La dea della primavera

film del 1934 diretto da Wilfred Jackson
La dea della Primavera
Titolo originaleThe Goddess of Spring
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1934
Durata9:36
Dati tecniciColore
Generemusicale
RegiaWilfred Jackson
SoggettoMito
SceneggiaturaGaleazzo Ciano (edizione rara italiana fascista del 1934)
ProduttoreWalt Disney
Distribuzione in italianoWalt Disney Productions
MusicheLeigh Harline, canzoni cantate da Kenny Baker,

Jessica Dragonette e Tudor Williams

AnimatoriGrim Natwick, Archie Robin, Clyde Geronimi, Dick Lundy, Frenchy de Tremaudan, Les Clark, Leonard Sebring, Wolfgang Reitherman, Dick Huemer, Louie Schmitt, George Rowley, Ken O'Connor, Al Eugster, Dan MacManus, Frank Kelling, John Morehouse, Robert Jones, Ugo D'Orsi, Edwin Aardal, John Bond, George Drake, Frank Thomas, Jim Tyer

La dea della primavera è un cortometraggio animato Disney di 9 minuti appartenente alla serie delle Silly Symphonies e diretta da Wilfred Jackson. E quasi raro trovarlo in circolazione, ma ne esiste una versione italiana rilasciata nell'epoca fascista e co-scritta in italiano da Galeazzo Ciano assieme alla moglie Edda.[1] La Sinfonia è intrisa di temi operistici-musicali ed è spesso citata come melodrammatica.

Il corto è stato rilasciato nel 1934 e la sua produzione è stata importante per il futuro sviluppo dell'film Biancaneve e i sette nani. Ogni Silly Symphony era una meraviglia tecnologica all'epoca e procedette a ulteriori progressi nell'industria dell'animazione.

Mentre la trama de La dea della primavera segue il mito greco di Persefone (noto come "Proserpina" nella mitologia romana) e Ade (Plutone), le immagini sono più evocative dell'Inferno e di Satana (o, più specificamente, un Mefistofele tradizionale).

TramaModifica

«C'era una volta, tanto, tanto tempo fa, in cui c'erano gioia e risate ovunque, quando i fiori che crescevano, sbocciavano tutto l'anno e il mondo era eternamente bello. Perché lì viveva una fanciulla, così gentile era lei, che tutto il mondo l'amava teneramente, e la vita allora era così piacevole, che la gioia era sempre presente e il mondo diventava ogni giorno più bello. I fiori danzavano intorno a lei, formavano una corona e la incoronavano, la dea dell'eterna primavera, la dea dell'eterna primavera.»

Persefone, la dea della primavera, vive in un bellissimo giardino dell'eterna primavera. Viene accolta da fiori danzanti e fate che stanno accanto al suo trono e la difendono quando Plutone, il Dio degli Inferi, viene a portarla via.

Ha in programma di renderla la sua regina negli Inferi, dove viene incoronata da Plutone e accolta da un coro di diavoli. Nel frattempo, in superficie, le creature subiscono un rigido inverno e piangono l'assenza della loro dea.

Negli inferi, la dea della primavera piange. Plutone mostra preoccupazione per la sua infelicità e offre qualsiasi cosa per renderla felice; raggiungono l'accordo che trascorrerà sei mesi fuori terra e sei sotto, risultando nelle quattro stagioni. Le è permesso di tornare nel suo mondo, sciogliendo la neve e terminando l'inverno.

ProduzioneModifica

Quando è stato prodotto The Goddess of Spring questo è stato un importante trampolino di lancio nel progresso dell'animazione. Lo sviluppo dei personaggi nel corto, in particolare, è stato portato all'animazione finale di Biancaneve e i sette nani. Sebbene lo staff di animazione della Disney fosse esperto nell'animazione di animali, la loro esperienza nella progettazione di esseri umani era gravemente sottosviluppata. La dea della primavera è stata tra le prime serie di cortometraggi in cui sono stati utilizzati personaggi umani. Ha fornito l'esperienza tanto necessaria per l'imminente film principale che la Disney stava progettando.

Secondo gli storici del cinema, il livello di abilità nell'animazione tra La dea della primavera e Biancaneve e i sette nani sembra avere un divario di vent'anni tra i due; comparativamente, erano solo tre anni. Lo sviluppo in quel lasso di tempo è stato monumentale e si riflette nel film principale.

Sebbene i cartoni animati di lungometraggi siano stati inizialmente ignorati, i progressi dell'animazione attribuiti a La dea della primavera, così come sono stati visualizzati in Biancaneve e i sette nani, hanno portato il film in cima alla lista come film sonoro con il maggior incasso al momento.

Ci sono alcune recensioni negative su alcuni aspetti della Dea della Primavera - come le "braccia di gomma" della dea e il melodramma della Silly Symphony in generale. Le sue tendenze operistiche e l'eccessiva drammatizzazione, sebbene criticate, sono anche punti di ammirazione da parte degli spettatori. Si nota anche che l'uso delle ombre, specialmente nelle scene "del mondo sotterraneo", sono aggiunte fenomenali alla sequenza.

MediaModifica

La Disney ha pubblicato diverse raccolte di cortometraggi Silly Symphonies su VHS, DVD e Laserdisc. Negli Stati Uniti, La dea della primavera è apparsa sul nastro VHS Cartoon Classics: First Series: Volume 13: Fanciful Fables. È stato anche incluso nelle versioni DVD di It's a Small World of Fun - Volume 4, Snow White and the Seven Dwarfs (Platinum Edition), More Silly Symphonies e Walt Disney Animation Collection: Volume 4: The Tortoise and the Hare.

In Giappone, The Goddess of Spring è apparso su Laserdisc in More Silly Symphonies, in 50 Crazy Years di Donald Duck, in Goin 'Quackers e in Scary Tales. In Germania, Francia e Italia, il cortometraggio è stato distribuito in VHS su Verrückte Musikanten, Silly Symphonies Volume 1 e Silly Symphonies Volume 2, rispettivamente.

È stato rilasciato anche nella versione in platino di Biancaneve e i sette nani.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica