Apri il menu principale

La casa degli orrori

film del 1945 diretto da Erle C. Kenton
La casa degli orrori
Orrori.jpg
una scena del film
Titolo originaleHouse of Dracula
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1945
Durata67 min
Dati tecniciB/N
Genereorrore
RegiaErle C. Kenton
SceneggiaturaEdward T. Lowe Jr.
Casa di produzioneUniversal Pictures
Effetti specialiJohn P. Fulton
Russell Lawson
MusicheEdgar Fairchild
TruccoJack Pierce
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La casa degli orrori (House of Dracula), in Italia conosciuto anche come Dracula nella casa degli orrori e La casa di Dracula, è un film horror del 1945 diretto da Erle C. Kenton.

Nel lungometraggio i tre mostri della Universal, Dracula, Frankenstein e l'uomo lupo tornano assieme dopo Al di là del mistero (House of Frankenstein, 1945). Il film è pertanto il 7° della saga di Frankenstein, il 6° della saga di Dracula e il 4° della saga dell'uomo lupo. È l'ultimo film horror di Erle C. Kenton con Carradine, Strange e Chaney negli stessi ruoli del precedente Al di là del mistero (House of Frankenstein, 1944).

Indice

TramaModifica

L'uomo lupo vuole essere curato dalla sua licantropia per ciò si rivolge al noto Dr. Edelman, scienziato e benefattore che compie studi sulle malattie del sangue. Il dottore riesce con Larry Talbot e tenta la stessa cosa sul conte Dracula, che sotto le mentite spoglie del Barone Làtos cerca un rimedio contro il proprio vampirismo, ma quello del Barone è solo un sotterfugio per arrivare alla bella Miliza infermiera assistente di Edelman, la natura di Dracula prende il sopravvento e riuscendo a contaminare il sangue del Dottor Edelman, lo rende folle. Prima di arrivare alla completa pazzia omicida, Edelman riesce a sottoporre (in un raro momento di lucidità) la tomba di Dracula ai raggi del sole, incenerendolo, ma ormai la follia si impadronisce di lui che diventa dapprima omicida, poi "scienziato pazzo", riportando in vita il Mostro di Frankenstein, trascinato dalle acque del fiume in cui era annegato nel precedente film, fino alla scogliera circostante il laboratorio. La polizia, cercando di far luce sulla follia che sembra aver colpito Edelman, fa irruzione nel laboratorio, uccidendo l'ormai incontrollabile scienziato criminale, il quale nel morire, provoca accidentalmente un incendio in cui perisce anche la creatura di Frankenstein

ProduzioneModifica

Locandine pubblicitarie del film colorate artificialmente.

Il titolo di lavorazione del film era Dracula vs. the Wolf Man o The Wolf Man vs. Dracula.[1]

Anche se Glenn Strange recita nella parte del mostro di Frankenstein in gran parte del film, sono presenti anche scene riciclate dai precedenti film dove la creatura era interpretata da Lon Chaney Jr. (Il terrore di Frankenstein) e Boris Karloff (La moglie di Frankenstein); Karloff appare nella sequenza onirica, mentre invece Chaney, come anche la sua controfigura Eddie Parker, nella scena dell'incendio.[2]

Strange raccontò che la scena dove il mostro resta intrappolato nelle sabbie mobili fu particolarmente difficile da girare per lui. Oltre alle consuete tre ore per sottoporsi al trucco, Strange trascorse il resto della giornata sepolto nella sabbia gelida, anche durante la pausa pranzo, e verso sera iniziò ad avere così tanto freddo da non sentire più le gambe. Lon Chaney Jr. cercò di aiutarlo passandogli una bottiglia di scotch affinché potesse riscaldarsi, ma il risultato fu che Strange si ubriacò talmente tanto da non riuscire in seguito a togliersi il costume per andare a casa. La tendenza a bere di Chaney contribuì alla sua cattiva reputazione di attore con il quale era difficile lavorare, e fu probabilmente la ragione per la quale la Universal non gli rinnovò il contratto dopo il completamento del film.[2]

DistribuzioneModifica

AccoglienzaModifica

«Il design dei set è grande e lussuoso; cosa alla quale ci eravamo disabituati per un po', insieme ad alcune ambientazioni sfarzose. L'illuminazione è solo ok. Anche fotografia ed effetti mostrano un generale progresso. La storia è sciocca ma il titolo e il trailer del film garantiscono un grande intrattenimento, buon ritmo e recitazione genuina.»

(Steve Hutchison, Tales of Terror)

«È così ridicolmente brutto, da rendere difficile credere che sia stato realizzato seriamente. La scena dove Edelmann rivela a Nina che Dracula è un suo nuovo paziente è qualcosa che Mel Brooks non avrebbe potuto fare meglio in Frankenstein Junior. Anche la scena dove Edelmann lotta nella sua mente tra il suo lato cattivo e quello buono, circa il far rivivere il mostro di Frankenstein, è così esilarante e sopra le righe da non poter non piacere.»

(MP Bartley, critico di eFilm)

«Niente di particolarmente spaventoso. Nella scena iniziale, i fili che tengono in volo il pipistrello sono chiaramente visibili [...] Tranne che per il pipistrello, la qualità della produzione e dei set è superiore al livello degli standard dello studio, ed è divertente vedere un cast vintage recitare in ruoli familiari.»

(Mike Mayo, The Horror Show Guide)

«Sfortunatamente, come spesso in queste sceneggiature scritte troppo velocemente, la seconda metà del film è molto meno interessante dell'inizio. Dracula, per nessuna ragione plausibile, inietta a Onslow Stevens il suo stesso sangue e lo rende un pazzo. Ci sono alcune scene interessanti con Onslow Stevens che corre in giro per la città, proiettando un'ombra enorme...»

(Richard Scheib, Moria)

«...lavorando pazientemente con un basso budget e fallendo nel trovare qualcosa di interessante da far fare al cast. Sceneggiato da Edward T. Lowe, come il precedente House of Frankenstein, il film adotta la nuova prospettiva dei benefici della scienza - o degli svantaggi - per rendere interessante la storia, in attesa dei film di fantascienza che sarebbero diventati molto popolari nel decennio seguente.»

(Graeme Clark, The Spinning Image)

Edizioni home videoModifica

Edizione italianaModifica

Nell'edizione in DVD della Universal all'interno del cofanetto Dracula - The Legacy Collection il doppiaggio italiano è completamente rifatto, così come nel Blu-ray Disc della stessa casa. Solo il successivo DVD prodotto dalla A&R Productions contiene ancora il doppiaggio originale. L'edizione italiana originale fu tuttavia privata di alcune scene - probabilmente per censura - che di conseguenza non furono doppiate.[3]

CuriositàModifica

Locandine pubblicitarie del film colorate artificialmente.
  • Lon Chaney Jr. aveva interpretato l'uomo lupo in tutti e tre i precedenti film della Universal dedicati al personaggio, e Glenn Strange aveva interpretato il mostro in Al di là del mistero. John Carradine aveva recitato nella parte del Conte Dracula in Al di là del mistero, e avrebbe interpretato il personaggio in altre tre occasioni, in Billy the Kid Versus Dracula (1966), The Vampires (1969) e Nocturna: Granddaughter of Dracula (1979).[1][4]
  • La casa degli orrori fu l'ultimo film di Lon Chaney Jr. come attore sotto contratto con la Universal, sebbene egli tornò ancora a interpretare l'uomo lupo nel 1948 nella commedia Il cervello di Frankenstein.[2]
  • Il personaggio di Jane Adams, Nina, è una ragazza gobba e nelle locandine e manifesti dell'epoca fu inizialmente presentata come uno dei "mostri" del film, anche se in realtà, il suo è un personaggio positivo, e l'utilizzo di un'attrice attraente per interpretare un individuo disabile affetto da deformità è notevole per l'epoca.
  • Lionel Atwill, caratterista in molti altri film horror della Universal, si ammalò durante la lavorazione del film, e morì di cancro meno di cinque mesi dopo l'uscita del film nelle sale.[2]
  • La scena finale del film dove il mostro di Frankenstein perisce nell'incendio del laboratorio è la stessa scena riciclata da Il terrore di Frankenstein.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b "Notes" TCM.com
  2. ^ a b c d Nixon, Rob "House of Dracula (1945)" (articolo) TCM.com
  3. ^ Il citato DVD della A&R presenta il film in sé nella versione originale sovrapponendo il doppiaggio italiano originale; le parti non doppiate sono sottotitolate. Tra i contenuti extra sono inoltre inclusi i titoli di testa originali italiani.
  4. ^ "Filmography by type: Glenn Strange" IMDB.com

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema