Apri il menu principale

La Vie en rose

canzone francese scritta e interpretata da Édith Piaf
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi La Vie en rose (disambigua).
La Vie en rose
ArtistaÉdith Piaf
Autore/iÉdith Piaf - Louis Gugliemi
GenereChanson
Data1945

La Vie en rose è una canzone francese conosciuta in tutto il mondo, scritta, interpretata e portata al successo da Édith Piaf.

La Piaf stessa ne scrisse il testo nel 1945, con il titolo Les choses en rose, e chiese a Robert Chauvigny, suo direttore d'orchestra e arrangiatore, di musicarlo; questi però si rifiutò, ritenendolo indegno della sua firma. Fu dunque il compositore e pianista Louiguy (Louis Gugliemi) a dare una musica a quei versi che, con un nuovo titolo, divennero un successo mondiale e la canzone dell'amore romantico per eccellenza.

L'espressione idiomatica francese voir la vie en rose ha il suo esatto equivalente nell'italiano "vedere la vita rosa", nel senso di essere ottimisti e privi di preoccupazioni per il futuro. Nel testo la Piaf ribadisce la sua incrollabile fede nell'amore e il suo ingenuo ottimismo, temi, questi, che furono costanti nelle sue canzoni.

La versione inglese del testo fu scritta da Mack David che però lasciò in francese La Vie en rose sia nel titolo sia nel corpo del testo ogni volta che queste ricorrevano nell'originale.

La fama di questo brano è tale e tanta che il film di Olivier Dahan sulla vita di Edith Piaf, che nell'originale francese è intitolata La Môme (soprannome della cantante), in Italia è stato titolato La Vie en rose.

Pochissime canzoni nella storia della musica leggera possono vantare una fama comparabile e tante differenti versioni discografiche: sarebbe arduo compilare un elenco esaustivo degli artisti che ne hanno inciso una loro interpretazione, ma si possono ricordare almeno Louis Armstrong; Petula Clark; Dalida; Marlene Dietrich; Jula de Palma; Céline Dion; Ella Fitzgerald; Lady Gaga; Melody Gardot; Grace Jones; Cyndi Lauper; Madonna; Mireille Mathieu; Yves Montand; Dean Martin; Amália Rodrigues; Donna Summer. Fra gli italiani, si annoverano le versioni di Ornella Vanoni e del trio Yavanna, oltre agli adattamenti in italiano interpretati da Milva (che al repertorio della Piaf dedicò un intero LP) e Bobby Solo, che la incise nel suo album omonimo.

Il brano è stato eseguito anche dai tenori José Carreras, Plácido Domingo e Luciano Pavarotti, sotto la direzione del direttore d'orchestra Zubin Mehta.

Alla canzone venne conferito il Grammy Hall of Fame Award nel 1998.

Il brano nella cultura di massaModifica

  • La canzone viene citata ripetutamente nel film Sabrina del 1954, con Audrey Hepburn, che la definisce «la maniera francese per dire "sto guardando il mondo con degli occhiali colorati di rosa"».
  • La canzone, in versione americana, viene cantata nell'episodio 16 della nona stagione di How I Met Your Mother dalla futura moglie di Ted Mosby (Cristin Milioti).
  • La versione disco della canzone, incisa da Grace Jones nel 1977, è divenuta una vera e propria hit, ancora oggi spesso riproposta.
  • La canzone è presente come music theme nel DLC Burial at Sea: Episode 2 del videogioco Bioshock Infinite.
  • La canzone è presente nel film di animazione Wall-E.
  • La canzone è stata usata per il trailer di lancio del videogioco Far Cry 4.
  • La canzone è presente nel film di animazione Madagascar 3.
  • Il testo italiano fu scritto da Leonardi e pubblicato nel 1946 tramite le omonime Edizioni Musicali LEONARDI.
  • La canzone è presente nel film diretto da Oliver Stone e sceneggiato da Quentin Tarantino, Assassini nati - Natural Born Killers (1994).
  • La popstar Madonna ha inserito la canzone nella setlist del suo Rebel Heart Tour del 2015, cantandola live accompagnandosi con l'ukulele
  • Lady Gaga ne ha cantato una cover durante il tour promozionale dell'album Cheek to Cheek e nel film A Star Is Born (2018).
  • La canzone è il tema del film Amami se hai coraggio.
  • La canzone è stata cantata anche da Daphne Barillaro nel suo speciale "Daphne and friends 2", della serie "MilleVoci" 2018.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno2008009811 · WorldCat Identities (ENno2008-009811
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica