Apri il menu principale

L'amante del vampiro

film del 1960 diretto da Renato Polselli

TramaModifica

Un corpo di ballo una sera scopre che in un vicino castello diroccato vivono una contessa e il suo maggiordomo, che in realtà sono due vampiri. L'uomo è solito vampirizzare giovani e belle vittime mentre, la contessa, vampirizzando periodicamente il maggiordomo, si mantiene giovane e bella negli anni. Dopo essere stata avvicinata dal maggiordomo, una componente del corpo di ballo, incomincia a dare segni di instabilità.

CriticaModifica

«[...] non è una parodia del genere vampiresco, ma ahimè una seria presa di possesso, da parte del nostro cinema, di quella fortunata materia di spettacolo; [...] Tecnica da baraccone da fiera, con qualche azzeccato effettaccio di spavento e un andamento tutt'altro che noioso.»

(Leo Pestelli su La Stampa del 24 maggio 1960[1])

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica