Apri il menu principale

La fabbrica di cioccolato (romanzo)

romanzo scritto da Roald Dahl
La fabbrica di cioccolato
Titolo originaleCharlie and the Chocolate Factory
AutoreRoald Dahl
1ª ed. originale1964
Genereromanzo
Sottogenerefantastico
Lingua originaleinglese
ProtagonistiCharlie Bucket
CoprotagonistiWilly Wonka
Altri personaggiFamiglia di Charlie Bucket, gli Umpa Lumpa
Seguito daIl grande ascensore di cristallo

La fabbrica di cioccolato è fra i più famosi libri per ragazzi scritti da Roald Dahl.Il racconto è ispirato alla giovinezza di Dahl: quando frequentava la Repton School, la famosa ditta produttrice di cioccolato Cadbury spediva ai collegiali delle scatole piene di nuovi tipi di dolci e un foglietto per votare. I dolci preferiti venivano quindi immessi nel mercato.

Da questa storia sono stati tratti tre film: Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato di Mel Stuart, La fabbrica di cioccolato di Tim Burton e il lungometraggio animato Tom & Jerry: Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato.

CuriositàModifica

  • Le tavolette di cioccolato Wonka esistono davvero. La The Willy Wonka Candy Company è infatti un vero marchio di dolciumi avviato in seguito all'uscita del film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato del 1971. Attualmente è di proprietà della multinazionale Ferrero.
  • Nelle prime versioni del libro i biglietti d'oro avrebbero dovuto essere sette, non cinque. Un bambino che Dahl tagliò dal libro si chiamava Marvin Prugna molto vanitoso. Un'altra bambina tagliata invece faceva sempre i suoi comodi e si chiamava Miranda Mary Spinosa.
  • Inizialmente la storia sarebbe dovuta finire con Charlie che diventava il proprietario di un gigantesco negozio di cioccolato fuori città.

EdizioniModifica

  • Roald Dahl, Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, traduzione di Adriana Giussani, Mondadori (Contemporanea), pp. 148. cap.29.Premio Calvi per la migliore traduzione e le canzoni in rima.
  • Roald Dahl, La fabbrica di cioccolato, traduzione di Riccardo Duranti, Salani (Gl'Istrici), 1988, pp. 196, cap. 30, ISBN 88-7782-060-8.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE7538300-7
  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura