Apri il menu principale

Pantera Rosa (personaggio)

(Reindirizzamento da La Pantera Rosa (personaggio))
Pantera Rosa
Pickled Pink.png
La Pantera Rosa nel corto Pickled Pink
Nome orig.Pink Panther
Lingua orig.Inglese
AutoreBlake Edwards
EditoreMGM
1ª app. inLa Pantera Rosa
Ultima app. inLa Pantera Rosa & Co
Voci orig.
Voci italiane

La Pantera Rosa (The Pink Panther) è un personaggio immaginario protagonista di numerosi cortometraggi ideato nel 1963 da Isadore "Friz" Freleng per i titoli di testa dell'omonimo lungometraggio di Blake Edwards che inaugurò una serie di film dedicati all'Ispettore Clouseau. La rivista Time nel 1964 disse che «Le animazioni dei titoli sono meglio del film».[1] Il successo riscontrato dal personaggio porterà alla realizzazione di una serie di cortometraggi a cartoni animati che proseguirà fino al 1981, di grande successo anche grazie al tema musicale composto da Henry Mancini e vincitrice di un premio Oscar nel 1995; a questa seguiranno diverse serie televisive d'animazione, versioni a fumetti e un vasto merchandising.[2] Freleng, dello studio di animazione, affermò che: «Non credo che saremmo riusciti ad avere il successo che abbiamo avuto senza la colonna sonora».[senza fonte]

Genesi del personaggioModifica

Nel 1963, Edwards nel dare gli ultimi ritocchi alla sua commedia, che vedeva protagonisti Peter Sellers e David Niven, pensò di aprire il film con una sequenza animata che avrebbe fatto da sfondo allo scorrere dei titoli di testa. Chiese così al team di animazione di David DePatie e Friz Freleng di inventare qualcosa di appropriato. Durante la fase di creazione, gli animatori vollero creare un personaggio con l'eleganza di Cary Grant e l'impertinenza di James Dean; non essendo previsto nessun dialogo per la scena di apertura, venne dato al personaggio anche la mimica di Buster Keaton, facendo muovere il felino sulle note del motivo scritto da Henry Mancini che diventerà un vero e proprio cult.[senza fonte]

Caratteristiche del personaggioModifica

Il personaggio è una pantera antropomorfa, filiforme, con un lungo muso, piccoli occhi gialli e il pelo rosa, possiede lunghi baffi e un naso rosso e, nella sigla di apertura della serie televisiva, fuma una sigaretta usando un lungo bocchino.

CortometraggiModifica

Nella prima serie di cortometraggi, le storie sono impostate su un surrealismo umoristico con ricche citazioni cinematografiche.[2] Già il primo corto, The Pink Phink, (1964) si aggiudica un Academy Award.[3]

In questo primo corto la Pantera Rosa molesta un piccolo uomo baffuto bianco (che è spesso considerato una caricatura di Friz Freleng) questo personaggio ufficialmente noto come The Little Man, viene costantemente alla prova di dipingere la casa originalmente blu di rosa.

La serie comprende 124 cortometraggi animati prodotti dal 18 dicembre 1964 al 31 dicembre 1978 dalla DePatie–Freleng Enterprises (DFE Films)[4]; 92 vennero distribuiti nelle sala e poi dal 1969 i primi 62 vennero trasmessi dalla NBC nei programmi per bambini del sabato mattina nel The Pink Panther Show. I 36 corti realizzati per la televisione vennero poi distribuiti anche nei cinema. Spesso il titolo dei cortometraggi si ispira al nome di personaggi celebri, o al titolo di famose opere letterarie o cinematografiche, con l'immancabile introduzione della parola "Pink" (Sherlock Pink, Star Pink, ecc.). Con il procedere dei cortometraggi, il carattere della Pantera Rosa, dapprima semplicemente snob e tendenzialmente dispettosa, si arricchisce di nuove sfaccettature: la tenacia nel perseguire uno scopo o nel cercare un oggetto (per la qual cosa dispiega energie e mezzi assolutamente sproporzionati rispetto all'importanza - talvolta minima - del fine che si propone); la tendenza a sognare a occhi aperti e a immaginare se stessa in qualche ruolo eroico o prestigioso (con successivo - e spesso maldestro - tentativo di mettere in atto il suo sogno); l'abitudine di intrufolarsi in ambienti che non le sono propri oppure in alloggi che non le appartengono, con la conseguente serie di inconvenienti e incidenti; un sentimento di tenerezza protettiva e paterna nei confronti delle creature piccole e indifese. In alcuni episodi il personaggio rivela anche una sensibilità ecologica, vissuta però senza alcun aggancio polemico ma con la sua consueta serenità un po' snob e un po' surreale.[senza fonte]

Elenco dei cortometraggi

  1. The Pink Phink
  2. Pink Pajamas
  3. We give Pink stamp
  4. Dial P for Pink
  5. Sink Pink
  6. Pickled Pink
  7. Pinkfilnger
  8. Shocking Pink
  9. Pink ice
  10. Pink tail fly
  11. Pink panzer
  12. An ounce of Pink
  13. Reel Pink
  14. Bully for Pink
  15. Pink punch
  16. Pink piston
  17. Vitamin Pink
  18. The Pink Blueprint
  19. Pink, plunk, plink
  20. Smile pretty, say Pink
  21. Pink-a-boo
  22. Genie with the light Pink fur
  23. Super Pink
  24. Rock-a-bye Pink
  25. Pinknic
  26. Pink panic
  27. Pink posies
  28. Pink of the litter
  29. In the Pink
  30. Jet Pink (13 giugno 1967) - È il primo corto della serie diretto da Gerry Chiniquy.
  31. Pink paradise
  32. Pinto Pink
  33. Congratulations! It's Pink
  34. Prefabricated Pink
  35. The Hand Is Pinker Than the Eye (20 dicembre 1967)
  36. Pink outs
  37. Sky blue Pink
  38. Pinkadilly circus
  39. Psychedelic Pink
  40. Come on in! The water's Pink
  41. Put put Pink
  42. G.I. Pink
  43. Lucky Pink
  44. Pink quarterback
  45. Twinkle, twinkle, little Pink
  46. Pink Valiant
  47. The Pink Pill (31 luglio 1968)
  48. Prehistoric Pink
  49. Pink in the clink
  50. Little beaux Pink
  51. Tickled Pink
  52. Pink sphinx
  53. Pink is a many splintered thing
  54. Pink package pilot
  55. Pink-come tax
  56. Pink-a rella
  57. Pink pest control
  58. Think before you Pink
  59. Slink Pink
  60. In the Pink of the night
  61. Pink on the cob
  62. Extinct Pink
  63. A fly in the Pink
  64. Pink blue plate
  65. Pink tuba-dore
  66. Pink Pranks
  67. Pink flea
  68. Psst Pink
  69. Gong with the Pink
  70. Pink-in the clink
  71. Pink 8-ball
  72. Pink aye
  73. Trail of the lonesome Pink
  74. Pink da Vinci
  75. Pink streaker
  76. Salmon Pink
  77. Forty Pink winks
  78. Pink plasma
  79. Pink elephant
  80. Keep our forests Pink
  81. Bobolink Pink
  82. It's Pink, but is it mink
  83. Casa dolce casa (Pink Campaign)
  84. The scarlet Pinkernel
  85. Mystic Pink
  86. Pink of arabee
  87. Pink pro
  88. Pink piper
  89. Pinky doodle
  90. Sherlock Pink
  91. Rocky Pink
  92. Therapeutic Pink
  93. Pink Pictures
  94. Pink arcade
  95. Pink lemonade
  96. Pink trumpet
  97. Sprinkle me Pink
  98. Dietetic Pink
  99. Pink ufo
  100. Pink lightning
  101. Cat and the PInkstalk
  102. Pink daddy
  103. Pink S.W.A.T.
  104. Pink and shovel
  105. Pinkologist
  106. Yankee doodle Pink
  107. Pink press
  108. Pet Pink pebbles
  109. The Pink of Bagdad
  110. Pink in the drink
  111. Pink bananas
  112. Pinktails for two
  113. Pink z-z-z
  114. Star PInk
  115. Pink breakfast
  116. Toro Pink
  117. Pink quackers
  118. String along in Pink
  119. Pink in the woods
  120. Pink pull
  121. Spark plug Pink
  122. Doctor Pink
  123. Pink suds
  124. Supermarket Pink

Serie televisiveModifica

Nel 1968 la rete televisiva NBC inizia a produrre negli Stati Uniti d'America le serie animate che verranno distribuite in tutto il mondo. Nel 1985, col passaggio dei diritti del personaggio alla Hanna-Barbera Production, venne prodotta la serie Pink Panther & Sons (I figli della Pantera rosa), dove i protagonisti sono i figli della Pantera Rosa, Pinky e Panky, più il loro gruppo di amici. Negli anni novanta venne co-prodotta da Metro-Goldwyn-Mayer Animation, Mirisch-Geoffrey DePatie-Freleng e United Artists una nuova serie dove il personaggio parla. In Italia i corti sono stati trasmessi in vari periodi da Rai 2 e Italia 1. Nell'edizione italiana la Pantera Rosa è doppiata da Pietro Ubaldi. Le serie televisive d'animazione in cui è protagonista la Pantera Rosa sono:

FumettiModifica

Vedi: La Pantera Rosa (fumetto)

Nel 1971, Gold Key Comics iniziò a pubblicare un fumetto di Pink Panther, con l'arte di Warren Tufts. La Pantera Rosa e l'Ispettore durarono 87 numeri, terminando solo quando Gold Key cessò le operazioni nel 1984.[5] La serie spin-off The Inspector (anch'essa di Gold Key) è durata 19 numeri, dal 1974 al 1978.[6]

Tribune Media Services ha sindacato un fumetto di Pink Panther dal 29 maggio 2005 al 10 maggio 2009, creato dai fumettisti di Bottom Liners Eric e Bill Teitelbaum. [8]

MusicaModifica

La casa discografica EMI ha pubblicato il disco Pink Panther's Penthouse Party, raccolta di musiche pop e lounge, con nuove versioni del classico tema di Henry Mancini, riprese da St Germain e Fischerspooner, e brani originali di Fatboy Slim, Nicola Conte, Peggy Lee, Pizzicato Five e altri.

NoteModifica

  1. ^ numero del 27 aprile 1964
  2. ^ a b Pantera Rosa, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 6 giugno 2017.
  3. ^ Jerry Beck, Pink Panther: The Ultimate Guide to the Coolest Cat in Town!, London, England, DK Adult, 2006, pp. 20–23, ISBN 0-7566-1033-8.
  4. ^ Plot summaries viewed on The Pink Panther Cartoon Collection (DVD, MGM Home Entertainment, 2004)
  5. ^ [THE PINK PANTHER, Don Markstein's Toonopedia THE PINK PANTHER, Don Markstein's Toonopedia].
  6. ^ [THE INSPECTOR, Don Markstein's Toonopedia, THE INSPECTOR, Don Markstein's Toonopedia,].

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2008005915