Apri il menu principale

La donna invisibile (film 1940)

film del 1940 diretto da A. Edward Sutherland
La donna invisibile
Titolo originaleThe Invisible Woman
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1940
Durata72 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37 : 1
Generecommedia, orrore, fantascienza
RegiaA. Edward Sutherland
SoggettoJoe May, Curt Siodmak
ProduttoreBurt Kelly (associato)
Casa di produzioneUniversal Pictures
Distribuzione in italianoUniversal (1949)
FotografiaElwood Bredell
MontaggioFrank Gross
Effetti specialiDavid S. Horsley (non accreditato)
MusicheFrank Skinner
ScenografiaJack Otterson, Richard H. Riedel (direttore artistico associato) Russell A. Gausman (arredatore)
CostumiVera West
Interpreti e personaggi

La donna invisibile (The Invisible Woman) è un film del 1940, diretto da A. Edward Sutherland.

Indice

TramaModifica

Grazie al professor Gibbs, la giovane indossatrice Katy Carrol diventa invisibile e vuole vendicarsi del suo vecchio principale. La ragazza, grazie al suo potere - che però funziona a intermittenza - mette a soqquadro l'atelier, ma due agenti segreti di una nazione straniera la inseguono per avere la formula.

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto dall'Universal Pictures.

DistribuzioneModifica

Distribuito dalla Universal Pictures, il film uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 27 dicembre 1940.

CriticaModifica

Il film ha ricevuto recensioni critiche contrastanti, Theodore Strauss del New York Times ha definito il film sciocco, banale e ripetitivo, con una sceneggiatura scricchiolante, temendo cosa fosse diventato senza l'interpretazione di John Barrymore.[1] Variety lo definì un buon intrattenimento per il pubblico generale,[2] Il Film Daily lo definì comico e brillantemente dialogato[3] Harrison's Reports lo ha definito una commedia piuttosto buona per la massa, non offrendo tutto sommato di nuovo a coloro che hanno visto le precedenti pellicole,[4] John Mosher del The New Yorker ha commentato come la tematica sia ancora buona, nonostante nel film non sia molto usata, risultando l'esempio più debole della prodezza che la telecamera può facilmente rendere divertente.[5]

I film della serieModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Theodore Strauss, Archive At the Rialto - Movie Review - The Invisible Woman, su The New York Times, 9 gennaio 1941. URL consultato il 16 maggio 2019.
  2. ^ (EN) The Invisible Woman (1940 film), in Variety, New York, Variety, Inc., 1º gennaio 1941, p. 14. URL consultato il 16 maggio 2019.
  3. ^ Reviews of New Films, in Film Daily, New York, Wid's Films and Film Folk, Inc., 7 gennaio 1941, p. 7.
  4. ^ (EN) Harrison's Reports (1941) - 11 January 1941 - "The Invisible Woman" with John Barrymore, Virginia Bruce and John Howard, New York, Harrison's Reports, 11 gennaio 1941, p. 7. URL consultato il 16 maggio 2019.
  5. ^ (EN) John Mosher, The Current Cinema, in The New Yorker, New York, F-R Publishing Corp., 11 gennaio 1941, p. 61.

BibliografiaModifica

  • (EN) Clive Hirschhorn, The Universal Story, Octopus Books - London, 1983 ISBN 0-7064-1873-5

Collegamenti esterniModifica