La rivincita dei buoni

album di Ghemon del 2007
La rivincita dei buoni
La rivincita dei buoni.jpg
Artista Ghemon
Tipo album Studio
Pubblicazione 15 novembre 2007
Dischi 1
Tracce 19
Genere[2] Hip hop soul
Conscious rap
Alternative rap
Musica d'autore
Etichetta The Saifam Group
Formati CD[1], download digitale
Ghemon - cronologia

La rivincita dei buoni è il primo album del rapper italiano Ghemon, pubblicato il 15 novembre 2007 dalla The Saifam Group[3].

Indice

Il discoModifica

La rivincita dei buoni rappresenta il primo album ufficiale del rapper avellinese, che conferma il successo già precedentemente ottenuto con Qualcosa cambierà Mixtape, mixtape pubblicato nel febbraio 2007. Con questo disco Ghemon riesce ancora una volta a distinguersi dalla classica scena hip hop italiana: infatti, l'album, caratterizzato da un lessico forbito e da testi curati e raffinati, tratta temi attuali e quotidiani con ampie riflessioni sulla vita e sulle sue sfumature.[4][5] La maggior parte delle produzioni hanno un'influenza soul e tra i tanti beatmaker svettano i nomi di Mr. Phil e DJ Shocca, considerevolmente noti nella penisola italica, e di 20Syl e Marco Polo, ormai artisti di fama mondiale. Eccetto che nella traccia Avrei bisogno di un divano in cui al rapper olandese Pete Philly viene affidata, oltre al ritornello, anche una strofa del brano, le collaborazioni presenti in questo album sono concentrate solamente nei ritornelli cantati, nei quali Gialloman, Al Castellana, Hyst e Frank Siciliano si cimentano in modo notevole mostrando le loro capacità vocali. I temi trattati da Ghemon si rivolgono principalmente verso problemi e argomenti diversi dalla criminalità, dalla droga e dalla violenza, e quindi sono raramente affrontati dagli altri rapper italiani: infatti, in questo disco l'artista avellinese racconta i propri pensieri passando con chiarezza da un ragazzo con molteplici paranoie, dubbi e riflessioni, alle donne e alla loro complicata psicologia.[4][6]

La copertina è opera di Corrado Grilli aka Mecna, amico di Ghemon e membro come lui della crew Blue Nox.

La traccia Che flash è stata inserita in free download da Ghemon sulla sua pagina di Myspace[7], ma in seguito è stata rimossa.

Era in progetto un remix, in collaborazione con Marracash e Danno, del brano Voglio essere libero, ma, sebbene i tre artisti fossero concordi, l'idea venne accantonata.[8]

Il ritornello della canzone Ancora era stato precedentemente scritto e cantato dallo stesso Ghemon, in seguito rimpiazzato da Frank Siciliano che a sua volta è stato sostituito da Gialloman nella versione definitiva.[9]

TracceModifica

  1. Ogni parte di te (Impro)
  2. Su e giù (Mr. Phil)
  3. Una vita nel giorno di Ghemon (musica: 20Syl – scratch: 20Syl)
  4. Chiamami (Donuts)
  5. Ancora feat. Gialloman (Fid Mella)
  6. Che flash (Fid Mella)
  7. La politica del tempo (Johnny) (musica: Sumo – scratch: DJ Tsura)
  8. Penso a te feat. Al Castellana (Mr. Phil)
  9. Voglio essere libero (Mr. Phil)
  10. Fattore inatteso feat. Hyst (Donuts)
  11. L'amore feat. Frank Siciliano (Frank Siciliano)
  12. La rivincita dei buoni (musica: DJ Shocca – scratch: DJ Shocca)
  13. Se il problema fossi io (Donuts)
  14. Amare… o lasciare andare (Fid Mella)
  15. Grande (DJ Shocca)
  16. Avrei bisogno di un divano feat. Pete Philly (Marco Polo)
  17. Fino a qui (tutto bene) (musica: Fid Mella – scratch: DJ Tsura)
  18. Piccole cose (Beniamino)
  19. Outro (Frank Siciliano)
  20. Fuori dal finestrino feat. Frank Siciliano (Unlimited Struggle; ghost track)

NoteModifica

  1. ^ Discografia di Ghemon Scienz, rockit.it. URL consultato il 30 dicembre 2011.
  2. ^ La rivincita dei buoni, rockit.it. URL consultato il 2 luglio 2011.
  3. ^ La rivincita dei buoni, self.it. URL consultato il 2 luglio 2011.
  4. ^ a b Recensione de La rivincita dei buoni, news.hotmc.com. URL consultato il 2 luglio 2011.
  5. ^ Recensione e track list de La rivincita dei buoni, rapmaniacz.com. URL consultato il 2 luglio 2011.
  6. ^ Recensione e track list de La rivincita dei buoni, dancehallvibes.it. URL consultato il 2 luglio 2011.
  7. ^ Che flash in free download, italianghetto.com. URL consultato il 2 luglio 2011.
  8. ^ Le 15 cose che non sapete di Ghemon (e che non è detto che dobbiate sapere), blue-nox.com. URL consultato il 2 luglio 2011.
  9. ^ Le cose che non sapete (e forse non volete sapere) di Ghemon parte 2 (finale), Ghemon sulla sua pagina di Facebook. URL consultato il 2 luglio 2011.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Hip hop: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Hip hop