L'ombra del gigante (film)

L'ombra del gigante
Paese di produzioneItalia
Anno2000
Durata102 min
Generedrammatico, sentimentale
RegiaRoberto Petrocchi
SceneggiaturaRoberto Petrocchi Riccardo De Luca
ProduttoreManolo Bolognini
Casa di produzioneIstituto Luce Cinecittà
FotografiaCamillo Bazzoni
MontaggioPaolo Benassi
MusicheAndrea Morricone
CostumiMaria Luisa Di Giovanni
TruccoGermano Natali
Interpreti e personaggi

L'ombra del gigante è un film del 2000 diretto da Roberto Petrocchi, tratto dal racconto Il gigante di Paola Capriolo, contenuto nella raccolta La grande Eulalia del 1988.[1] Il film è stato presentato alla 50ª edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino.[2][3]

TramaModifica

Un ufficiale di nome Eugenio, accompagnato dalla moglie Adele e dal figlio Ottaviano, giunge in una fortezza sperduta e desolata, in un posto non precisato dell'Europa del Nord. Nella fortezza è imprigionato un uomo, di cui tutto è sconosciuto. Ciò che è certo è che la fortezza dovrà essere distrutta alla morte dell'unico prigioniero.
Adele, che è una pianista, sente le note di un violino provenire dalla cella in cui è rinchiuso l'uomo, a cui risponde ogni giorno con le note del pianoforte. L'unione di queste melodie generano un legame tra il prigioniero e Adele; la quale cambierà completamente e in modo irreversibile.

NoteModifica

  1. ^ L'ombra del gigante, su cnvf.it.
  2. ^ Berlinale 70. Internationalen Filmfestspiele Berlin, su filmitalia.org.
  3. ^ L'ombra del gigante, su cinema.ilsole24ore.com.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema