Apri il menu principale

Kyle Kuzma

cestista statunitense
Kyle Kuzma
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 206 cm
Peso 100 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala grande
Squadra L.A. Lakers
Carriera
Giovanili
Bentley High School
2014-2017Utah Utes
Squadre di club
2017-L.A. Lakers156 (2.677)
Nazionale
2019-Stati Uniti Stati Uniti3 (26)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 17 novembre 2019

Kyle Alexander Kuzma (Flint, 24 luglio 1995) è un cestista statunitense, professionista in NBA con i Los Angeles Lakers.

Ha giocato a basket collegiale per gli Utah Utes ed è stato nominato in prima squadra nei migliori giocatori junior del Pacifico nel 2016-17. È stato selezionato nel Draft NBA 2017 nel primo giro con la 27ª scelta complessiva. Nella stagione 2017-18 è entrato a far parte dell'NBA All-rookie first team.

BiografiaModifica

Kyle ha visto suo padre solo una volta da bambino,[1] essendo stato cresciuto dalla madre, Karri Kuzma e e dal secondo compagno della madre, Larry Smith, da cui ha avuto un fratellastro ed una sorellastra.[1] Quando aveva solo due anni, i genitori di Kuzma hanno messo un piccolo canestro giocattolo nel salotto, accendendo così la sua passione per il basket.[1]

In alcune interviste Kuzma descrive la sua città natale Flint "come un posto davvero violento in cui si è molto tentati di entrare in qualche gang di strada" e il basket come il suo "rifugio sicuro". Kuzma ha frequentato le Swartz Creek Community Schools per poi passare alla Bentley High School nel Michigan, dove ha mantenuto una media di 17,9 punti, 14,4 rimbalzi, 3,8 assist e 3,4 stoppate per partita al suo primo anno. Dopo l'esperienza alla Bentley, Kuzma spedì video di sue giocate nelle palestre preparatorie della YMCA agli osservatori collegiali, catturando l'attenzione di Vin Sparacio, allora allenatore della Rise Academy di Philadelphia. Sparacio, vedendo un giocatore alto 2 metri con grande visione di gioco ed enorme sensibilità per il pallone, lo ha invitato a giocare per la sua squadra immediatamente.[2]

In qualità di senior, Kuzma ha segnato in media 22 punti e 7 rimbalzi. Ha ricevuto offerte per giocare con i college della Divisione I tra cui Connecticut, Iowa State, Tennessee e Missouri, tra gli altri, prima che Kuzma optasse per l'Università dello Utah.[3]

Caratteristiche tecnicheModifica

Di ruolo ala grande,[4] è un ottimo realizzatore in particolare dalla media distanza e da sotto canestro.[5] È più debole invece nel tiro da 3 punti e nella fase difensiva.[5]

CarrieraModifica

NBAModifica

Los Angeles Lakers (2017-)Modifica

Stagione da rookie (2017-2018)Modifica

Kuzma viene scelto con la 27esima scelta al Draft NBA 2017 dai Brooklyn Nets, che lo girano immediatamente ai Los Angeles Lakers insieme a Brook Lopez, ricevendo in cambio D'Angelo Russell e Timofej Mozgov. Kuzma si mette subito in luce alla Summer League, dove viene incluso nel secondo quintetto della manifestazione e dove vince il premio di MVP della finale, vinta dai californiani contro i Portland Trail Blazers (30 punti e 10 rimbalzi nella partita per Kuzma).[6] Il debutto in NBA avviene il 19 ottobre contro i Clippers, con 8 punti e 4 rimbalzi dalla panchina, mentre la prima presenza da titolare avviene il 3 novembre, chiusa con 21 punti e 13 rimbalzi.[7] Viste le ottime prestazioni del nativo di Flint, che gli valgono, oltre al premio di rookie del mese di ottobre/novembre, la convocazione per il Rising Star Challenge, i Lakers decidono di impiegarlo stabilmente come titolare. Kuzma mostra ottime abilità realizzative, diventando anche il primo rookie dei Lakers da Jerry West a segnare almeno 25 punti in tre partite consecutive.[8] Termina la stagione con le medie di 16,1 punti, 6,3 rimbalzi e 1,8 assist, venendo nominato nel primo quintetto All-rookie dell'anno.[9]

Stagione 2018-2019Modifica

La stagione si apre con l'arrivo di LeBron James ai Lakers. Kuzma, inizialmente destinato alla panchina, viene rapidamente promosso in quintetto, grazie alle ottime prestazioni e alla buona alchimia con James. Kuzma ritocca poi il suo career-high in punti, realizzandone 41 in soli tre quarti contro i Detroit Pistons[10]. A fine gennaio viene inoltre selezionato per il secondo anno consecutivo per il Rising Star Challenge,[11] dove vince il titolo di MVP dopo aver trascinato Team USA alla vittoria,[12][13] e allo Skills Challenge.

StatisticheModifica

NBAModifica

Regular seasonModifica

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2017-2018 L.A. Lakers 77 37 31,2 45,0 36,6 70,7 6,3 1,8 0,6 0,4 16,1
2018-2019 L.A. Lakers 70 68 33,1 45,6 30,3 75,2 5,5 2,5 0,6 0,4 18,7
Career 147 105 32,1 45,3 33,5 73,1 5,9 2,2 0,6 0,4 17,3

Cronologia presenze e punti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e dei punti in Nazionale -   Stati Uniti
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Punti Note
9-8-2019 Las Vegas Stati Uniti   97 - 78   Stati Uniti Amichevole 7 [14]
16-8-2019 Anaheim Stati Uniti   90 - 81   Spagna Amichevole 7 [15]
22-8-2019 Melbourne Australia   86 - 102   Stati Uniti Amichevole 12 [16]
Totale Presenze 3 Punti 26


Premi e riconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Mom's support, Flint roots buoy new Laker Kyle Kuzma's impressive summer, su Detroit Free Press. URL consultato il 15 luglio 2019.
  2. ^ (EN) Kyle Kuzma: My Life As An NBA Draft Prospect, 5 giugno 2017. URL consultato il 6 ottobre 2018.
  3. ^ 'I Didn't Want to Go Back There': Lakers' Kyle Kuzma Talks About His Motivation, su bleacherreport.com.
  4. ^ Il Draft NBA 2017 scelta per scelta, su L'Ultimo Uomo, 23 giugno 2017. URL consultato il 15 luglio 2019.
  5. ^ a b Fino a dove possono arrivare i giovani Lakers?, su L'Ultimo Uomo, 22 febbraio 2019. URL consultato il 15 luglio 2019.
  6. ^ (EN) Kyle Kuzma Chosen As Summer League Championship MVP, su Los Angeles Lakers. URL consultato il 28 gennaio 2019.
  7. ^ Drew Garrison, The highlights from Kyle Kuzma’s first career start with the Lakers are fire, su Silver Screen and Roll, 4 novembre 2017. URL consultato il 28 gennaio 2019.
  8. ^ Tania Ganguli, Lakers put up a good fight but Golden State wins another division clash, su latimes.com. URL consultato il 28 gennaio 2019.
  9. ^ (EN) Official release, Donovan Mitchell, Ben Simmons lead 2017-18 NBA All-Rookie first team, su NBA.com. URL consultato il 28 gennaio 2019.
  10. ^ (EN) Kuzma Drops Career-High 41 Points, Powers Lakers to Victory, su Los Angeles Lakers. URL consultato il 28 gennaio 2019.
  11. ^ (EN) Simmons, Mitchell, Doncic in Rising Stars game, su ESPN.com, 30 gennaio 2019. URL consultato il 30 gennaio 2019.
  12. ^ Sky Sport, Kuzma MVP per i soldi: “One, two, three: bonus!”, su sport.sky.it. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  13. ^ Rising Stars Challenge 2019, Kyle Kuzma MVP e vittoria per Team USA, su NBAPASSION, 16 febbraio 2019. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  14. ^ (EN) Box Score: USA White vs. USA Blue, su usab.com, 9 agosto 2019. URL consultato il 17 agosto 2019.
  15. ^ Box Score: USA vs. Spain, su usab.com, 16 agosto 2019. URL consultato il 17 agosto 2019.
  16. ^ (EN) Australia vs. USA box score, su fibalivestats.com, 22 agosto 2019. URL consultato il 22 agosto 2019.

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) Kyle Kuzma (NBA), su Basketball-reference.com, Sports Reference LLC.  
  • (EN) Kyle Kuzma, su eurobasket.com, Eurobasket Inc.  
  • (EN) Kyle Kuzma (NCAA), su Sports-reference.com, Sports Reference LLC.  
  • (EN) Kyle Kuzma, su realgm.com, RealGM LLC.