L'innocenza di Clara

film del 2012 diretto da Toni D'Angelo
L'innocenza di Clara
Toni D'Angelo e Chiara Conti foto back stage film L'innocenza di Clara.jpg
Toni D'Angelo e Chiara Conti foto back stage film L'innocenza di Clara
Paese di produzioneItalia
Anno2012
Durata83 min
Rapporto2,35:1
Generenoir, drammatico
RegiaToni D'Angelo
SoggettoToni D'Angelo
SceneggiaturaMaurizio Braucci, Salvatore Sansone, Toni D'Angelo
Produttore13 Dicembre, supported by MiBACT
Distribuzione in italianoIstituto Luce Cinecittà
FotografiaRocco Marra
MontaggioLetizia Caudullo

supervisione Silvano Agosti

MusicheAlessandro Rinaldi

(edizioni musicali Ala Bianca Group)

ScenografiaCarmine Guarino
CostumiOlivia Bellini
TruccoMarisa Marconi

Maria Vittoria Cascioli (acconciature)

Interpreti e personaggi

L'innocenza di Clara è un film del 2012 diretto da Toni D'Angelo.

Unico film italiano in gara al 36º Festival des films du monde de Montréal, è uscito nelle sale italiane il 13 dicembre 2012.

Ispirato ad una storia vera, il film è ambientato tra le cave di marmo di Carrara e i boschi della Lunigiana, dove si incontrano i destini di due uomini, Maurizio (Alberto Gimignani) e Giovanni (Luca Lionello), nonché quello dell'affascinante Clara (Chiara Conti) che, giungendo nella sua nuova casa, nel borgo di pietra incastonato tra i marmi, scatena strani movimenti nella percezione, nell'esistenza e nel destino di tutta la comunità.

Un noir quindi, dai risvolti drammatici, un triangolo “rosso” di sensualità ed emozioni, scandito dai tempi sospesi di una cittadina formale e perbene.

La pellicola è stata ampiamente girata tra Carrara e i boschi della Lunigiana, al confine, naturale e geografico, di Toscana e Liguria.

TramaModifica

Due amici quarantenni, Maurizio e Giovanni, sono cresciuti insieme in un borgo d'alta montagna ai confini fra Toscana e Liguria, nella zona della Lunigiana dove, abitualmente, vanno insieme a caccia, tra monti, valli, pendii, bivaccando al bordo di sorgenti.

Maurizio ha investito tutti i suoi averi in una cava di marmo e conduce una vita da benestante che lo impegna moltissimo. Giovanni scolpisce statuette di marmo e, sposato con Luisa con la quale ha una figlia, Angela, ragazza introversa e ribelle, conduce invece una vita piuttosto monotona.

Un giorno Maurizio conosce Clara, una donna appena giunta nel loro piccolo borgo, bella ed elegante: in breve i due decidono di sposarsi.

Clara quindi, cerca di calarsi nei panni della moglie perfetta ma, non essendo nella sua natura, un senso di noia, frustrazione, infelicità, comincia lentamente ad affiorare.

Sempre più insofferente, si avvicina a Giovanni per tentare di essere più vicina ai pensieri del marito. Per Giovanni intanto, Clara diventa l'inusuale apertura ad una spontaneità che prima non aveva mai conosciuto.

RiconoscimentiModifica

Altre partecipazioni:

  • Courmayeur Noir In Festival 2012: In Competition
  • NICE New italian Cinema Events Festival 2013

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema