Apri il menu principale

La primavera di Michelangelo

film del 1990 diretto da Jerry London
La primavera di Michelangelo
Battaglia di cascina.jpg
Michelangelo (Mark Frankel) mentre lavora al cartone della Battaglia di Cascina, opera andata poi perduta
Titolo originaleA Season of Giants
PaeseItalia, USA
Anno1990
Formatominiserie TV
Generebiografico, drammatico
Puntate3
Durata274 min (completa)
Lingua originaleinglese
Rapporto1.33:1
Crediti
RegiaJerry London
SoggettoVincenzo Labella
SceneggiaturaJulian Bond, Vincenzo Labella
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaDaniele Nannuzzi
MontaggioJohn A. Martinelli
MusicheRiz Ortolani
ScenografiaEnzo Bulgarelli
CostumiMaurizio Monteverdi
ProduttoreFrancesco Fantacci, Carlo Alberto Fantacci, Marco Olivieri, Rizia Ortolani
Casa di produzioneRai, Turner Pictures
Prima visione
Dal4 novembre 1990
Al18 novembre 1990
Rete televisivaRai 1

La primavera di Michelangelo è una miniserie televisiva del 1990 diretta da Jerry London e basata sulla vita dello scultore italiano Michelangelo Buonarroti. La miniserie è andata in onda in Italia sulle reti RAI in tre puntate (rispettivamente di 89, 87 e 98 minuti) dal 4 novembre 1990 al 18 novembre 1990[1] ed è liberamente ispirata al libro Una stagione di giganti di Vincenzo Labella.

TramaModifica

Firenze, la città sognata magnifica dai Medici è solo una chimera? Questo sembra pensare Lorenzo il Magnifico in punto di morte. Savonarola già semina il terrore, ma artisti come il Poliziano e Michelangelo Buonarroti fanno una promessa: ci sarà un Rinascimento? F. Murray Abraham è Papa Giulio II, Ornella Muti, una seducente nobildonna, Raf Vallone un ambasciatore: grandi nomi fanno da contorno al giovane britannico Mark Frankel che interpreta un giovane Michelangelo. Musiche di Riz Ortolani.

CuriositàModifica

  • L'attore inglese Mark Frankel, protagonista del film ed all'epoca ventinovenne, è morto in un incidente stradale nel 1996 a soli 34 anni mentre viaggiava a bordo di una Harley Davidson gialla della quale esistevano solo altri sei esemplari al mondo.

NoteModifica

  1. ^ Sceneggiati e fiction 1989-1990, su teche.rai.it. URL consultato l'8 novembre 2017.

Collegamenti esterniModifica