Léon Bonnat

pittore francese

Léon Joseph Florentin Bonnat (Bayonne, 20 giugno 1833Monchy-Saint-Éloi, 8 settembre 1922) è stato un pittore francese.

Léon Bonnat
Autoritratto del 1855

BiografiaModifica

Originario di Bayonne dal 1846 al 1853 visse a Madrid, dove il padre aveva una libreria e dove studiò pittura con José de Madrazo y Agudo e Federico de Madrazo. Giunse a Parigi, nel 1854 e fu allievo di Léon Cogniet nell'École des Beaux-Arts.

La sua Resurrezione di Lazzaro gli valse il secondo Prix de Rome nel 1857. Abbandonò i soggetti storici e teatrali dopo un viaggio in Italia nel 1869 e un altro in Grecia e in Medio Oriente, preferendo scene di genere e soprattutto ritratti. Di questi ne realizzò circa duecento, tra i quali i ritratti di Louis Pasteur, Alexandre Dumas figlio, Victor Hugo, Dominique Ingres, Hippolyte Taine, Jules Ferry, Armand Fallières, Adolphe Thiers e Émile Loubet.
Suo è anche il Martirio di S. Denis, dipinto per il Pantheon di Parigi.

Nel 1880 fu nominato professore nell'École des Beaux-Arts e, l'anno dopo, membro dell'Accademia di Belle Arti di Parigi; nel 1915 fu creato cavaliere dell’Ordre national du Mérite.

Numerosi i suoi allievi: Édouard Manet, Louis Béroud, Abel Bertram, Georges Braque, Gustave Caillebotte, Julie Feurgard, Raoul Dufy, Thomas Eakins, Othon Friesz, Paul de La Boulaye, Charles Laval, Raymond Lecourt, Adolphe-Frédéric Lejeune, Auguste Leroux, André Louis Mestrallet, Alphonse Osbert, Henri Pailler, Alfred Roll, Joseph-Marius Avy, Pierre-Gaston Rigaud, Henry Siddons Mowbray, Henri de Toulouse-Lautrec, Marius Vasselon, Gustav Wentzel, Jean Hippolyte Marchand, Henri-Achille Zo, Nils Forsberg, Jean Geoffroy, Gabriel Deluc, Marc-Aurèle de Foy Suzor-Coté, nonché il suo amico Jules Aviat e molti altri.

Léon Bonnat morì nel 1922 a Monchy-Saint-Éloi, lasciando in eredità al Musée Bonnat di Bayonne la sua collezione personale che porta il suo nome. Aveva vissuto 89 anni.

OnorificenzeModifica

  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine civile di Alfonso XII
— 20 luglio 1918[1]

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Gaceta de Madrid n° 201 del 20 luglio 1918, pagina 190.

BibliografiaModifica

  • Vincent Ducourau, Arlette Sérullaz, Dessins français du Musée Bonnat à Bayonne, Edizioni de "La Réunion des Musées nationaux", Parigi, 1979.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN19835381 · ISNI (EN0000 0001 2017 3185 · Europeana agent/base/50994 · LCCN (ENn96008046 · GND (DE116241772 · BNF (FRcb13509169v (data) · BNE (ESXX4579563 (data) · ULAN (EN500016107 · BAV (EN495/358138 · WorldCat Identities (ENlccn-n96008046