La donna e il burattino

romanzo scritto da Pierre Louÿs

La donna e il burattino (La donna e il fantoccio nell'edizione italiana BUR) è un romanzo scritto dall'autore francese Pierre Louÿs e pubblicato per la prima volta nel 1898; deriva da un racconto intitolato "L'Andalouse" di due anni precedente[1].

La donna e il burattino
Titolo originaleLa Femme et le Pantin
Pierre louys, la femme et le pantin, decorato da pierre-émile legrain, parigi 1928.jpg
Edizione del 1928
AutorePierre Louÿs
1ª ed. originale1898
Genereromanzo
Lingua originalefrancese

La storia raccontata non è autobiografica, ma diverse scene presenti nel libro si riferiscono e ispirano a viaggi compiuti dall'autore (in particolare per quanto riguarda gli episodi della tempesta di neve sui Pirenei, del litigio avvenuto con uno zingaro, del carnevale festeggiato a Siviglia[2] e dell'incontro avvenuto con una prostituta londinese da parte di Giacomo Casanova[3]).

TramaModifica

Durante il carnevale che si sta svolgendo a Siviglia il francese André Stévenol si innamora perdutamente della giovane e bella andalusa Conception Perez, una donna già sposata; dopo essersi scambiati un velocissimo segno di intesa cercano il modo per potersi incontrare nuovamente il più presto possibile. L'uomo confessa in seguito la sua passione all'amico don Mateo Diaz, il quale però cerca - del tutto inutilmente - di metterlo in guardia dal rischio di diventare un burattino nelle mani di una donna.

Mateo ammette di averci provato anche lui con la stessa donna; comincia così a raccontare la propria storia affermando di essere stato manipolato a sue spese dalla bella. Mateo, non volendo però essere un burattino nelle mani di lei, finisce per consolarsi tra le braccia di un'italiana. A questo punto però, dopo averlo schernito, Conception accetta di passare la notte con lui, dimostrando al contempo una gelosia morbosa.

Per liberarsi da lei Mateo fugge in Marocco. Messo così sull'avviso dall'amico André, incrociatosi per la strada con la donna accetta comunque di salire sulla sua auto; passata la notte insieme, decide di seguire il nuovo amante in Francia. Ma ecco che Mateo invia alla donna una lettera pregandola di riprenderlo con sé.

Adattamenti cinematograficiModifica

NoteModifica

  1. ^ Préface de Michel Delon, La Femme et le Pantin, Collection Folio.
  2. ^ Son journal de voyage porte trace de nombreux éléments qui se retrouvent dans la fiction: la présence dans le compartiment d'un Anglais qui s'impose comme le raseur, les arrêts causés par des avalanches dans les Pyrénées, l'altercation d'une gitane avec une toute jeune fille. […] Puis l'arrivée à Séville (prefazione di Michel Delon, Éditions Folio)
  3. ^ Jean-Paul Enthoven, Casanova, trésor national, su Le Point, 22 luglio 2010.
Controllo di autoritàBNF (FRcb121320012 (data)
  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura