Apri il menu principale

Si definisce kriyaban chi è stato iniziato al kriyā Yoga da un guru di questa tradizione o da un suo rappresentante qualificato e lo pratica con serietà e dedizione. Più o meno tutte le tradizioni e i lignaggi del kriyā Yoga utilizzano questo termine, per definire i loro iniziati.

I praticanti del Kriya Yoga appartenenti ai lignaggi indiani, utilizzano invece il termine "kriyavan". Per essere definito "kriyaban" o "kriyavan", lo yogi deve praticare un prāṇāyāma particolare che consiste nel portare l'energia vitale su per i centri spinali, (chakra) attraverso la spina dorsale.

La tecnica di questo pranayama viene insegnata dai vari lignaggi del kriya yoga ai propri iniziati con sensibili differenze. Nella tradizione del kriya yoga si insegna la pratica in maniera privata e riservata, attraverso una cerimonia specifica denominata "iniziazione".

La tecnica di questo pranayama viene insegnata dai vari lignaggi del kriya yoga ai propri iniziati con sensibili differenze. La tradizione del kriya yoga insegna la pratica in maniera privata e riservata, attraverso una cerimonia evolutiva di presa di coscienza, verso Cristo.

il Kriya Yoga lo ha dato (dopo secoli/millenni bui) il Mahavatar Babaji a Lahiri Mahasaya di Benares India, che lo trasmesso a Sri Yukteswar Giri (e altri maestri Guru) che lo diede al discepolo più amato, Pramahansa Yogananda suo erede Spirituale, e che la SRF (Self-Realization Fellowship U.S.A.) prosegue nel donare il Kriya Yoga, a tutti i discepoli fedeli e meritevoli del principio religioso, con la cerimonia delle Rose, la cerimonia e l'iniziazione è del tutto gratuita

Voci correlateModifica