Apri il menu principale

La figlia del Corsaro Verde

film del 1940 diretto da Enrico Guazzoni
La figlia del Corsaro Verde
La figlia del Corsaro Verde.jpeg
Doris Duranti in una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1940
Durata76 min
Dati tecniciB/N
Genereavventura
RegiaEnrico Guazzoni
Soggettoda Emilio Salgari (apocrifo)
SceneggiaturaAlessandro De Stefani
ProduttorePiero Cocco
Casa di produzioneManenti Film
Distribuzione in italianoManenti Film
FotografiaJan Stallich, Gábor Pogány
MontaggioVincenzo Zampi
MusicheAlberto Ghislanzoni
ScenografiaPiero Filippone
Interpreti e personaggi

La figlia del Corsaro Verde è un film del 1940 diretto da Enrico Guazzoni. La pellicola è ispirata al ciclo de I corsari delle Antille di Emilio Salgari, ma l'omonimo romanzo - uscito nello stesso periodo del film - era in realtà un apocrifo scritto da Renzo Chiarelli.[1]

Indice

TramaModifica

Manuela, la figlia del Corsaro Verde da poco ucciso, salva dalla morte il figlio del governatore che, infiltratosi tra i pirati, era stato da questi scoperto. I due, insieme, sbaraglieranno i banditi.

ProduzioneModifica

Il film venne girato negli stabilimenti Pisorno di Tirrenia.

CriticaModifica

Osvaldo Scaccia in Film del 19 aprile 1941 scrisse: «Un film salgariano, con duelli, arrembaggi e zuffe. A parte alcuni semplicismi di narrazione, è un film eccellente, acceso, vivo. Prodotto con larghezza di mezzi e diretto con ritmo incalzante, farà rivivere a tutti le ore deliziose trascorse, da ragazzi, sulle indimenticabili pagine del romanziere veronese. La protagonista, Doris Duranti, selvaggia e combattiva (...) conferma il suo temperamento.»

NoteModifica

  1. ^ Emilio Salgari: i romanzi "falsi", su www.emiliosalgari.it. URL consultato il 19 maggio 2018.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema