Apri il menu principale
Ksenija del Montenegro.

Xenia Petrovic-Njegoš, nota anche come Ksenija o Kseniya (Cetinje, 22 aprile 1881Parigi, 10 marzo 1960), è stata una principessa montenegrina, membro della Casa del Montenegro.

BiografiaModifica

Ottavogenita di Nicola I del Montenegro e di sua moglie Milena Vukotić, a differenza delle sue sorelle maggiori non fu mandata a studiare in Russia presso l'Istituto Smolny. Insieme con la sorella più giovane, Vera, Xenia fu educata in casa da un precettore. Le sue sorelle erano note per aver contratto matrimoni con potenti famiglie reali. Il padre aveva grandi speranze sia per lei che per sua sorella Vera, un doppio matrimonio con membri della famiglia imperiale russa: in particolare con uno dei figli del granduca Konstantin Konstantinovič Romanov o con uno dei figli del Granduca Aleksandr Michajlovič Romanov.

Nel 1898 viaggiò con la madre e i suoi fratelli in Italia per visitare la sorella Elena che aveva sposato il principe ereditario Vittorio Emanuele d'Italia. Furono accolti calorosamente dai cittadini di Napoli. Nello stesso anno furono adottate disposizioni per il matrimonio tra Xenia e Alessandro I di Serbia. Tuttavia, quando Alessandro arrivò alla corte di Cetinje, Xenia manifestò il suo "disgusto e orrore" per il suo aspetto e le sue maniere e, nonostante le suppliche del padre, si rifiutò di sposarlo. Alessandro si sentì umiliato e le relazioni diplomatiche tra la Serbia e il Montenegro furono interrotte.

Al matrimonio di suo fratello, il principe ereditario Danilo, con Jutta, duchessa di Meclemburgo-Strelitz, nel luglio 1899, la principessa Xenia incontrò il principe Nicola di Grecia e Danimarca, che vi partecipava come rappresentante di suo padre Giorgio I di Grecia. Nello stesso anno fu annunciato il suo fidanzamento con Nicola, che per ragioni sconosciute fu poi annullato. La coppia non si sposò mai.

Nel 1902 si diffusero le voci di un fidanzamento tra Xenia e Ernesto Luigi, granduca d'Assia, che aveva da poco divorziato dalla principessa Vittoria Melita di Sassonia-Coburgo-Gotha. Un'altra voce si diffuse nel 1904: quella del fidanzamento tra Xenia e il granduca Michele Alexandrovich, l'erede al trono di Russia.

 
La famiglia reale del Montenegro a Lione nel 1916.
 
La famiglia reale del Montenegro. A sinistra in piedi la principessa Vera e a destra la principessa Xenia.

Nel corso degli anni gli furono attribuiti fidanzamenti con il principe Vittorio Emanuele, conte di Torino, con il principe Luigi Amedeo, duca degli Abruzzi, con Ferdinando I di Bulgaria e con suo cognato Pietro I di Serbia. Senza dubbio la dote promessa di un milione di rubli e la reputazione della sua famiglia per la "salute robusta", contribuirono ad alimentare le indiscrezioni giornalistiche. Nonostante le innumerevoli voci che circolavano sui suoi impegni e matrimoni, la principessa Xenia scelse di non sposarsi.

Suo padre fu incoronato re del Montenegro il 28 agosto 1910. Durante le campagne dei Balcani della prima guerra mondiale, il re e la sua famiglia fuggirono in Italia, dopo che il suo paese e l'Austria non raggiunsero un accordo di pace.

Dopo la caduta della monarchia del Montenegro nel 1918, la principessa Xenia si ritirò a vivere in Francia, dove sopravvisse alla seconda guerra mondiale, continuando a vivere a Parigi, dove morì il 10 marzo 1960.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN262944139 · ISNI (EN0000 0000 2141 158X · LCCN (ENno2005088345 · GND (DE135702186 · BNF (FRcb15724628g (data)
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie