L'affare si complica (film 1942)

film del 1942 diretto da Pier Luigi Faraldo
L'affare si complica
Paese di produzioneItalia
Anno1942
Durata78 min
Dati tecniciB/N
Generecommedia
RegiaPier Luigi Faraldo
SoggettoGuglielmo Giannini
SceneggiaturaLeo Bomba, Pio Vanzi
ProduttoreCarlo Infascelli, Ansaldo Caracciolo d'Acquara
Casa di produzioneS.C.I.A., Sovrania Film
Distribuzione in italianoS.C.I.A.
FotografiaPiero Pupilli
MontaggioGino Talamo
MusicheUlisse Siciliani
ScenografiaArnaldo Foresti
Interpreti e personaggi

L'affare si complica è un film del 1942, diretto dal regista Pier Luigi Faraldo.

TramaModifica

Durante una vacanza un gruppo di una dozzina di persone viene invitato da un ricco industriale, che ha una figlia giovane e affascinante, a soggiornare nella sua villa in campagna. Durante un pranzo, improvvisamente viene a mancare la corrente elettrica: nel buio più completo, gli ospiti vengono presi dal panico e quando la luce viene ripristinata si accorgono che è sparito un braccialetto prezioso di perle con brillanti. Un giovane intraprendente della comitiva si improvvisa investigatore dilettante per cercare di sbrigliare la matassa, anche perché si è innamorato della fanciulla e quindi cerca di fare bella figura ai suoi occhi. Gli interrogatori però si prolungano eccessivamente: durante le indagini vengono alla luce diversi retroscena poco edificanti di ciascun villeggiante, e ciascuno accusa reciprocamente l'altro di aver commesso il misfatto. Alla fine il bracciale viene ritrovato; il donatore, per evitare di essere scoperto, rivela di averlo fatto sparire intenzionalmente perché in realtà è falso. Chiariti tutti gli equivoci, l'improvvisato detective si sposa con la figlia dell'industriale.

DistribuzioneModifica

Il film, girato negli studi della Titanus, ebbe una distribuzione irregolare. Ottenuto il visto di censura n. 31.738 del 2 ottobre 1942, nelle città del nord venne proiettato nel novembre 1942, a Napoli nell'aprile del 1943 e a Roma nel gennaio del 1944. Nel dopoguerra venne ripresentato nella primavera del 1948 e successivamente sparì dalla circolazione. Invedibile da decenni, attualmente, tranne una decina di fotografie di scena[1], è introvabile.

CriticaModifica

«Se Grattacieli era già mediocre, questo affare non si complica che in banalità: tutta la trama si risolve in un giochetto a rimpiattino [...]. La commedia di Guglielmo Giannini, già debole in palcoscenico, si rivela addirittura puerile tradotta in film [...]. la regia di Faraldo è convenzionale.»

(L. O., Il Messaggero, 29 gennaio 1944)

NoteModifica

  1. ^ Fotografie di scena di L'affare si complica, su alamy.it. URL consultato il 26 settembre 2020.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema