Apri il menu principale

L'avvocato delle donne

serie televisiva italiano
L'avvocato delle donne
PaeseItalia
Anno1997
Formatoserie TV
Generegiudiziario, drammatico
Stagioni1
Episodi6
Durata90 minuti
Lingua originaleitaliano
Crediti
RegiaAndrea e Antonio Frazzi
SoggettoTina Lagostena Bassi, Ugo Liberatore, Marina Garroni, Domenico Matteucci
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaFranco Lecca
MontaggioGianfranco Amicucci
MusicheLuis Bacalov
ScenografiaMarco Canevari
CostumiLaura Costantini
ProduttoreArmando Todaro
Produttore esecutivoEnrico Piacentini
Casa di produzioneMagnus film production, RAI Radiotelevisione Italiana, Taurus Film e ARD
Prima visione
Dall'11 marzo 1997
Al15 aprile 1997
Rete televisivaRai 2

L'avvocato delle donne è una miniserie televisiva, andata in onda su Rai 2 nel 1997, con protagonista Mariangela Melato. La Sigla "Niente è come Te" scritta da Pasquale Panella e Luis Bacalov è interpretata da Barbara Cola.

Indice

TramaModifica

L'avvocato Irene Salvi si occupa di donne che sono state delegittimate dal diritto di avere giustizia. Irene, donna tutta d'un pezzo e professionista in gamba, vive però dei gravi problemi nell'ambito familiare: dopo il divorzio, è divenuta l'unica tutrice di suo figlio Lorenzo, affetto da una grave agorafobia. Ad assisterla nelle sue vicende ci sono la fidata domestica Teresa, l'amica del cuore e socia Giulia, la giovane avvocatessa Alice e il collaboratore Fausto. Quando Irene, fino ad allora totalmente assorbita dai suoi impegni di madre e avvocato, conosce il magistrato Sandro Gruber, cerca di resistere ai sentimenti che prova nei suoi confronti ma a poco a poco riesce a lasciarsi andare ad una nuova relazione.

EpisodiModifica

CaterinaModifica

Caterina, una trentenne che ha perso suo figlio in un incidente stradale, si rivolge ad Irene per fare causa al professor Sforza, un noto primario che ha commesso un errore medico compromettendo totalmente la sua possibilità di avere altri figli. La fama e la rispettabilità di Sforza sono dei grossi ostacoli, ma Irene cerca in ogni modo di dare giustizia a Caterina.

BarbaraModifica

Barbara, giovane adolescente ribelle, viene accusata dai genitori della scomparsa della sua sorellina Nadia. La bambina infatti aveva chiesto a Barbara di portarla via di casa per sfuggire ad un ambiente familiare tragico e ostile. Irene, che si occupa di difendere Barbara, cerca di dimostrare che dietro la scomparsa di Nadia ci sia l'ombra della pedofilia.

LauraModifica

Laura, moglie di uno stimato docente universitario, chiede aiuto a Irene per denunciare suo marito Alberto. La donna infatti è vittima di continue violenze da parte del coniuge e teme per la custodia della figlia Chiara, affidata alla nonna paterna durante il processo. L'immagine specchiata di Alberto fa sì che Laura non venga creduta e anzi la difesa cerca di dimostrare la sua instabilità mentale, ma Irene continua a credere alla sua cliente e cerca di dimostrarne la sincerità.

CinziaModifica

Cinzia, giovane ragazza di provincia trasferitasi a Roma per motivi di studio, viene trovata da Alice in stato di shock nella metropolitana. Dopo alcune ritrosie, la ragazza confessa di essere stata violentata in pieno giorno da tre balordi e che nessuno abbia fatto nulla per fermare il brutale stupro. Irene difende Cinzia in tribunale, ma la difesa degli stupratori tenta di ribaltare la situazione accusando Cinzia di essere una mitomane e facendo leva sull'inverosimiglianza di uno stupro commesso in mezzo alla folla.

RosinaModifica

Rosina, umile donna delle pulizie, viene accusata dell'omicidio del marito, trovato ucciso nella sua automobile con moltissime coltellate. La donna vive con sua figlia, affetta da problemi psichici, e teme per il futuro della bambina se lei verrà incriminata. Irene è convinta dell'innocenza di Rosina, ma una serie di prove e rivelazioni porta alla luce una verità drammatica e sconvolgente.

AdrianaModifica

Adriana, contessa sposata con un ricco gioielliere, viene accusata dell'omicidio di Marika, una prostituta polacca con cui suo marito aveva una relazione. Marika è stata trovata sfigurata in un bosco, per questo Irene sospetta che in realtà la vittima sia un'altra ragazza e che Marika sia tenuta prigioniera dai suoi sfruttatori.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione