolare, fu vinto dall'Avangard Omsk. A conquistare il titolo per la prima volta fu lo Salavat Julaev Ufa, capace di sconfiggere per 4-1 l'Atlant Mytišči.[3]

Squadre partecipantiModifica

Pre-seasonModifica

EspansioneModifica

Il Lada Togliatti lasciò la lega per problemi finanziari e si iscrisse alla VHL. Il 30 aprile 2010 invece fu ufficializzata la fusione fra l'HK MVD e la Dinamo Mosca per formare l'OHK Dinamo.[4]

Per la nuova stagione fu accettata la proposta di iscrizione da parte dello Jugra Chanty-Mansijsk.[5] Il 16 luglio 2010 fu inizialmente accettato anche l'Hockey Club Lev, squadra con sede a Poprad in Slovacchia, tuttavia la federazione slovacca non si pronunciò in tempo sull'ammissione della squadra alla lega russa, e per questo la KHL la escluse per la stagione 2010-11.[6]

Junior DraftModifica

Il KHL Junior Draft 2010 fu il secondo draft organizzato dalla Kontinental Hockey League, e si tenne il 4 giugno 2010 presso la Mytišči Arena di Mytišči. Furono selezionato in totale 188 giocatori, e la prima scelta fu l'attaccante russo Dmitrij Jaškin, selezionato dal Sibir' Novosibirsk.

Stagione regolareModifica

Kubok OtkrytijaModifica

La Opening Cup, nota in russo come Kubok Otkrytija, si svolse a Kazan' fra i campioni in carica dell'Ak Bars Kazan' e l'OHK Dinamo. L'OHK Dinamo prese parte alla sfida grazie alla fusione fra l'HK MVD, finalista della stagione precedente, e la Dinamo Mosca.

Kazan'
8 settembre 2010, ore 19:00 UTC+4
Ak Bars Kazan'  1 – 3
(0-2; 1-0; 0-1)
referto
  OHK DinamoTatNeft Arena (8.050 spett.)

ClassificheModifica

    = Qualificata per i playoff,     = Vincitore della Conference,     = Vincitore della Kubok Kontinenta, ( ) = Posizione nella Conference

Western ConferenceModifica

Divizion Bobrova

PG V VOT SOT S GF GS PT
1. Dinamo Mosca (2) 54 28 2 8 16 149 131 96
2. SKA Pietroburgo (3) 54 23 9 9 13 171 144 96
3. Spartak Mosca (6) 54 24 2 6 22 129 142 82
4. Dinamo Riga (7) 54 20 7 7 20 160 149 81
5. CSKA Mosca (10) 54 13 7 6 28 136 169 59

Divizion Tarasova

PG V VOT SOT S GF GS PT
1. Lok. Jaroslavl’ (1) 54 33 2 5 14 203 143 108
2. Atlant Mytišči (4) 54 21 11 6 16 138 115 91
3. Severstal’ (5) 54 25 5 4 20 145 142 89
4. Dinamo Minsk (8) 54 17 8 7 22 150 155 74
5. Torpedo N. Novg. (9) 54 18 8 3 25 144 151 73
6. Vitjaz' Čechov (11) 54 13 4 5 32 119 178 52

Eastern ConferenceModifica

Divizion Charlamova

PG V VOT SOT S GF GS PT
1. Ak Bars Kazan’ (2) 54 29 5 8 12 181 133 105
2. Magnitogorsk (4) 54 27 6 7 14 167 141 100
3. Jugra C.-M. (5) 54 22 6 9 17 145 151 87
4. Neftechimik (8) 54 22 3 3 26 159 162 75
5. Traktor Čeljabinsk (9) 54 14 8 6 26 142 166 64
6. Avtomobilist (10) 54 10 10 3 31 134 184 53

Divizion Černyšëva

PG V VOT SOT S GF GS PT
1. Avangard Omsk (1) 54 31 11 3 9 176 120 118
2. Salavat Julaev (3) 54 29 9 4 12 210 144 109
3. Sibir’ Novosibirsk (6) 54 22 6 5 21 133 131 83
4. Barys Astana (7) 54 20 4 9 21 155 152 77
5. Amur Chabarovsk (11) 54 13 2 7 32 112 173 50
6. Metallurg Novok. (12) 54 8 4 9 33 105 186 41

StatisticheModifica

Classifica marcatoriModifica

La seguente lista elenca i migliori marcatori al termine della stagione regolare.[7]

Giocatore Squadra PG G A Pt +/- MP
  Aleksandr Radulov Salavat Julaev 54 20 60 80 +27 83
  Patrick Thoresen Salavat Julaev 54 29 36 65 +21 30
  Roman Červenka Avangard Omsk 51 31 30 61 +15 56
  Sergei Mozjakin Atlant Mytišči 54 27 34 61 +10 12
  Pavol Demitra Lok. Jaroslavl’ 54 18 43 61 +12 29
  Aleksej Morozov Ak Bars Kazan’ 53 21 35 56 +27 24
  Josef Vašíček Lok. Jaroslavl’ 54 24 31 55 +16 34
  Jaromír Jágr Avangard Omsk 49 19 32 51 +6 48
  Matt Ellison Torpedo N. Novg. 53 21 29 50 -6 28
  Mattias Weinhandl SKA Pietroburgo 54 21 28 49 +14 42

Classifica portieriModifica

La seguente lista elenca i migliori portieri al termine della stagione regolare.[8]

Giocatore Squadra PG Min V S OTS GS SO Sv% MGS
  Konstantin Barulin Atlant Mytišči 28 1504:47 13 9 4 48 6 .925 1.91
  Karri Rämö Avangard Omsk 44 2592:49 33 6 4 85 5 .925 1.97
  Jakub Štěpánek SKA Pietroburgo 32 1844:06 16 8 5 63 2 .923 2.05
  Vital' Koval' Atlant Mytišči 34 1766:55 12 10 9 61 2 .921 2.07
  Petri Vehanen Ak Bars Kazan’ 45 2538:01 25 12 6 89 2 .926 2.10

PlayoffModifica

 
Il trofeo della Kubok Gagarina

Al termine della stagione regolare le migliori 16 squadre del campionato si qualificarono per i playoff. L'Avangard Omsk si aggiudicò la Kubok Kontinenta avendo ottenuto il miglior record della lega con 118 punti. I campioni di ciascuna Divizion conservarono il proprio ranking per l'intera durata dei playoff, mentre le altre squadre furono ricollocate nella graduatoria dopo il primo turno.

Tabellone playoffModifica

In ciascun turno la squadra con il ranking più alto si sfidò con quella dal posizionamento più basso, usufruendo anche del vantaggio del fattore campo. Nella finale della Coppa Gagarin il fattore campo fu determinato dai punti ottenuti in stagione regolare dalle due squadre. Ciascuna serie, al meglio delle sette gare, seguì il formato 2–2–1–1–1: la squadra migliore in stagione regolare avrebbe disputato in casa Gara-1 e 2, (se necessario anche Gara-5 e 7), mentre quella posizionata peggio avrebbe giocato nel proprio palazzetto Gara-3 e 4 (se necessario anche Gara-6). I playoff iniziarono il 23 febbraio 2011.

  Quarti di finale Conference Semifinali Conference Finali Conference Finale Coppa Gagarin
                                     
1  Avangard Omsk 4     1  Avangard Omsk 3  
8  Neftechimik 3     4  Metallurg Mg 4  


2  Ak Bars Kazan' 4 Eastern Conference
7  Barys Astana 0  
    4  Metallurg Magnitogorsk 3  
  3  Salavat Julaev 4  
3  Salavat Julaev 4  
6  Sibir' Novosibirsk 0  
4  Metallurg Mg 4   2  Ak Bars Kazan' 1
5  Jugra Chanty-Mansijsk 2     3  Salavat Julaev 4  


  3  Salavat Julaev 4
(Accoppiamenti ristabiliti dopo il primo turno.)
  4  Atlant Mytišči 1
1  Lokomotiv Jaroslavl' 4     1  Lokomotiv Jaroslavl' 4
8  Dinamo Minsk 3     7  Dinamo Riga 1  
2  OHK Dinamo 2
7  Dinamo Riga 4  
  1  Lokomotiv Jaroslavl' 2
  4  Atlant Mytišči 4  
3  SKA San Pietroburgo 4  
6  Spartak Mosca 0   Western Conference
4  Atlant Mytišči 4   3  SKA San Pietroburgo 2
5  Severstal' Čerepovec 2     4  Atlant Mytišči 4  

Coppa GagarinModifica

La finale della Coppa Gagarin 2011 è stata una serie al meglio delle sette gare che ha determinato il campione della Kontinental Hockey League per la stagione 2010-11. Nella finale valida per l'assegnazione della Kubok Gagarina si sono affrontate l'Atlant Moskovskaja Oblast', vincitore della Western Conference, e il Salavat Julaev Ufa, vincitore della Eastern Conference. Vincendo la serie per 4-1 il Salavat Julaev ha vinto la prima Coppa Gagarin della sua storia.

SerieModifica

Ufa
8 aprile 2011, ore 17:00
Salavat Julaev Ufa  2 – 1
(d.t.s.)
(1-0; 0-0; 0-1)
referto
  Atlant MytiščiUfa-Arena (7.950 spett.)

Ufa
10 aprile 2011, ore 15:00
Salavat Julaev Ufa  3 – 1
(0-1; 3-0; 0-0)
referto
  Atlant MytiščiUfa-Arena (7.950 spett.)

Mytišči
12 aprile 2011, ore 19:30
Atlant Mytišči  2 – 3
(1-1; 1-1; 0-1)
referto
  Salavat Julaev UfaMytišči Arena (7.300 spett.)

Mytišči
14 aprile 2011, ore 19:30
Atlant Mytišči  4 – 0
(0-0; 2-0; 2-0)
referto
  Salavat Julaev UfaMytišči Arena (7.300 spett.)

Ufa
16 aprile 2011, ore 15:00
Salavat Julaev Ufa  3 – 2
(1-0; 0-0; 2-2)
referto
  Atlant MytiščiUfa-Arena (7.950 spett.)

Classifica finaleModifica

Premi KHLModifica

Il 20 maggio 2011 la KHL tenne la cerimonia di premiazione per la stagione 2010-2011. Furono distribuiti in totale 20 diversi premi attribuiti a squadre, giocatori e dirigenti.[9]

Trofeo Golden Hockey Stick (MVP stagione regolare)   Aleksandr Radulov (Ufa)
Premio Play-off Master (MVP playoff)   Konstantin Barulin (Atlant)
Miglior allenatore   Miloš Říha (Atlant)
Premio Aleksej Čerepanov (miglior rookie)   Pavel Zdunov (Magnitogorsk)

KHL All-Star TeamModifica

Attacco:   Aleksandr Radulov  Igor' Grigorenko  Sergej Mozjakin
Difesa:   Sandis Ozoliņš  Kirill Kol'cov
Portiere:   Erik Ersberg

Giocatori del meseModifica

Mese Portiere Difensore Attaccante Rookie
Settembre[10]   Bernd Brückler (Torpedo)   Sandis Ozoliņš (Riga)   Denis Platonov (Magnitogorsk)   Jaroslav Chabarov (Magnitogorsk)
Ottobre[11]   Michail Birjukov (Jugra)   Maksim Solov'ëv (OHK Dinamo)   Roman Červenka (Avangard)   Aleksandr Osipov (Amur)
Novembre[12]   Karri Rämö (Avangard)   Johan Fransson (SKA)   Sergej Mozjakin (Atlant)   Dinar Chafizullin (Vitjaz')
Dicembre[13]   Petri Vehanen (Ak Bars)   Aleksandr Gus'kov (Lokomotiv)   Sergej Mozjakin (Atlant)   Aleksandr Pankov (Ufa)
Gennaio[14]   Dominik Hašek (Spartak)   Kevin Dallman (Astana)   Pavol Demitra (Lokomotiv)   Grigorij Želdakov (Spartak)
Febbraio[15]   Petri Vehanen (Ak Bars)   Karel Rachůnek (Lokomotiv)   Aleksandr Radulov (Ufa)   Michail Stefanovič (Minsk)
Marzo[16]   Erik Ersberg (Ufa)   Marat Kalimulin (Lokomotiv)   Gleb Klimenko (Magnitogorsk)   Pavel Zdunov (Magnitogorsk)

NoteModifica

  1. ^ (EN) Exhibition game KHL – NHL, Kontinental Hockey League, 26 luglio 2010. URL consultato il 14 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2010).
  2. ^ Il cinismo del San Pietroburgo ha la meglio su un volenteroso Spartak[collegamento interrotto], icehockeyonline.net, 26 dicembre 2010. URL consultato il 14 luglio 2013.
  3. ^ (EN) Salavat Yulayev wins KHL[collegamento interrotto], IIHF.com, 17 aprile 2011. URL consultato il 3 luglio 2012.
  4. ^ (EN) KHL runners-up merge with Dynamo Moscow, rt.com, 30 aprile 2010. URL consultato il 2 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2010).
  5. ^ (RU) Завершен прием заявок от клубов, желающих вступить в КХЛ, khl.ru. URL consultato il 14 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 4 aprile 2010).
  6. ^ (RU) "Лев" не сыграет в ближайшем сезоне, khl.ru, 28 luglio 2010. URL consultato il 14 luglio 2013.
  7. ^ (EN) Player Stats: 2010–2011 Regular season: All Skaters – Total Points, en.khl.ru. URL consultato il 15 luglio 2013.
  8. ^ (EN) Player Stats: 2010-2011 Regular season: Goalie – Goals Against Average, en.khl.ru. URL consultato il 15 luglio 2013.
  9. ^ (EN) The League’s Finest, KHL.ru, 20 maggio 2011. URL consultato il 14 luglio 2013.
  10. ^ (EN) September's finest, KHL.ru, 1º ottobre 2010. URL consultato il 14 luglio 2013.
  11. ^ (EN) October's finest, KHL.ru, 1º novembre 2010. URL consultato il 14 luglio 2013.
  12. ^ (EN) November's finest, KHL.ru, 2 dicembre 2010. URL consultato il 14 luglio 2013.
  13. ^ (EN) December's finest, KHL.ru, 1º gennaio 2011. URL consultato il 14 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2012).
  14. ^ (EN) January's finest, KHL.ru, 2 febbraio 2011. URL consultato il 14 luglio 2013.
  15. ^ (EN) February's finest, KHL.ru, 1º marzo 2011. URL consultato il 14 luglio 2013.
  16. ^ (EN) March's finest, KHL.ru, 1º aprile 2011. URL consultato il 14 luglio 2013.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Hockey su ghiaccio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di hockey su ghiaccio