Apri il menu principale

LEGO Marvel Super Heroes

videogioco del 2013
LEGO Marvel Super Heroes
videogioco
Lego marvel super heroes logo.png
PiattaformaMicrosoft Windows, PlayStation 4, PlayStation 3, PlayStation Vita, Xbox One, Xbox 360, Wii U, macOS, Nintendo DS, Nintendo 3DS, Android, iOS
Data di pubblicazioneFlags of Canada and the United States.svg 19 novembre 2013
Flag of Europe.svg 15 novembre 2013
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 13 novembre 2013
PlayStation 4:
Flags of Canada and the United States.svg 15 novembre 2013
Flag of Europe.svg 29 novembre 2013
Xbox One:
Flags of Canada and the United States.svg 22 novembre 2013
Flag of Europe.svg 29 novembre 2013
GenereAzione
TemaMarvel Comics
OrigineRegno Unito
SviluppoTraveller's Tales
PubblicazioneWarner Bros. Interactive Entertainment, Feral Interactive (macOS)
DesignMark Hoffmeier[1]
SerieLEGO
Modalità di giocoGiocatore singolo, Multigiocatore
Periferiche di inputSixaxis, DualShock 3, Mouse e Tastiera, DualShock 4, Wii U GamePad, Controller wireless
SupportoBlu-ray Disc, DVD-ROM, Cartuccia DS, Cartuccia 3DS, Disco Ottico Wii
Fascia di etàESRBE · PEGI: 7 · USK: 12
Seguito daLEGO Marvel Super Heroes 2

LEGO Marvel Super Heroes è un videogioco d'azione del 2013 sviluppato dalla Traveller's Tales e pubblicato dalla Warner Bros. Interactive Entertainment. Il gioco è stato distribuito con il titolo LEGO Marvel Super Heroes: Universo in Pericolo (in inglese LEGO Marvel Super Heroes: Universe in Peril) per le console portatili Nintendo DS, Nintendo 3DS, PlayStation Vita, iOS e Android.[2]

TramaModifica

Mentre sfreccia in cielo nei pressi di New York, Silver Surfer è attaccato dalla navetta del Dottor Destino, che distrugge la sua tavola in diversi frammenti che finiscono sulla Terra. Mentre Destino tiene prigioniero Silver Surfer, altri suoi alleati vengono mandati a recuperare i frammenti, con i quali Destino potrà creare il suo micidiale "Cannone del Destino" con cui respingere Galactus e diventare il nuovo dominatore dell'Universo. Quando Abominio e l'Uomo Sabbia attaccano la Grand Central Station, il direttore dello S.H.I.E.L.D. Nick Fury invia gli Avengers Tony Stark / Iron Man e Bruce Banner / Hulk a intervenire. Con l'aiuto di Peter Parker / Spider-Man, i due sconfiggono i criminali e recuperano il frammento. Un altro frammento si trova nel Baxter Building, pertanto Steve Rogers / Captain America e Reed Richards / Mr. Fantastic si dirigono a recuperarlo prima che venga rubato dal Dottor Octopus; la battaglia si sposta al Daily Bugle e anche Spider-Man si unisce allo scontro ma il frammento viene sottratto da Green Goblin. Su ordine di Fury, Parker accompagna gli agenti S.H.I.E.L.D. Clint Barton / Occhio di Falco e Natasha Romanoff / Vedova Nera alla Oscorp dove non riescono a catturare Goblin ma rimangono impegnati in uno scontro con il simbiote Venom.

Nel frattempo Magneto, attacca il Raft, la prigione per Super Criminali, e nonostante Iron-Man, Hulk e Logan / Wolverine tentano di intervenire, Teschio Rosso, Rhino, Carnage, Il Capo, Sabertooth, Abominio e Whipleash, riescono a evadere. Tony deve recuperare una nuova armatura dopo che Magneto ha distrutto la sua, e si dirige alla Stark Tower con il capitano Rogers; i due vengono però attaccati dalla nemesi di Stark, il Mandarino, insieme a Aldrich Killian e ai soldati Extremis, mentre Loki fugge con un reattore Arc delle Stark Industries. Tracciando la posizione del reattore Arc, Romanoff e Barton si infiltrano, isieme a Johnny Storm / Torcia Umana, in una base HYDRA sotto l'Empire State Building dove, con l'aiuto di Captain America e Wolverine sconfiggono Teschio Rosso e Arnim Zola. Loki, nel trambusto fugge ad Asgard usando un portale costruito dall'HYDRA col reattore Arc rubato, che rimane distrutto; pertanto Steve, Logan e Johnny lo seguono, accompagnati da Thor. Ad Asgard, Loki ha sguinzagliato i Giganti di Ghiaccio e ha rubato il Tesseract per aumentare i suoi poteri; all'arrivo degli eroi, Loki sguinzaglia il Distruttore.

Respinta la minaccia gli eroi non riescono a impedire la fuga di Loki ma Logan ha recuperato il Tesseract e decide di portarlo al Maniero Xavier sperando che il Professor X sappia analizzarlo. La magione viene attaccata dalla Confraternita dei Mutanti quindi gli X-Men Ciclope, Tempesta, Jean Grey, Bestia e Uomo Ghiaccio si trovano costretti ad affrontare Toad, Pyro e Fenomeno mentre Magneto e Mystica fuggono con il Tesseract. Fury e i Fantastici 4 nel frattempo si recano a Latveria nel Castello di Destino dove sconfiggono Goblin e liberano Silver Surfer ma Loki e Destino fuggono con i frammenti della tavola. Intenti a scoprire le intenzioni di Destino, Iron Man, Spider-Man e Thor affrontano MODOCK in un sottomarino e vengono poi salvati da Jean; Wolverine, Hulk e Mr. Fantastic affrontano invece Mastermind e Magneto, che distrugge la Statua della Libertà. Captain America con Tempesta e la Cosa inseguono Magneto nell'Asteroide M dove sconfiggono Rhino, i Raptor della terra selvaggia e Mystica.

Magneto intanto fa levitare l'Asteroide M nello spazio e viene raggiunto da Loki e Destino che iniziano a costruire il "Cannone del Destino". Stark, Parker e Thor riescono a sconfiggere Magneto, dopodiché Peter va ad aiutare Cap, Reed e Tempesta a neutralizare Destino. Loki rivela di aver usato il Dottore per tutto questo tempo: il suo scopo era usare il cannone e il potere del Tesseract per richiamare Galactus e fargli distruggere Asgard e la Terra. Gli eroi fuggono e si ritrovano sull'Helicarrier dello S.H.I.E.L.D. mentre Galactus si dirige a New York. Gli Avengers e gli X-Men si alleano allora con gli altri super criminali e insieme sconfiggono Galactus che viene scacciato lontano dalla Terra. Rimasto senza più un pianeta da divorare, Galactus decide che si mangerà Loki; Silver Surfer invece riprende il suo viaggio per tenere a Galactus lontano dalla Terra. Nella scena dopo i titoli di coda Nick Fury si scusa con i Guardiani della Galassia per averli conttati per niente, dato che ormai Galactus è stato sconfitto; mentre Star-Lord spiega che una nuova minaccia che sta per arrivare, Fury incontra Black Panther, che lo ringrazia per aver mandato gli eroi a salvare la Terra.

Modalità di giocoModifica

Il gameplay è simile ai precedenti giochi Lego, e soprattutto al precedente LEGO Batman 2: DC Super Heroes che utilizza l'open world; infatti si può esplorare la versione Marvel di New York City entrando in alcuni edifici. Ogni edificio ha una propria storyline e quando vi si entra quest'ultima viene narrata da Deadpool. I giocatori possono controllare più di 150 personaggi dell'universo Marvel, ognuno con le proprie abilità specifiche.

PersonaggiModifica

Personaggi giocabili
Personaggi giocabili solo su altre console
Personaggi giocabili solo su DLC
Altri personaggi giocabili
Altri personaggi

AccoglienzaModifica

Il gioco ha avuto un'ottima accoglienza, ricevendo 83 su 100 su PS4 e 80 su 100 su Xbox 360 (su Metacritic).

NoteModifica

  1. ^ Andrew Edney, LEGO Marvel Super Heroes sneak peek at the superheroes, su connecteddigitalworld.com, 30 aprile 2013. URL consultato il 1º maggio 2013.
  2. ^ LEGO Marvel Super Heroes: Universe In Peril, game coming to DS, 3DS and PS Vita., GameSpot. URL consultato il 25 ottobre 2013.

Collegamenti esterniModifica