Apri il menu principale

La città senza legge

film del 1965 diretto da Lesley Selander
La città senza legge
Titolo originaleTown Tamer
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1965
Durata89 min
Rapporto2.35 : 1
Generewestern
RegiaLesley Selander
SoggettoFrank Gruber
SceneggiaturaFrank Gruber
ProduttoreA.C. Lyles
Casa di produzioneA.C. Lyles Productions
FotografiaW. Wallace Kelley
MontaggioGeorge A. Gittens
Effetti specialiPaul K. Lerpae (special photographic effects)
MusicheJimmie Haskell
ScenografiaHal Pereira, Al Roelofs (art director)
Claude E. Carpenter, Sam Comer (set decorator)
TruccoNellie Manley, Wally Westmore
Interpreti e personaggi

La città senza legge (Town Tamer) è un film del 1965 diretto da Lesley Selander.

È un film western statunitense con Dana Andrews, Terry Moore e Pat O'Brien. È basato sul romanzo del 1958 Town Tamer di Frank Gruber.[1]

TramaModifica

ProduzioneModifica

Il film, diretto da Lesley Selander su una sceneggiatura e un soggetto di Frank Gruber (autore del romanzo),[2] fu prodotto da A.C. Lyles per la A.C. Lyles Productions.[3] Il brano della colonna sonora Town Tamer fu composto da Jimmie Haskell e Dunham.[1]

DistribuzioneModifica

Il film fu distribuito con il titolo Town Tamer negli Stati Uniti dal 7 luglio 1965 (première a New York)[4] al cinema dalla Paramount Pictures.[3]

Altre distribuzioni:[4]

  • in Germania Ovest il 14 ottobre 1965 (Revolver diskutieren nicht)
  • nel Regno Unito il 13 dicembre 1965
  • in Austria nel 1966 (Revolver diskutieren nicht)
  • in Svezia il 18 aprile 1966 (Hämnd på revolverman)
  • in Danimarca il 1º luglio 1966 (En gunfighter renser byen)
  • in Norvegia il 10 giugno 1971 (redistribuzione)
  • in Brasile (Domador de Cidades, in TV)
  • in Grecia (I polis ton paranomon)
  • in Spagna (La ciudad indomable)
  • in Francia (Quand parle la poudre)
  • in Italia (La città senza legge)

CriticaModifica

Secondo il Morandini il film è "è un solido, tradizionale western poco letterario e molto d'azione". Morandini segnala il cast, infarcito di "vecchie glorie".[5] Secondo Leonard Maltin il film è un "westen ordinario con qualche valore nostalgico" grazie al cast.[6]

PromozioneModifica

Le tagline sono:[7]

  • "A TIME OF VIOLENCE! A TOWN OF SHAME! A MAN OF DESTINY! (original poster - all caps)".
  • "The story of a gunslinger who could turn his back on no man...or woman...as death waited with a thousand eyes! ".
  • "TRIGGERS ALL THE EXCITEMENT OF THE VIOLENT WEST! (original ad - all caps)".
  • "THIS WAS THE TOWN WHERE HE MUST KILL...OR BE KILLED! (original poster - all caps)".

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) La città senza legge - American Film Institute, su afi.com. URL consultato il 9 aprile 2013.
  2. ^ (EN) La città senza legge - IMDb - Cast e crediti completi, su imdb.com. URL consultato il 9 aprile 2013.
  3. ^ a b (EN) La città senza legge - IMDb - Crediti per le compagnie, su imdb.com. URL consultato il 9 aprile 2013.
  4. ^ a b (EN) La città senza legge - IMDb - Date di uscita, su imdb.com. URL consultato il 9 aprile 2013.
  5. ^ La città senza legge - MYmovies, su mymovies.it. URL consultato il 9 aprile 2013.
  6. ^ Leonard Maltin, Guida ai film 2009[collegamento interrotto], Dalai editore, 2008, p. 420, ISBN 8860181631. URL consultato il 9 aprile 2013.
  7. ^ (EN) La città senza legge - IMDb - Tagline, su imdb.com. URL consultato il 9 aprile 2013.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema