Apri il menu principale

La Martella

frazione del comune italiano di Matera
La Martella
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Basilicata-Stemma.svg Basilicata
ProvinciaProvincia di Matera-Stemma.png Matera
ComuneMatera-Stemma.svg Matera
Territorio
Coordinate40°39′32″N 16°32′16″E / 40.658889°N 16.537778°E40.658889; 16.537778 (La Martella)Coordinate: 40°39′32″N 16°32′16″E / 40.658889°N 16.537778°E40.658889; 16.537778 (La Martella)
Altitudine190 m s.l.m.
Abitanti1 517 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale75100
Prefisso0835
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
La Martella
La Martella

La Martella è una frazione appartenente al comune di Matera, nota per un celebre intervento urbanistico degli anni cinquanta (1952-1954) che coinvolse Adriano Olivetti e una folta schiera di architetti e intellettuali (Federico Gorio, Michele Valori, Ludovico Quaroni, Piero Maria Lugli, Luigi Agati) Nei pressi di La Martella si trova una delle principali zone industriali della città di Matera.

Indice

Cenni storici e descrizioneModifica

Nel 1949, dopo la pubblicazione di Cristo si è fermato ad Eboli di Carlo Levi e dopo l'inizio delle lotte popolari per la terra, Matera è al centro dell'attenzione nazionale ed internazionale, come "capitale simbolo" dell'universo contadino. Per il risanamento dei rioni "Sassi", nell'ambito di una ristrutturazione del territorio agricolo, la missione statunitense ECA progetta la fondazione di un borgo rurale. Adriano Olivetti con l'UNRRA-CASAS e l'INU forma una commissione disciplinare per lo studio della città e dell'agro di Matera, che si avvale della collaborazione urbanistica di Federico Gorio e Ludovico Quaroni. L'architetto materano Ettore Stella sarà incaricato della redazione del progetto del villaggio UNRRA CASAS per i nullatenenti, destinato ad accogliere i primi sfollati dei "Sassi". Dopo una prima ipotesi dell'arch. Stella interrotta dalla sua morte (1951), si impose un nuovo progetto affidato all'architetto Quaroni insieme a Federico Gorio, Piero Maria Lugli, Luigi Agati e Michele Valori. Il borgo è pertanto opera di grande rilevanza della corrente Neorealista del Razionalismo italiano.

Chiesa di San Vincenzo de' PaoliModifica

Di grande interesse la Chiesa del borgo, progettata dallo stesso architetto Quaroni con Valori, Gorio, Lugli e Agati, e dedicata a San Vincenzo de' Paoli. Sull'altare si trova un imponente crocifisso di legno dipinto, opera di Giorgio Quaroni; il pavimento in ceramica maiolicata è dei fratelli Pietro ed Andrea Cascella. Il portale bronzeo della chiesa è opera di Floriano Bodini, autore anche di un bassorilievo in bronzo dorato raffigurante Papa Giovanni Paolo II realizzato nel 2005 e donato alla parrocchia del borgo nel 2011, in occasione del ventesimo anniversario della visita di Giovanni Paolo II in Basilicata avvenuta nel 1991.

EcopolisModifica

Alla fine degli anni novanta il borgo ha in parte cambiato volto a seguito della nascita del complesso residenziale Ecopolis, un aggregato urbano autonomo composto di 312 unità abitative.

Il villaggio residenziale Ecopolis si inserisce e si integra nel preesistente borgo La Martella incastonato nel paesaggio della valle posta tra il monte Igino da un versante, e l'altopiano delle Murge dall'altro. Il progetto Ecopolis è scaturito in seguito agli impulsi provenienti dal P.R.G. predisposto dall'Amministrazione Comunale di Matera che, cogliendo le istanze di numerosi abitanti de La Martella tese ad ottenere un recupero del decoro urbano del borgo, ha intravisto l'opportunità di rivitalizzare il borgo antico inserendo, contestualmente alla realizzazione del nuovo, interventi di riqualificazione tesi ad armonizzare al meglio il moderno insediamento con quello esistente. I lavori di costruzione hanno avuto inizio nel 1992 e le prime abitazioni sono state consegnate nell'agosto 1997. L'area su cui sorge Ecopolis si estende per circa 128.500 m² e ha destinazione residenziale per circa 105.000 m², commerciale per altri 13.700 m² circa e verde pubblico per circa 9.000 m²[1].

NoteModifica

  1. ^ "Informazione & Tecnica Nr 5/98 - Piano di lottizzazione Ecopolis: un insediamento residenziale di qualità al borgo La Martella di Matera" (Ing. Antonio Di Giulio - Direttore Tecnico della COGEM S.P.A.)

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Basilicata: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Basilicata