Kushyar ibn Labban

astronomo, matematico e geografo persiano

Abū l-Ḥasan Kūshyār ibn Labbān ibn Bashahrī Gīlānī (persiano: أبو الحسن كوشيار بن لبان الجيلي‎, Abū l-Ḥasan Kūshyār ibn Labbān al-Jīlī; Gilan, 971Baghdad, 1029) è stato un astronomo, matematico e geografo persiano, originario del Gilan, a S del mar Caspio (Iran).

BiografiaModifica

Noto come Kūshyār Gīlānī (persiano: کوشیار گیلانی‎‎) o Kūshyār ibn Labbān (persiano: كوشيار بن لبان‎‎), il suo lavoro principale risale all'inizio dell'XI secolo e sembra abbia svolto un ruolo assai importante anche nell'elaborazione della trigonometria. Ad esempio, egli proseguì le indagini di Abu l-Wafa e dedicò molto spazio nel suo lavoro relativo alle Tavole astronomiche, chiamate al-Zīj al-Jāmiʿ wa l-bāligh ("Le tavole comprensive e mature"), che includevano i valori attestati degli apogei planetari osservati da al-Battani.[1]

Le sue Tavole furono tradotte in lingua persiana prima della fine del secolo. Egli scrisse anche un'introduzione astrologica e un trattato di matematica, il Kitāb fī uṣūl ḥisāb al-Hind ("Libro sui principi del calcolo indiano"), che fu poi tradotto in lingua araba e in lingua ebraica.

Fu il Maestro di ʿAlī b. Aḥmad al-Nasawī.
Si crede sia morto a Baghdad.

NoteModifica

  1. ^ E. S. Kennedy, A Survey of Islamic Astronomical Tables, (Transactions of the American Philosophical Society, New Series, 46, 2), Philadelphia, 1956, pp. 3, 34-5.

BibliografiaModifica

  • H. Suter,, Mathematiker und Astronomen der Araber (83, 235, 1900; 168, 1902).
  • M Levey e M Petruck (trad.), Kushyar ibn Labban, Principles of Hindu reckoning, Madison, 1965.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN291385940 · ISNI (EN0000 0003 9642 7318 · GND (DE1046290347 · BNF (FRcb130227759 (data) · CERL cnp02094735 · WorldCat Identities (ENviaf-291385940