Apri il menu principale

La fine del mondo (film 1931)

film del 1931 diretto da Abel Gance
La fine del mondo
La Fin Du Monde (Abel Gance 1931).jpg
Abel Gance e Colette Darfeuil in una scena del film
Titolo originaleLa Fin du monde
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia
Anno1931
Durata105 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,20:1
Generedrammatico, fantascienza, catastrofico
RegiaAbel Gance
SoggettoCamille Flammarion (romanzo omonimo)
SceneggiaturaJean Boyer, Abel Gance, H.S. Kraft
ProduttoreK. Ivanoff
Casa di produzioneL'Écran d'Art
FotografiaMaurice Forster, Roger Hubert, Jules Kruger, Nikolas Roudakoff
MontaggioMme. Bruyere, Mme. Marguerite
Effetti specialiWalter Percy Day
MusicheArthur Honegger, Maurice Martenot, Michel Michelet, R. Siohan, Vladimir Zederbaum
Art directorCésar Lacca, Lazare Meerson, Jean Perrier Walter Ruttmann
Interpreti e personaggi

La fine del mondo (La Fin du monde) è un film francese del 1931, diretto e interpretato da Abel Gance, tratto dal romanzo omonimo di fantascienza di Camille Flammarion (1894).[1]

È stato il primo film sonoro girato da Gance. Ha avuto una riedizione nel 1934 per il mercato americano (come Paris after Dark), che accorcia drasticamente la durata della pellicola a 54 minuti, sostituisce buona parte dei dialoghi con didascalie e introduce una nuova scena di apertura, riducendo il ruolo del protagonista Jean Novalic a personaggio secondario.

TramaModifica

Lo scienziato Martial Novalic ha individuato una cometa in rotta di collisione con la Terra. La fine del mondo sembra vicina e gli uomini scatenano tutti i loro istinti. Due influenti banchieri ingaggiano una lotta senza regole: il primo è un seguace di Novalic e vuole promuovere un'alleanza fraterna tra tutti i popoli della Terra, mentre il secondo vuole speculare sul panico provocato dall'annuncio di una imminente guerra mondiale. Martial Novalic, presidente di una seduta straordinaria di tutti i Paesi del mondo, proclama la repubblica universale.

L'urto della cometa ha luogo: il pianeta è attraversato da una visione apocalittica di cataclismi, inondazioni, cicloni e terremoti. Ma la cometa ha soltanto sfiorato il nostro pianeta: il pericolo passa e la gente riprende gusto alla vita.

ProduzioneModifica

Gance volle come collaboratore artistico, soprattutto per il montaggio, il documentarista Walter Ruttmann.

NoteModifica

  1. ^ Pubblicato in italiano anche sotto altri titoli. Edizioni di La fine del mondo, su Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Fantascienza.com. (aggiornato fino al gennaio 2010)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica